FIGLI DI UN DIO MAGGIORE E DI UN DIO MINORE

pierodicosimogiovanniem4LEGGERE CON ATTENZIONE IL VERSO DI GIOVANNI

“Chiunque è nato da Dio non persiste nel commettere peccato, perché il seme divino rimane in lui, e non può persistere nel peccare perché è nato da Dio. In questo si distinguono i figli di Dio dai figli del diavolo: chiunque non pratica la giustizia non è da Dio; come pure chi non ama suo fratello” (1 Giovanni 3:9,10).

SOTTOLINEO I PUNTI-CHAVE DI QUESTO PASSO CRUCIALE

1) CHIUNQUE è NATO DA DIO….ergo non tutte le anime nascono da Dio

2) INFATTI esistono i figli del Diavolo, ovvero i FIGLI DEL CREATORE ARCONTICO

3) QUELLI NATI DA DIO HANNO UN SEME DIVINO, UNA SCINTILLA

4) OVVIAMENTE LE ANIME CHE VENGONO DAL SUB-CREATORE NON SONO DOTATE DI SCINTILLA. ERGO GLI è PRECLUSA LA RESURREZIONE, CHE CRISTO ATTRIBUISCE ALLA PRESENZA DI QUEL PICCOLO SEME CHE CONOSCIAMO COME LUZ. INFATTI YESHUA DICE: Luca 20,36 e nemmeno possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, essendo figli della risurrezione, sono figli di Dio

5) PUNTO DI IMPORTANZA CAPITALE. GIOVANNI DICE: chiunque non pratica la giustizia non è da Dio. Ovviamente QUI GIOVANNI ALLUDE AL MELKIZEDEK, IL DIO DI GIUSTIZIA, COLUI IL CUI ATTRIBUTO NON è il SEMPLICE AMORE, MA LA GIUSTIZIA. E I SUOI FIGLI PRATICANO LA SUA GIUSTIZIA

6) FRATELLO NON E’ IL SALUMIERE CHE LAVORA SOTTO CASA MIA, O IL MIO BENZIANAIO. SCORDATEVELO. FRATELLO è UNA FRATIO, UNA FRAZIONE, UNA PARTICOLA DELLO STESSO PADRE. MIO FRATELLO è FIGLIO DELLO STESSO MIO PADRE. NESSUN FIGLIO DEGLI ARCONTI SARA’ MAI MIO FRATELLO.

A PROPOSITO DI FIGLI DI DIO e FIGLI DEL DIAVOLO citati da Giovanni

E’ OVVIO CHE QUI SI ALLUDE AI FIGLI DI UN DIO MAGGIORE E ai FIGLI DI UN DIO MINORE.
FIGLI DI UN DIO MINORENel noto film FIGLI DI UN DIO MINORE, la protagonista era MUTA, ossia NON DOTATA DI VERBO….

E NON è FINITA QUI…QUESTA è MERAVIGLIOSA….

GLI EBREI TRASLITTERANO DIO come D-O: che è poi la NOTA DO

E ALLORA MI è VENUTO IN MENTE CHE ESISTE UN DO MAGGIORE e UN DO MINORE…

215px-Do_maggiore 215px-Do_minore
ENTRAMBI SONO TRE NOTE…SOLO CHE LA PRIMA è ALLEGRA, NELLA SECONDA CAMBIA LA SECONDA NOTA, UN SEMITONO, CHE RENDE TRISTE E SOFFERENTE LA SCALA…..UNA SEMPLICE NOTA DIVERSA E DA ALLEGRA DIVENTA TRISTE…

FIGLI DEL DO MAGGIORE E FIGLI DEL DO MINORE…

E qui mi sovviene il capitolo iniziale del Silmarillon di J.R.Tolkien, in cui Melkor il ribelle cerca di boicottare la musica di Iluvatar, l’Altissimo, con una nota di disturbo. E credo fosse una nota grave per seminare il dolore nella gioia della musica dell’Altissimo

FIGLI DI UN DIO MAGGIORE E DI UN DIO MINOREultima modifica: 2014-02-17T16:02:59+00:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.