WILLELM REICH, GLI UFO E L’ENERGIA ORGONICA

A cinquant’anni dalla scomparsa del grande psicanalista, si attende la riapertura dei suoi “files”.  Forse lo scienziato si era avvicinato troppo alla verità con i suoi esperimenti?

di Fabio Fox Garian

pic_blackboard.jpg

La figura di Wilhelm Reich, nato nel 1897, psicoanalista e scienziato vissuto negli Stati Uniti e deceduto nel 1957, è ammantata da luci e ombre, ove il sentiero degli UFO gioca, tra i tanti foschi elementi che lo compongono, un fattore dominante. Nato in Austria, ma di origine ebraica, Reich iniziò le sue ricerche occupandosi, nella prima fase della sua carriera, della relazione tra sessualità ed equilibrio delle variabili forze psichiche nell’essere umano. Fu nel 1939, all’insorgere della Seconda Guerra Mondiale che lo scienziato mise a punto un’elaborazione della teoria del cosiddetto Orgone, o di Energia Orgonica, il cui termine trae origine dalla derivazione associata dei due termine organismo e orgasmo. Il principio dell’Energia Orgonica, secondo Reich, era da ricercare negli esperimenti da lui stesso condotti sulle componenti bioelettriche della sessualità.

 

reich_gesturing_in_jacket.jpg


L’Energia Orgonica
La teoria di Reich afferma che esisterebbe un’energia, una forza vitale primordiale che è isotropa, costante e diffusa in tutta l’atmosfera terrestre e da lui battezzata per l’appunto Orgonica. Tale forza vitale comporrebbe un’unità elementare, la particella orgonica libera nell’atmosfera, diversa da quella elettrica, per via della sua assenza di bipolarità e per i modi di trasmettersi a un essere umano. Negli appunti lasciati da Reich ai suoi collaboratori si legge che l’energia Orgonica sarebbe capace di rivitalizzare anche particelle inorganiche che, nel corso degli esperimenti, portate a un processo termico di incandescenza e immerse subito dopo in una soluzione nutritiva, sembravano trasformarsi o comportarsi come cellule viventi. Reich battezzò questi precipitati energetici Bioni. Da qui si sviluppò un’ulteriore teoria che coinvolse nelle ricerche dello psicoanalista anche gli UFO.

 

1st-orgonomic-conf1948.jpg
la prima conferenza sull’Orgone tenuta da Reich

 

Le armi atmosferiche
Erano i primi anni Cinquanta, l’epoca delle grandi ondate di avvistamenti di dischi volanti sopra gli Stati Uniti. Con un nutrito gruppo di collaboratori, Reich progettò, costruì e sperimentò un potente accumulatore di energia Orgonica, i cui principi tecnici e scientifici furono addirittura sottoposti ad Albert Einstein. Con questi presupposti nacque il Cloud Buster(Nubifugatore, N.d.A.) ), il Cannone Orgonico attraverso il quale Reich e collaboratori erano in grado, dopo averlo azionato e caricato con quest’energia, di indurre in luoghi prescelti pioggia a volontà. Inizialmente costruito per combattere la siccità in alcuni Stati americani, il Cloud Buster e i suoi piani furono sottoposti all’attenzione del governo USA perché se ne servisse contro gli UFO di origine ostile. Questa era la teoria di Reich. Mentre con i  suoi colleghi fu più volte testimone di avvistamenti UFO e luci notturne non identificate, Reich fu preso di mira da scienziati e consulenti governativi che irridevano con astio le sue ricerche e applicazioni del Cannone Orgonico. Illuminante è un’esperienza che vide il Cloud Buster e gli UFO in azione contemporaneamente. Presso la sede di Orgonon (il nome dell’area dove sorgevano gli impianti e i laboratori di Reich) il 12 Maggio 1954 Reich e l’ingegnere William Moise attivando il Cannone Orgonico iniziarono ad assorbire energia Orgonica dall’atmosfera circostante. Nubi oscure che si erano addensate sopra di loro iniziarono velocemente a dissiparsi come assorbite da un gigantesco aspirapolvere cosmico. Era la forza Orgonica che ripristinava l’energia nei dintorni. Dal diario di laboratorio di Reich si può apprendere che l’operazione continuò per un quarto d’ora, spazzando tutto il cielo sovrastante Orgonon. Il Nubifugatore era al massimo della potenza. Ad un tratto accadde qualcosa che il taccuino riporta fedelmente: Moise richiamò l’attenzione della moglie, Eva, che nel frattempo era all’interno dell’edificio annesso ai laboratori di Orgonon. Reich, Moise e Eva poterono osservare distintamente che dal bosco antistante, in direzione sud-ovest, due luci sferiche bianco-azzurre si dirigevano verso di loro. Poco più grandi di Giove che brillava nel cielo, si muovevano lentamente, pulsanti e fulgide con i contorni indistinti. Intorno ai due oggetti era visibile una frangia, o alone, dello stesso colore, ma di intensità più debole. La luminosità che espandevano era simile a una nebbiolina evanescente che si interponeva tra i testimoni e gli oggetti retrostanti, offuscandoli brevemente. Gli UFO, o così ritenuti tali da Reich, si avvicinarono ai tre testimoni e al Nubifugatore, ondeggiando pigramente come foglie su una corrente d’acqua. Poi, di colpo, si alzarono in alto, verso le nubi, attratte come da qualcosa, nella stessa direzione dove era puntato il Cannone Orgonico. La loro luce illuminò le nubi che stavano scomparendo; iniziarono una danza misteriosa, senza alcun rumore, dissolvendosi anch’esse nel nulla, lasciando lo spazio vuoto. UFO e nubi erano scomparsi all’unisono. Meravigliati, Reich, Moise ed Eva si interrogarono a lungo su quell’incontro ravvicinato, concordando (il bollettino interno di Orgonon riporta queste osservazioni, N.d.A.) che al momento del passaggio avevano provato la sensazione di essere attraversati da un “forte flusso di energia” orgonica.

 

cloudbuster.jpg

Contro i dischi volanti

L’interesse per la questione UFO, da sempre latente in Reich, fu stimolata dalla lettura dello storico libro dell’ex-maggiore dei Marines, Donald E. Keyhoe, “Flying Saucers from Outer Space”. Era il Novembre del 1953. Il dottor Reich, per nulla sconcertato dalle affermazioni di Keyhoe, vedeva nel suo coraggioso lavoro, teso a sollevare il velo di segretezza imposto dall’Intelligence USA sul problema UFO, la conferma che l’uomo non è solo nell’Universo. Come scienziato e ricercatore, Reich era convinto del concetto legato alla pluralità dei mondi abitati, e che forse, qualcuno lassù, aveva trovato il metodo scientifico e tecnologico per viaggiare tra le stelle. Così, si interrogava sulle intenzioni di quelli che chiamava i “visitatori”. Sulla scorta delle informazioni dettagliatissime riportate da Keyhoe nel suo libro, i dati delle indagini dell’allora ATIC (Air Technical Intelligence, vedi “Area 51” n. 14 e 15, N.d.R.) e delle commissioni di indagine governative, Reich tracciò una teoria che spiegava finalmente le alterazioni meteorologiche e l’insorgere di gravi e improvvise malattie con gli avvistamenti UFO. E nel contempo, trovò un legame tra questi fattori e il processo di creazione dell’energia Orgonica e l’utilizzo pratico del Nubifugatore quale “arma” contro i dischi volanti. Una teoria che, secondo i pochi appunti salvati dalla persecuzione che Reich avrebbe subito dal governo americano di lì a poco, ebbe una conferma dagli avvistamenti UFO effettuati da Reich e dai suoi assistenti ad Orgonon. Uno dei casi più eclatanti accadde il 14 Dicembre 1954. Due suoi collaboratori, di rientro da Tucson, Arizona, dopo aver acquistato apparecchiature necessarie agli esperimenti, accusarono forti malori, con sintomi quali nausea e stordimento. Reich scoprì che molti abitanti della zona intorno alla sede di Orgonon accusavano gli stessi effetti con l’aggiunta di apatia e di un nervosismo latente, ingiustificato. Inoltre, nonostante fosse inverno, l’aria era pesante, soffocante, come se una barriera invisibile fosse scesa improvvisamente sulla regione. Alle 16.30, tutti videro un’enorme nuvola nera che, sorta dal nulla, si posizionò sopra Tucson, immobile nel cielo. Reich riferisce nei suoi appunti che, poco dopo, la nube si allungò divenendo purpurea, autoilluminandosi. Usando il Geiger in vari punti della zona, i collaboratori registrarono un aumento dei picchi dei livelli nominali della radioattività. Era in corso un attacco esterno di origine sconosciuta, o si era testimoni di un fenomeno meteorologico “anomalo”? Una cosa è certa: dalle annotazioni di Reich, tutti nella Fondazione Orgonon, furono colpiti da violenti tremiti, nervosismo, dolori alla testa, forte nausea, stordimento e scoordinamento dei movimenti. Senza indugio, Reich, aiutato da Moise e da sua moglie Eva attivarono il Cannone Orgonico, cercando di assorbire quanta più energia negativa. La lotta durò parecchi minuti: la nube iniziò a contrarsi, pulsando, resistendo al Nubifugatore, fino a quando, lentamente, di dissolse sotto le scariche invisibili del cannone. Quasi all’unisono, gli effetti fisiologici che avevano colpito anche Reich, scomparvero. Moise fu il primo ad avvistarlo nel cielo ormai terso: un oggetto discoidale argenteo, il tipico UFO diurno, stava viaggiando a velocità sostenuta dalla stessa direzione da cui era sopraggiunta la nuvola purpurea. Reich, Eva e altri collaboratori della Fondazione furono testimoni dell’avvistamento. Oscillava leggermente, manovrando a scatti e ruotando su se stesso. Ogni tanto sembrava mutare velocità, accelerando di colpo o rallentando. Nell’ultima fase di volo, la traiettoria lo portò molto vicino all’area dove era ancora in funzione il Cannone Orgonico. Sembrò indugiare, poi improvvisamente compì una brusca virata, sparendo in cielo ad altissima velocità. Intorno alle 17.18, la zona di Orgonon e della Fondazione fu sorvolata più volte in circolo da un caccia militare, seguito dieci minuti più tardi da quattro bombardieri B-56 dell’USAF. Cosa stessero cercando è un mistero. Reich non seppe mai spiegare la strana attività di nubi, UFO e aeromobili militari dell’USAF, ma era certo che si fosse verificata una “battaglia interplanetaria”, combattuta con armi non convenzionali e infide, nella quale il controllo dell’energia Orgonica, della forza vitale, rappresentava il cardine per la vittoria, o la sconfitta di una delle due parti.

 

FIG2.jpg
il cannone orgonico utilizzato da Reich nella guerra ai dischi volanti

 

Una scelta fatale
Sebbene diversi collaboratori della Fondazione lavorassero agli esperimenti con l’energia Orgonica e al Cannone, Wilhelm Reich sembrava l’unico a conoscenza della verità. Gli UFO, le forme nuvolose insolite e gli sgradevoli effetti sull’essere umano, sembravano collegati ad Orgonon e, puntualmente Reich, impiegando il Cannone, li respingeva. Sul finire del 1954 ne realizzò un secondo tipo che, accoppiato al modello originale, raddoppiò gli effetti difensivi. Si capì allora che l’emergere dell’energia letale che aveva attaccato Orgonon, era coinciso con il periodo 1952-1954, quando vennero registrati i maggiori picchi di avvistamenti UFO negli Stati Uniti. Era possibile una coincidenza fra l’insorgere dell’energia Orgonica negativa e i ripetuti sorvoli di UFO? Le nubi purpuree erano il risultato di un’azione ostile degli UFO o, secondo altri, l’effetto diretto dello scarico nella nostra atmosfera di un’energia residua del sistema propulsivo di quegli enigmatici oggetti? Le teorie di Reich non poterono mai essere dimostrate, giacché di lì a poco il governo avrebbe avviato un’astiosa persecuzione nei suoi confronti. Forse lo scienziato si era avvicinato troppo alla verità con i suoi esperimenti? Lo dimostra il rapporto tecnico-scientifico che Reich inviò all’USAF a Washington D.C. in cui proponeva, attraverso nuove equazioni orgonometriche, la spiegazione del fenomeno UFO, i rischi ad esso connessi e il come contenerli. Reich si spinse oltre: offrì al governo USA i risultati della sua ricerca e le tecniche associate al Cannone Orgonico per combattere l’energia negativa rilasciata dagli UFO, un prezioso regalo non destinato ai vertici americani, ma a tutto il genere umano: le basi tecniche e concettuali per un nuovo tipo di propulsione gravitazionale, ispirata ai modelli di volo degli UFO. Secondo la figlia di Reich, fu questo il più grave errore di uno scienziato altruista, che non avrebbe dovuto rivelare tali dati, ma soprattutto non avrebbe dovuto consegnarli nelle mani di uomini sbagliati. Quello che ne scaturì fu la sua persecuzione.  Trascorsero alcuni mesi e varie operazioni con l’energia Orgonica furono condotte mediante il Cannone Orgonico (nel frattempo sottoposto alle autorità governative di Washington D.C., N.d.A.) da Reich e dal suo staff. Ogni dato, elemento, avvenimento insolito, fenomeno atmosferico e ufologico veniva annotato scrupolosamente. Dopo il primo avvistamento del 12 Maggio 1954 l’attenzione su Orgonon da parte delle autorità e dei servizi di Intelligence americani si fece più pressante e stretta, tanto che il 16 Giugno 1955, il procuratore Mills, su richiesta della FDA, presentò nei confronti della Wilhelm Reich Foundation (WRF) intestata allo stesso Reich e al suo collaboratore Michael Silvert, l’accusa di oltraggio alla corte per violazione del decreto di ingiunzione. Reich fu accusato di avere rifiutato di fornire informazioni agli agenti della FDA. A carico di Silvert c’era il trasporto di strani accumulatori dal Maine allo Stato di New York e di aver continuato a distribuire illegalmente le pubblicazioni dello Orgonon Institute Press. La macchina della giustizia iniziò un lento stritolamento della Fondazione. L’ordine di comparizione fu notificato. L’udienza, fissata per il 26 Luglio 1955 si tenne nel tribunale di Portland, presieduta dal giudice Clifford. Wilhelm Reich rifiutò l’avvocato di ufficio e si difese da solo, sostenendo con una veemente arringa il fatto che nessun tribunale aveva il diritto di giudicare la ricerca scientifica e la conoscenza della verità. E ancora: nessun tribunale poteva stabilire scientemente se l’Universo fosse privo o ricco di energia Orgonica. La fine della sua difesa fu storica: “… Se questo dovesse accadere, signor giudice, significherebbe che negli Stati Uniti non esiste più la libertà“. Reich fu convocato in tribunale il 4 Novembre 1955 per un’altra udienza. E nuovamente lo scienziato si difesestrenuamente, ma ormai era chiaro che l’ATIC era interessata al Cannone Orgonico e ai fattori destabilizzanti contro gli UFO. Ammetterlo, però, avrebbe significato dire apertamente che gli UFO esistevano, e nel quadro della congiura del silenzio dell’epoca, questo era inaccettabile. Reich doveva essere messo a tacere. L’istituzione si confrontava con un uomo coraggioso, determinato e sopratutto preparato. In aula Reich denunciò di essere vittima di un complotto e dichiarò che, a costo di essere incarcerato in una prigione federale, non poteva rivelare, per motivi di “sicurezza nazionale”, alcuni elementi che avrebbero certamente deposto a suo favore. La Corte respinse la sua proposta di un incontro ufficiale con una commissione speciale di patologia. Solo in quella sede avrebbe rivelato la verità. Reich non riuscì a sostenere gli attacchi della FDA. Dopo un terzo incontro al palazzo di giustizia di Portland, un secondo giudice, George C. Sweeney, capo della corte distrettuale del Massachusetts, procedette con le istanze contro Reich. Il primo Maggio 1956, il drammatico epilogo. Reich fu arrestato a Washington D.C., dove nel frattempo si era trasferito, dal momento che la sua Fondazione era sotto sequestro federale. Trascorse la notte in carcere. Silvert venne invece arrestato dall’FBI a New York. Il caso della Fondazione esplose sui giornali dell’East Coast. Reich fu fotografato dai fotoreporter locali con le mani alzate che mettevano in mostra, simbolicamente, le manette. Una seconda notte in carcere attendeva insieme i due uomini. La resa dei conti era fissata per il 3 Maggio. L’accusa cercò di dipingere Reich come un bieco e malvagio capo di un’oscura organizzazione dedita ad esperimenti che nulla avevano a che fare con la salute, il benessere e la sicurezza dei cittadini americani. Reich, nell’ultima arringa di difesa, ricordò con dati alla mano che aveva devoluto ben 350.000 dollari, guadagnati personalmente attraverso la normale attività di psichiatra, ad istituzioni per la ricerca scientifica. Un insolito comportamento per chi veniva descritto come “l’uomo nero” dell’energia Orgonica! Il processo proseguì il 4, 5 e 7 Maggio. Nell’ultima seduta, il giudice Sweeney annunciò che il verdetto sarebbe stato emesso il 25 Maggio 1956. La sentenza fu un’ammenda di 10.000 dollari per la Fondazione e due anni di carcere a Reich e un anno e un giorno a Silvert. Ma la tragedia non era ancora compiuta. I suoi collaboratori, disperati e isolati, furono costretti dalle autorità federali a smantellare e a distruggere sotto l’occhio vigile degli agenti, le apparecchiature. Anacronisticamente, come in una versione millenaristica proiettata nel XX° secolo, diversi libri e appunti preziosi furono dati alle fiamme, ma qualcosa fu salvato e trasmesso sino a noi. Wilhelm Reich morì in prigione, stroncato da un infarto nel sonno, solo e abbandonato, il 3 Novembre 1957. Stava scrivendo un’opera sulla creazione, altro importante mattone della sua infaticabile ricerca della verità. La sua tomba, muta e silenziosa, si trova eretta come una irreprensibile sentinella in un bosco in prossimità di Orgonon. Da quel luogo di silenzio e pace si può ammirare la splendida vallata e il lago antistante. Chi l’ha visitata non può che correre con la propria mente a questo anno 2007.  I suoi appunti salvati rocambolescamente dal rogo, forse i più importanti, sono sigillati e custoditi in una località segreta, aumentando il mistero e l’enigma della figura di questo scienziato ribelle. La verità sull’energia Orgonica, qualsiasi essa sia, e sul significato intrinseco e profondo delle parole di Reich – non posso parlare a causa della “sicurezza nazionale” – giace tra le righe del suo taccuino personale. Il 2007 segna il cinquantenario della sua morte: adesso i files segreti di Wilhelm Reich verranno divulgati?

 

scheda arresto.jpg
la scheda dell’arresto di Reich
WILHELM_REICH__PRISON_A.jpg

Reich condotto in carcere
LA VITA E LE CONQUISTE SCIENTIFICHE DI WILHELM REICH

– 1897
Wilhelm Reich nasce il 24 Marzo nel paesino di Dobrzcynia, in Galizia, regione all’epoca sotto l’Impero Austroungarico, oggi spezzata a metà tra la Polonia e l’Ucraina. Il padre, Leon, alleva bestiame nella sua fattoria; la madre, Cecilia Roninger, tre anni dopo dà alla luce il secondogenito Robert.

– 1898/1913
Wilhelm manifesta subito un profondo interesse per la natura, la biologia e le scienze naturali. Adora la madre, mentre ha un rapporto difficile con il padre e il fratello minore Robert. Rimarrà per sempre segnato dal suicidio della madre. Inizia a frequentare il ginnasio.

– 1914
A diciasette anni, dopo la morte del padre, assume la direzione della fattoria.

– 1915
Si diploma e si arruola nell’esercito Austroungarico.

– 1915/1918
Viene promosso Tenente e combatte sul fronte italiano durante la Grande Guerra.

– 1919
Si iscrive a un seminario di Sessuologia; Reich è già convinto che la sessualità sia il centro di gravità intorno al quale ruota non solo la vita intima di un essere umano, ma anche tutta la vita sociale. Alla fine del 1919 viene eletto direttore del seminario e nell’occasione incontra per la prima volta Sigmund Freud. Si interessa di psicoanalisi, e studia altre discipline: fisica atomica, elettronica, astronomia, teoria della Relatività, e filosofia.

– 1920
Diviene membro ospite della Società Viennese di Psicoanalisi quale studente laureando in medicina.

– 1921
Diviene membro effettivo della Società Viennese di Psicoanalisi. In questo periodo inizia le sue prime ricerche sul rapporto tra sessualità ed energie psichiche.  Si sposa con Annie Pink, studentessa di medicina che in seguito diverrà psicoanalista.

– 1922
Si laurea in medicina e diventa primo assistente del Policlinico Psicoanalitico di Vienna, dove rimarrà fino al 1927.

– 1923
Si specializza in neuropsichiatria. Frequenta corsi di ipnosi, terapia suggestiva e biologia. Inizia ad elaborare le sue prime teorie orgoniche.

– 1924
Diviene direttore del Seminario di Tecnica Analitica del Politecnico Psicoanalitico. Nasce, Eva, la sua prima figlia.

– 1923/1934
Sviluppa la teoria dell’orgasmo e la tecnica dell’analisi caratteriale. Sviluppa una forte amicizia con Freud che lo considera il suo migliore assistente. Nel 1927 durante un periodo di turbolenze politiche si avvicina alle idee di Marx, Engels e Lenin. Pubblica il saggio “La funzione dell’orgasmo”. Il suo connubio tra psicoanalisi e marxismo pone le basi del dissidio con Freud. Si iscrive al Partito Comunista Austriaco e diviene nel 1928 vicedirettore del Policlinico Psicoanalitico. Nel 1929 pubblica il lavoro “Materialismo dialettico e psicoanalisi” e contemporanemente studia il blocco respiratorio e la struttura muscolare. Si reca a Mosca per motivi accademici. Nel 1930 si trasferisce con la famiglia a Berlino dove trova un ambiente più ricettivo alle sue ricerche.  Nel 1931 fonda la Lega Nazionale per la Politica Sesuale Proletaria che unifica le varie organizzazioni di consulenza e di ricerca sessuale. Nel ‘32 pubblica altri due lavori: “La lotta sessuale dei giovani” e “L’irruzione della morale sessuale coercitiva” che gli valgono le critiche della società berlinese di psicoanalisi. Tiene due storiche conferenze universitarie: “La sofferenza sessuale delle masse” e “Il rapporto tra psicoanalisi e sociologia marxista”. Nasce la sua seconda figlia, Lore. Poco dopo, ritornando a Vienna nel 1933, si separara dalla moglie Annie. Nonostante questa frattura personale, Reich continua le sue ricerche. Viene espulso dal Partito comunista che ritiene “imbarazzanti” le sue teorie sulla politica sessuale. Incontra e familiarizza con la balleria Elsa Lindenberg impegnata politicamente nella propaganda antinazista. Reich si sposta in Danimarca continuando i suoi studi.  Qui lo raggiunge Elsa. I due iniziano una convivenza. Dopo sei mesi a Reich viene revocato il visto. Si sposta in Inghilterra e incontra l’antropologo Bronislaw Kaspar Malinowski.Tenta di rientrare nella Germania nazista con gravi rischi e più tardi si stabilisce a Malmo, in Svezia.

– 1935
Anche in Svezia gli revocano il visto. Con Elsa e le due figlie Eva e Lore, ritorna a Vienna. È inviato presso l’Università di Oslo, in Norvegia, per tenere conferenze sulla biofisica, dove ottiene le attrezzature necessarie per studiare la natura dell’energia biosessuale. Nel ‘36 giunge a importanti risultati sulla natura bioelettrica della sessualità e dell’angoscia.

– 1936/1939
Studia la natura cancerosa della cellula dalla disgregazione “bionosa” dei tessuti animali. Nel 1937 Reich studia per la prima volta le particelle vescicolari di energia che battezza Bioni, dalle quali si formano amebe e protozoi. Tutti gli esperimenti vengono filmati e scientificamente documentati. Nello stesso periodo inizia a studiare il cancro. Scopre i bacilli T nel sarcoma. Pubblicando i risultati sui Bioni subisce una dura campagna diffamatoria sostenuta da scienziati fortemente contrari alle sue teorie. L’obiettivo è quello di screditare Reich e i suoi studi. Nonostante questa ostilità, Reich presenta i risultati sui Bioni all’Accademia delle Scienze di Parigi. Dagli Stati Uniti, il professore di psichiatria Theodore P. Wolfe si reca da Reich per apprendere le sue tecniche. I due diventano amici. La campagna diffamatoria contro Reich continua, mentre egli, determinato ad andare avanti pubblica “Esperimenti Bionici” sull’origine della vita. Il rapporto con Elsa entra in crisi.

– 1939
Reich scopre ufficialmente l’energia Orgonica nei Bioni SAPA. Elsa lo lascia. Grazie al professor Wolfe ottiene un contratto come docente presso la New School for Social Research di New York. Diventa professore associato in psicologia medica.  In questo periodo trasferisce tutte le sue apprecchiature di laboratorio negli Stati Uniti. Conosce e sposa Ilse Ollendof che diverrà poi sua stretta collaboratrice. Il mondo entra in guerra.

– 1940/1945
Scopre la presenza dell’energia Orgonica nell’atmosfera. Costruisce una casa-laboratorio presso il lago Mooselookmeguntic, nel Maine. Fino al 1945 si dedica a ricerche sulla terapia organica nei processi legati al cancro. Nel 1941 incontra Albert Einstein. Tenta di ottenere invano i brevetti per gli accumulatori di energia Orgonica da lui costruiti destinati a curare il cancro. Alle due del mattino del 12 Dicembre viene arrestato dall’FBI come straniero di nazionalità nemica e viene rinchiuso nella base di Ellis con l’accusa infondata di essere filonazista.  Il giorno dopo una squadra di agenti FBI perquisisce il suo laboratorio. Il 5 Gennaio 1942 viene rilasciato. Costruisce nuove apparecchiature nel suo laboratorio, fondando successivamente l’Orgonon Institute e l’Orgonon Institute Press. Pubblica La funzione dell’orgasmo. Sviluppa le equazioni orgonometriche nel 1943.  Nel 1944 nasce il figlio Peter. Inventa poi il misuratore di campo orgonico. Nel 1945 viene fondato presso l’Istituto di Orgonon un laboratorio per i futuri studenti. Conduce ricerche sui campi biosifici dell’energia Orgonica. Pubblica un articolo sulla peste emozionale.

– 1946
Ottiene finalmente la cittadinanza americana. Tiene il primo corso ufficiale sulle sue teorie orgoniche.

– 1947
Mildred Edie Brady pubblica sul quotidiano “The New Republic” un lavoro dal titolo “The Strange Case of Wilhelm Reich”. È l’inizio di una nuova campagna diffamatoria. L’American Psychiatrich Association  e la New York Psychoanalitc Association denunciano e osteggiano Reich. I medici dichiarano che i suoi sistemi di cura del cancro sono fraudolenti e privi di basi scientifiche. Inizia in questo periodo l’indagine della FDA, Food and Drug Administration.

– 1948
Pubblica, nonostante le forti polemiche, “La biopatia del cancro” e “Ascolta, piccolo uomo!” In inverno si dà il via alla costruzione dell’osservatorio per l’energia orgonica mentre in primavera è pronto il primo motore orgonico. Nello stesso anno si tiene il primo convegno sull’energia Orgonica. Si costituisce l’Association for Medical Orgony.

– 1949
Le equazioni orgonometriche sono messe a punto definitivamente mentre si fonda la Wilhelm Reich Foundation destinata a preservare tutti i risultati delle ricerche.

– 1950
Viene istituito l’Orgonomic Infant Research Center per gli studi sulla salute del bambino e lo sviluppo prenatale. Si tiene il secondo convegno. Il 15 Dicembre inizia gli esperimenti Oranur sull’energia Orgonica e gli impatti ambientali. Pubblica “Bambini del futuro”.

– 1951
Con gli esperimenti Oranur, Reich cerca di verificare se l’energia vitale possa contrastare gli effetti della radioattività e dell’energia nucleare. Scopre la Dor, o “energia negativa”. Elabora l’ipotesi della sovrapposizione cosmica di due correnti energetiche orgoniche quale origine di uragani devastanti sulla Terra e nel processo formativo delle galassie. Pubblica “Etere, Dio e Diavolo” e “Sovrapposizione cosmica”.

– 1952
Numerose nubi di energia negativa passano sopra la sede di Orgonon. La sostanza nera, che Reich definisce “Melanor”, si deposita ovunque e viene analizzata. Le “aggressioni” di queste nubi si fanno sempre più numerose tanto che Reich fa evacuare la sede e l’osservatorio. Dà il via alla costruzione del Cannone Orgonico o Nubifugatore. Rileva che con l’apparizione di queste strane nuvole, la siccità e la desertificazione avanzano in modo inquietante. Concepisce la teoria sulla desertificazione indotta dalla Dor. Conduce esperimenti sull’induzione della pioggia mediante il Cannone Orgonico. Riesce a disperdere per la prima volta con il Nubifugatore le nuvole di energia negativa.

– 1953
Pubblica “Individuo e Stato”. Con una massiccia operazione di nubifugazione riesce a porre fine alla desertificazione imperante nel Maine. L’8 Luglio la US Air Force inizia un’operazione di Intelligence e controllo dell’Istituto Orgonon. Reich e i suoi stretti collaboratori scoprono come sfruttare positivamente le correnti di energia cosmica. Il 2 Settembre blocca un’altra siccità improvvisa sul New England, sperimentando nuove apparecchiature. Reich riesce a dimostrare l’esistenza di una corrente energetica di origine galattica. Sul finire dell’anno conduce con successo esperimenti per provocare temporali localizzati.

– 1954
Reich e i suoi collaboratori avvistano i primi UFO sopra la sede di Orgonon. Il 10 febbraio riceve una querela dalla FDA con la citazione di presentarsi in tribunale a Portland, nel Maine. In Marzo, Reich scrive alla sede dell’ATIC che si occupa del fenomeno UFO per segnalare, con dovizia di particolari, la sua esperienza. Acclude un rapporto tecnico sulla teoria secondo la quale l’energia Orgonica è sfruttata dagli alieni per compiere viaggia interstellari. Riceve l’ordine dal giudice Clifford della demolizione per “motivi di sicurezza” di molte apparecchiature situate ad Orgonon. Il 12 Maggio Reich avvista altri UFO sopra la Fondazione e usa il Cannone Orgonico, mettendoli in fuga. La moglie Ilse Ollendorf, sua collaboratrice fino a quel momento, lo lascia definitivamente, abbandonando Orgonon. Il 4 Settembre Reich e collaboratori sono testimoni di un altro avvistamento UFO: un disco diurno che volteggia sulla zona. Nello stesso mese riesce con successo a indurre la pioggia mediante il Nubifugatore in un’area brulla. Il 29 Settembre una formazione di quattro UFO grigio-neri sorvolano la sede di Orgonon.  Il 5 Ottobre altri tre dischi volanti vengono avvistati in piena notte: sono gialli e pulsanti e sembrano spiare la sede Orgonon. Due giorni più tardi, il 7, intorno alle ore 22.00 una formazione di quattro UFO si avvicina ai laboratori di Reich e quasi contemporaneamente molte persone nella zona iniziano a soffrire di disturbi fisici, che spariscono quando i due Cannoni Orgonici sono attivati e puntati verso l’atmosfera. Altre ondate di avvistamenti UFO sopra Orgonon si producono il 7, l’8 e il 9 Novembre. Il giorno 8 in particolare, gli UFO vengono bersagliati dai Cannoni Orgonici, registrando fortissimi sbalzi di energia nell’atmosfera con effetti meteorologici anomali in tutto il Maine. Violenti acquazzoni colpiscono lo stesso giorno la California e il deserto di Yuma. Altri sorvoli e altre “battaglie” orgoniche contro gli UFO il 14 e il 24 Novembre. Il 28 Novembre, per la prima volta, un UFO di dimensioni enormi a forma di sigaro con evidenti oblò circolari esplora la zona di Orgonon. Il 7 Dicembre, un assistente di Reich, il dottor McCullogh rimane paralizzato momentaneamente da un’energia sconosciuta  dopo il passaggio di alcuni UFO. Il 20 Dicembre una rete TV locale riprende sia gli avvistamenti UFO che le attività dei cannoni orgonici di Reich. Il 30 Dicembre un ispettore della FDA e lo sceriffo federale di recano ad Orgonon per cercare di capire cosa stia accadendo.

– 1955
All’inizio di Gennaio violente piogge colpiscono il Maine e Orgonon. All’alba del 13 Gennaio nel cielo appare un gigantesco UFO luminoso di colore giallo che attira dal nulla nuvole oscure nella regione. I Nubifugatori  di Reich  entrano in azione, disperdendo entrambi e l’energia negativa che si scarica sulla zona. Il 15 Febbraio viene percepita da tutti ad Orgonon una violenta esplosione che Reich ritiene sia di tipo nucleare. Vani tutti i tentativi di ottenere dal governo informazioni più precise al riguardo. Una rete TV trasmette un servizio giornalistico sulle attività di Reich e dei suoi collaboratori ad Orgonon. Il 19 e 20 Febbraio si registrano nuovi flap ufologici su Orgonon e relativi effetti meteorologici correlati. Il 21 Febbraio il governo conduce un test nucleare nel deserto del Nevada. Il primo Marzo un’altra bomba nucleare sperimentare viene fatta esplodere ancora nel deserto del Nevada. Si scatenano violente piogge ovunque negli USA con un forte incremento dell’attività UFO su Orgonon. I cannoni orgonoci vengono tenuti in costante attività abbassando i livelli di radioattività presenti nell’atmosfera. Il governo indaga a fondo inviando alcuni ispettori della FDA di nuovo da Reich, che li scaccia in malo modo dai suoi impianti. Reich e il dottor Silvert vengono convocati il 26 Luglio in tribunale. Reich assume la propria difesa e quella di Silvert innanzi al giudice Clifford. Una nuova udienza è fissata per il 30 aprile 1956. Reich si trasferisce a Washington D.C. con la figlia Eva, sposatasi nel frattempo con il dottor William Moise, stretto collaboratore dello scienziato.

– 1956
Il 30 aprile Reich, Silvert ed altri collaboratori citati in giudizio non si presentano in tribunale a Portland. Il giudice li accusa di latitanza e spicca un mandato di cattura avvertendo le autorità federali. Il primo Maggio Reich e Silvert vengono arrestati e in manette condotti in tribunale. Nei fatidici giorni 3, 4, 5,  e 7 Maggio si svolge il lungo processo contro Reich e Silvert e tutta la Fondazione Orgonon.  Il 7 Maggio la giuria emette il verdetto e il giudice Sweeney condanna Reich  a due anni di prigione e a un’ammenda di 100.000 dollari. Silvert è condannato a un anno di carcere. Il 5 Giugno le autorità federali su ordine del giudice danno il via alla distruzione degli accumulatori orgonici e dei cannoni. La persecuzione non si ferma: il 26 dello stesso mese vengono bruciati gli appunti e buona parte delle pubblicazioni di Reich, ma qualche ricercatore della Fondazione riesce a salvare le parti più importanti. Nel mese successivo anche gli accumulatori del laboratorio di New York vengono distrutti. Il 23 Agosto l’epitaffio: sei tonnellate di libri, appunti di laboratori, taccuini e diari, per una valore stimato di 15.000 dollari, sono gettati in un inceneritore di New York. Il tentativo di Reich di inviare una petizione alla Corte Suprema viene respinto.

– 1957
Esce per volontà dei suoi collaboratori l’ultimo grande lavoro di Reich: “Contact with Space”. La riduzione della pena è respintà dalle autorità giudiziarie. Reich e Silvert, chiusi nel penitenziario di Danbury, Connecticut, sono sottoposti a perizia psichiatrica: Silvert è ritenuto normale, Reich un paranoico. Il 22 Marzo Reich viene trasferito nelle carceri di Lewisburg in Pennsylvania, l’unico attrezzato per cure psichiatriche. Lo scienziato si rifiuta e viene di nuovo sottoposti ad esami specifici. Questa volta i medici lo trovano perfettamente sano di mente. Il 3 Novembre Wilhelm Reich muore per infarto nel sonno nella sua cella. Il funerale viene svolto ad Orgonon sotto una fitta nevicata con cinquanta dei suoi più stretti collaboratori. L’Ave Maria viene suonata durante l’ultimo saluto. La sua tomba è ancora oggi presente in un bosco silenziosamente affacciato sulle rive di un lago in prossimità dell’ex-Fondazione.

WILLELM REICH, GLI UFO E L’ENERGIA ORGONICAultima modifica: 2010-03-26T23:43:00+00:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

8 Responses

  1. senusret
    at |

    gli studi di reich sono veramente pioneristici. in particolare, se posso consigliare, avendoli letti tutti ( sugarco edizioni) la pietra miliare è : la biopatia del cancro. il perno del testo è la correlazione tra psichismo, emozionalità e le energie biologiche del corpo. il punto d’unione tra psiche e corpo che la scienza ufficiale cerca ( o fa finta di cercare) dai tempi di freud. freud, di cui reich era uno dei migliori allievi.
    ciao

  2. luigi spreafico
    at |

    Mi piace leggere riguardo questo tipo di energia orgonica.H o rispetto di Reich e cio che avete scritto èmolto apprezzato.Io sono un progettista e vorrei costruire un cannone orgonico, ma non conosco i principi di base,i quli mi aiuterebbero a rifinire anche la cabina orgonica.Ciao a tutti voi.Luigi.

  3. luigi spreafico
    at |

    “di base, i quali mi aiuterebbero a rifinire anche la cabina orgonica.”Questo è il mio pensiero .Grazie a tutti.Sono Luigi Spreafico.

  4. Luigi spreafico
    at |

    Carissimi amici,noi “tutti”dovremmo prendere in mano il nostro destino.Il futuro si manifestera’buono o cattivo se lavoreremo spalla a spalla in direzione del buon senso .Reich è una persona da prendere a modello ci ha lasciato una eredita una scoperta che è la creatrice della vita stessa. Orgone è uguale a qualsiasi cosa puo immaginare la tua fantasia.è una componente che crea la vita.Si puo fare qualcosa per rendere la vita eccezionale :lo strumento è l’energia Orgonica,ma la si deve capire.Ciao .Luigi.

  5. giusi
    at |

    Mi piacerebbe approfondire lo studio di reich insieme ad un gruppo . Ciao

  6. domenico
    at |

    ho seguito le teorie del suo allievo Loen, per cui vorrei approfondire sui temi di Reich

  7. luigi spreafico
    at |

    Cara Giusi,come vedi debba essere gestito il gruppo? Luigi.

  8. giuli
    at |

    Caro Reich,come vorrei che tu tornassi per raccogliere l’affetto che noi ti manifestiamo,Siamo all’alba di una spaventosa realtà ,la quale se non verrà fermata colpirà questa civiltà in modo mortale.Io so che tu hai la risposta di come invertire la spirale discendente:droga ,carestia, guerre ,scie chimiche,morgellons,HAARP,nanotecnologie per trasformarci in zombi spirituali,ecc. Sento un grande bisogno di essere di aiuto,e anche se mi stò muovendo in tale direzione ,capisco che c’è bisocno di un gruppo di ricerca a cui tu dovresti esserne a capo.So che sei da qualche parte,che il tuo coraggio non è passato innoservato,per ciò che mi riguarda ti aspetto affinchè il tuo operato sia ripristinato.TORNA e dirigici in direzione della vittoria sullo spirito.Con immensa stima Luigi.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.