CI DANNO PER SCOMPARSI E VINTI

new-cathedral-salamanca-spain-bw-lowres.jpg

E IN UN ALTRO SOGNO, VIDI QUESTO. ERO IN UNA CATTEDRALE. C’ERANO MOLTI PRETI CHE SEMBRAVANO PRETI ORTODOSSI. TUTTI DI NERO VESTITI, CON BARBE LUNGHE NERE. IO MI SIEDO, UNO DI LORO, CHE SEMBRAVA IL PIU FORTE, SI SIEDE ACCANTO A ME E, SENZA UN APPARENTE MOTIVO, MI DICE CON FORZA:

“VOI TEMPLARI SIETE CARNE MORTA, ORMAI”

E IO GLI RISPONDO “FRA NON MOLTO VE LA FAREMO VEDERE NOI LA CARNE MORTA”……

….QUESTO MONDO DA TROPPO TEMPO VEDE LATITARE I GRANDI DIFENSORI DEL TEMPO ANTICO…MA VI GIURO CHE FRA NON MOLTO LI VEDRETE…

LE STELLE DELLA SPERANZA

CI DANNO PER SCOMPARSI E VINTIultima modifica: 2009-10-09T12:29:00+00:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

23 Responses

  1. Beth
    at |

    Ciao ragazzi.
    Mike scusami per l’off topic, so anche che voi siete guerrieri pronti alla morte. Ma vorrei segnalarvi questa notizia, in particolare ai ragazzi che vivono in Ciociaria se ce ne sono.

    http://iltempo.ilsole24ore.com/2009/10/09/1079301-giuliani_prepariamoci_peggio.shtml

    Guliani ha predetto un altro terremoto, e io non sottovaluterei la cosa. Valigie pronte sarebbero una bella mossa.

  2. Laura
    at |

    @MIKE

    Ciao Mike, una frase simile…me la disse mio padre parlandomi nella testa nei giorni
    che era in coma e io pregavo affinchè il Signore ce lo restituisse come era un tempo…
    Sentii la voce di mio padre che mi diceva…ormai la mia vita qui l’ho vissuta ora quella
    è carne marcia…
    Tutto ciò allora mi spaventò ma col tempo ripensando a quelle parole ho capito tante
    cose…quella frase da te ricevuta in sogno elimina ai templari la possibilità di agire
    attraverso la materia ma non esclude il fatto che possano agire attraverso un piano
    più agevole in una dimensione superiore dove non ci sono vincoli che ostacolino il piano
    di rigenerazione dei prescelti.

    Ho visto BAARIA che ne pensi? Secondo me è un capolavoro del LOGOS. Ho scritto un
    testo ad Adriano dove ne parlo più dettagliatamente. Ho dato un’occhiata al tuo sito
    sul cinema esoterico ma non ne parli…secondo me non l’hai visto…
    Ho compresso tutto in due pagine ma ho eliminato molte mie considerazioni…quella
    sull’abituale salita sul monte del protagonista per esempio…una vetta a tre punte
    azione-icona del ricongiungimento dell’uomo con Dio…come Mosè salì sul Monte per
    ricevere in dono le leggi e la grazia di Dio impressa nelle pietre…la montagna,
    icona magica anzi sacra perchè è la prima manifestazione del Dio sulla terra,
    il Tumulo Prmevo…

  3. mike plato
    at |

    BETH…NON SVILIRE CONCETTI SACRI.

    LA MORTE CUI CI SI DOVREBBE PREPARARE NON é LA MORTE DEI MORTI; MA LA MORTE DEGLI INIZIATI. VIVERE COME SE NON TI APPARTENESSI, VIVERE COME SE TU NON CI FOSSI PIU. FREGARTENE SE NESSUNO TI VUOLE, NESSUNO TI PENSA, NESSUNO TI AMA. VIVERE SBARAGLIANDO L’EGO, CHE è IL PIU GRANDE DEI DONI ARCONTICI, IL VERO ANTI-CRISTO.

    DI FARE LA MORTE DEI FESSI NON MI VA. INOLTRE, AGISCI PER FAVORE DA FIGLIO DELLA LUCE…COSA DOVREMMO FARE? SCAPPARE PERCHE QUALCUNO DICE CHE UN TERREMOTO E’ IMMINENTE. MA ALLORA LA “VIA” E L’EVOLUZIONE SPIRITUALE A COSA SERVONO SE DOBBIAMO AGIRE COME TOPI SCHIACCIATI DALLA PAURA?

    TUTTO E’ DESTINO O PROVVIDENZA. SE DEVO MORIRE, MORIRO’ COMUNQUE.

    IO ACCETTO ORDINI SOLO DA DIO…

    BETH…SERIETA’ INIZIATICA PLEASE

  4. getter
    at |

    Il grande padre ha misurato il gomitolo della tua vita tanto tempo fa, va a nasconderti in un buco se vuoi, ma non vivrai un solo istante di più, il tuo destino è segnato. La paura all’uomo non frutta niente.

    Soul getter

  5. Beth
    at |

    Quindi se sai che hai un cancro non ti curi? E se sai che potrebbe caderti un masso in testa, non eviti di passare da quelle parti? Non è paura, è prevenzione. Ho perso degli amici in Abruzzo. E se posso fare qualcosa per aiutare il prossimo, e questa cosa non mi costa niente o non troppo, la faccio. Si chiama TZEDAQA. Volevo solo mettervi al corrente di stare allerta. Tutto qui.nemmeno vi avessi bestemmiato contro!!!! Inguaribile polemico…meno male sei tornato, mi mancavi!!Baby!EHH

  6. mike plato
    at |

    IL TUO PARAGONE NON REGGE. SE IO SO DI AVERE UN TUMORE REAGISCO, MA SO PER CERTO CHE LA MIA VITA E’ IN PERICOLO. PER CIO’ CHE CONCERNE LA VOCE DEL TERREMOTO NON POSSO SAPERE SE CIO’ SIA VERO O NO. NON POSSO FARE L’IDIOTA CHE SCAPPA AD OGNI VOCE. SCUSA, MA SE ARRIVERANNO CATASTROFI UNA DIETRA L’ALTRA, COSA FARAI? FUGGIRAI ALL’IMPAZZATA AD OGNI ANNUNCIO O VOCE?
    IL BUDDHA ERA INAMOVIBILE QUANDO MILLE ESERCITI GLI VENNERO CONTRO. IL CRISTO COSTRUI LA SUA DOMUS SULLA NUDA ROCCIA:
    SOFFIANO I VENTI, IMPAZZA LA BUFERA E TU SEI LI, INAMOVIBILE E IMPERTURBABILE.
    NON E’ UN PROBLEMA DI TZEDAKA, MA DI EVOLUZIONE SPIRITUALE PORTATA AD UN TALE LIVELLO DA CAPIRE CHE:
    “SE ANCHE CAMMINASSI IN UNA VALLE OSCURA, NON TEMEREI ALCUN MALE PERCHE’ TU SEI CON ME”.
    AIUTO, AIUTO, GRIDO’ PIETRO DURANTE LA TEMPESTA, E GESU’ LO REDARGUI’ SEVERAMENTE DICENDOGLI: NON AVER TIMORE.
    SE SAI CHE DIO E’ CON TE, CHE HAI DA TEMERE? SE NON LO SAI, ALLORA TI PUO’ AIUTARE SOLO LA FEDE

  7. Beth
    at |

    IO NON TEMO, STO IN TERRA SICURA, TRA L’ALTRO! MI IMPONEVO DI FARE CARITA’. OGNI TANTO ….
    COMUNQUE BANDO ALLE CIANCE, OGGI 13 OTTOBRE 1307, C’E’ POCO DA RIDERE. E’ INIZIATO IL DECLINO. VEDERE CHE QUALCUNO RESISTE , E’ UN SOLLIEVO.

  8. teresa
    at |

    Permettetemi di aggiungere una cosa su Gandhi,
    Quando un comandante inglese( di cui per ignoranza non ricordo il nome), stava andando a prelevarlo per arrestarlo, alcuni suoi proseliti avendolo saputo prima, lo avvisarono
    consigliandogli di fuggire….
    Non solo non fuggi, ma l’ aspettò lo invitò ad entrare e a prendere il thè ……
    Però se effettivamente con quasi certezza si dovesse sapere che la casa dove sei sta per crollare è giusto che si fugga…..così come fece Giuseppe quando l’angelo lo avvisò della strage degli innocenti…….fuggì in Egitto.
    Ciao a tutti Teresa

  9. Lleyton
    at |

    @Beth
    Secondo me da ciò che dici emerge una visione del tempo non corretta. Gli eventi sono già scritti, il futuro non esiste nell’accezione comunemente intesa. A ciò gli ignoranti mi obiettano: … nulla di più sbagliato, ognuno di noi agisce come già ha agito, non esiste nessun futuro, è un parto della nostra percezione erronea e razionalizzatrice. Per questo, se so che ci sarà un terremoto, è già scritto se cadrò insieme alle rovine della mia casa oppure se ne fuggirò, ma al tempo stesso non ha senso fuggire a ogni voce di catastrofe in quanto esse sono destinate ad aumentare esponenzialmente a breve. Inoltre sono tutti epifenomeni esteriori che nulla hanno a vedere con l’intimo.

  10. Dani
    at |

    E’ una strana sensazione, la parola che meglio la descrive è la fiducia assoluta, sentirsi completi, indifferenziati da ciò che ci circonda…è indeffinibile e non si può cercare sistematicamente, arriva…e si può solo accoglierla…così è per me….e allora la paura non esiste più, anche se l’ho conosciuta molto bene…l’idea che mi piace è che può descrivere tutto questo è che mi potrei tranquillamente affidare al vento, anche al più impetuoso, e diventare trasparente, parte di tutto, pur rimandendo immobile…e non sapere se tutto questo avviene dentro o fuori di me….però è bellissimo e porta una grande pace. Buona giornata.

  11. mike plato
    at |

    Ah Terè, qui mica si parla di un angelo che è venuto a dirti che devi fuggire!

    Ragazzi, per favore, siamo esseri decaduti, rammentatelo sempre, evitate di cadere sempre più. Altrimenti chi voi conoscete verrà qui ad accusarci di fare new age e avrà ragione.

    Buttate la zavorra giù dalla mongolfiera, staccatevi un pò da terra, please. ELEVATEVI.

    Vedi Beth, ho ragione o ho torto di essere severo, anche con te?

    Il monito che hai lanciato denota che hai moltissimo da lavorare. Queste cose le dicono e le fanno i profani! Isterismi di massa, paure, avvisi di catastrofi….

    SIATE CENTRATI

  12. Beth
    at |

    Caro Leyton, proprio perchè tutto è scritto, il mio messaggio è parte di quel copione. Credo, comunque, che la vera paura sia quella del restare ad aspettare il soffitto che ci cade addosso. Il coraggio si vede in chi abbandona una casa, non in chi resta attaccato i propri mediocri beni terreni e si fa cogliere dal peggio per salvare due stoviglie e una tivu’. In questo D-o sceglie chi deve restare sotto le macerie e chi no. L’audace e il preparato scamperanno. La paura non fa parte di me, se non piccolissima parte. Ma nemmeno ricordo l’ultima volta che temetti qualcosa. E questo è un grosso pericolo per me. Perché non temendo niente, rischio sempre grosso. Il pericolo è la driving force della mia vita, il volano della mia esistenza. Parola di Beth.

  13. Beth
    at |

    Detto questo, io personalmente, penso che se avessi una malattia grave non mi curerei. Perchè sono convinta che il corpo, come da solo si ammala, possa guarire. Questo si. Tra l’altro ho già sperimentato su me stessa. ma aspettare i calcinati in posizione del loto no! Sarebbe da stupidi. A mio umile avviso.

  14. mike plato
    at |

    BETH, CORTESEMENTE, NON DIRE STRONZATE. VOGLIO ESSERE VOLGARE E TRIVIALE PER LA PRIMA VOLTA, MA NON DIRE FREGNACCE. HO IL DOVERE DI FERMARTI SE CONTINUI A SCRIVERE QUESTE AMENITA’.

    LASCIARE LA CASA? MA QUELLO E’ UN PRECETTO INIZIATICO CHE NULLA HA A CHE VEDERE CON VOCI INCONTROLLATE DI TERREMOTI, INONDAZIONI ED ERUZIONI.

    MALEDIZIONE, SONO ADIRATO. FACCIO SFORZI IMMANI PER PORTARE TUTTI PIU SU, E POI QUALCUNO CERCA DI PORTARE IL DISCORSO SU BINARI VIBRAZIONALI SCADENTI, DA PROFANI.

    MALEDIZIONE!

  15. mike plato
    at |

    QUASI QUASI QUESTO BLOG LO DESTINO SOLO AI MIEI POST, SENZA COMMENTI. SARA’ UN MONOLOGO, PARLERO’ CON ME STESSO.

    OPPURE LO CHIUDO, ED ESPATRIATE SUL SITO DEL CUN, D’ACCORDO?

  16. Lleyton
    at |

    @ Beth
    Scusa, ma cosa stai dicendo? io ho detto che ciò che accade in Maya è già scritto, che tutto avviene perchè in realtà è già avvenuto. E tu mi parli di tv e di stoviglie? chi rimane immobile nelle avversità mica lo fa per salvare i beni terreni, lo fa semmai all’interno di un disegno ben più ampio. Chi fosse attaccato alla materia, credimi che fuggirebbe alla prima voce di terremoto in quanto ciò che ama è questa vita, QUESTO CARCERE, e nulla ne capisce di altri piani, ma è incatenato a questo e ci sguazza dentro contento, senza accorgersi dell’illusione continua, non mirando alla vera vita ma pensando alla materialità. Chi rimane fermo non è perchè vuole salvare due stoviglie, ma per favore, di cosa mi vieni a parlare?

  17. Beth
    at |

    Suvvia non essere scurrile, così hai l’aria di essere un terremotato con la valigia in mano.
    Ho cercato di chiudere già il discorso, accennando alla ricorrenza di oggi. Ma ho visto che hai preferito infilarti in una diatriba terrena, piuttosto che approfondire altri argomenti. Che ci posso fare io? Il CUN non è di mio gradimento. Stanotte ho sognato che ero in una piazza. Vi era un mercato e vendevano delle maglie, tutte nere, che sponsorizzavano qualche tua iniziativa. Tu eri li, e cercavi di spiegarmi come questo mondo fosse allo sbando. E dicevi che la tua gioia era nei tuoi discepoli. Quando io ti dissi “Mike, sai che io sono BETH”, hai risposto: allora sono a casa. Mi aspettavo uno schiaffone! Pensa che scherzi può fare il nostro cervello.
    Peccato che sia mia svegliata, avrei proprio voluto vedere se anche nel sogno mi avresti ATTACCATA in maniera gratuita. EEH, dai non te la prendere, non chiudere i commenti, mi asterrò dal farlo io. Qualsiasi cosa tu dica d’ora in avanti.
    Ciao! Bon Voyage!

  18. mike plato
    at |

    E TU CREDI CHE SIA IO QUEL MIKE DEI TUOI SOGNI: QUELLO ERA IL TE IN UN ALTRO REGNO; IL TUO GORILLA; IL TUO MICHELE. LA BETHE’ LA LETTERA DELLA GRANDE MADRE, LA B E’ UNA LETTERA CON DUE SENI, E’ LA LETTERA DELL’ANIMA; CASA DEL DIO SE PURIFICATA; DA CUI ATHOR-AT HOR-CASA DI HORUS

  19. Laura
    at |

    E’ impossibile rapportare “il non tempo” allo spazio-tempo… perchè vi innervosite
    tutti inutilmente?
    E’ come voler contenere tutto l’oceano in una buca trasportandolo con una conchiglia
    dove la conchiglia è la nostra mente e la buca il nostro tempo…

  20. Maria Luisa
    at |

    Per rientrare nell’argomento penso che questo “sogno” sia molto bello e significativo ,non solo per quasi la coincidenza delle date.Provo a dire qualcosa anche se forse non dovrei:il cavaliere templare è un simbolo della fermezza nel portare avanti degli ideali e della sua lealtà verso essi,non dimentichiamoci delle ferree regole dell’odine per quanto riguardava questa figura (infatti nella battaglia ai corni di Hattin nessuno chiese pietà).I loschi figuri rimasti nell’ombra, o comunque non si identificano bene,potrei azzardare ,li identificherei nei tempi moderni ossia negli ideali che la nostra società ci propone e quasi ci obbliga a farne il metro per la nostra vita.Continuare a innalzare il Baussant per questo povero cavaliere fa di lui carne morta,ma il nostro non sarà intimorito dalla minaccia.Lui è inserito nella Cattedrale da sempre luogo spirituale importante che lo accogli e lo protegge perchè ,questo libro di pietra ,è illegibile per loro….. Forse questo “sogno” non aveva bisogno di commenti….

  21. Sarah
    at |

    Incarnare l’idea e portare a compimento il proprio destino, questo fa la distinzione tra l’eletto e l’aggregato.

    http://www.youtube.com/watch?v=ZTY7U04O0HM

    Ciao a Maria Luisa! 🙂

  22. Sarah
    at |

    Incarnare l’idea e portare a compimento il proprio destino, questo fa la distinzione tra l’eletto e l’aggregato.

    http://www.youtube.com/watch?v=ZTY7U04O0HM

    Ciao a Maria Luisa! 🙂

  23. Sarah
    at |

    toc toc…c’è nessuno?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.