Mike Plato confuta le affermazioni del Sufi S.H.Nasr

Pubblico qui alcune affermazione di un maestro sufi e relativi miei commenti

 

«Seguire il Sufismo significa morire gradualmente come sé per diventare il vero Sé, cioè rinascere diventando consapevoli di ciò che si è sempre stati dall’eternità (azal), pur senza esserne consci, finché la trasformazione necessaria sia avvenuta. Significa scivolare fuori, cioè liberarsi della propria forma come un serpente della propria pelle».
Mike: ciò è vero

«La dottrina sufi non afferma che Dio è il mondo, bensì che il mondo, nella misura in cui è reale, non può venire essenzialmente alienato da Dio; se così fosse si giungerebbe a una seconda realtà del tutto indipendente, a una natura divina autonoma, la quale distruggerebbe l’assolutezza e l’unicità che appartengono soltanto a Dio»
Mike: Ciò non è per la gran parte vero. Dio e questo mondo sono antitetici e Lui stesso pone l’alternativa. In Genesi Dio pone uno spartiacque tra Acque di Sopra (regno di Luce) e Acque di Sotto (Regno Materiale) dividendoli con lo Shamaim (regno astrale)

«Non è possibile seguire un’autentica via spirituale senza la guida di un maestro… Il maestro sufi è il rappresentante della funzione esoterica del Profeta dell’Islam… La funzione del maestro spirituale… è appunto quella di rendere attuabili la rinascita e la trasformazione spirituali»
Mike: ciò non è affatto vero, o comunque parzialmente vero. Dio può istruire direttamente chi vuole, come vuole e quando vuole , secondo il logion di Gesù: IL VENTO SOFFIA OVE VUOLE E TU NE ODI LA VOCE, COSI è DI CHIUNQUE VIENE DALLO SPIRITO

«La molteplicità delle religioni è il risultato diretto dell’infinita ricchezza dell’Essere divino»
Mike: ciò è vero

«Per essere in armonia con la Terra, bisogna esserlo con il Cielo»
Mike: ciò è vero

«Essere felice con la natura significa… accettare le sue norme e i suoi ritmi, e non cercare di dominarla e di sopraffarla»
Mike: ciò non è del tutto vero. Adamo fu creato per dominare la natura inferiore dentro e fuori di lui, fu creato per divorare la terra in cui cadde, non per salvarla. Ciò che aAdamo deve salvare è la natura sottile del mondo che una volta era Eden. Adamo era l’estensione di Dio utile affinchè Dio trionfasse sulla materia. Questo progetto si completerà alla fine del settimo giorno, e solo dopo tale tempo vi sarà l’eterno riposo sabbatico. Il dominio che l’uomo odierno cerca di attuare è di altra natura

«L’uomo moderno ha perduto il senso della meraviglia, a causa della perdita del senso del sacro»
Mike: ciò è vero, e aggiungo che un iniziato è tale solo se si meraviglia di un mondo che vede con nuovi occhi. Ciò è chiamato “stupore infantile”, ma va inteso in senso iniziatico e finalizzato ad una ricerca iniziatica

«Come l’uomo, le Sacre Scritture sono composte di corpo, anima e spirito oppure delle dimensioni letterale, morale e sapienziale o spirituale. Non tutti i lettori possono comprendere il significato interno presente nel testo, ma anche quelli che non possono afferrare questa saggezza sono coscienti che c’è un qualche tipo di messaggio nascosto nel libro di Dio»
Mike: ciò è verissimo. Ne parlò anche Dante nel Convivio 11.1

«La deificazione del processo storico in termini secolari si è imposta nel mondo moderno non solo perché gli insegnamenti metafisici sul tempo e sull’eternità sono stati dimenticati, come effetto della desacralizzazione che ha pervaso sia la sfera della conoscenza e che il mondo fisico, ma anche… a causa della particolare enfasi posta dal Cristianesimo sulla storia, enfasi che non si rileva in altre tradizioni»
Mike: ciò non è assolutamente vero. Il vero cristianesimo, quello primitivo, sosteneva che la storia e il tempo sono illusione. E’ stata la Chiesa Romana a caricare l’enfasi sul “secolo”. Paolo stesso afferma l’illusorietà del tempo: “non conformatevi alla mentalità del secolo”

«L’uomo scorge sempre nella natura il riflesso del suo essere e la concezione che egli ha di se stesso»
Mike: è vero. Ciò che è fuori è dentro, e dentro è fuori. il fuori è lo specchio del nostro universo interiore. la terra è a immagine del cielo (il celato, l’interno, l’immanifesto)

«Considerata come un testo, la natura è un complesso di simboli che devono essere letti in accordo al loro significato»
Mike: Ciò è vero, se diamo alla natura un’accezione estesa, intesa come tutto ciò che è esterno a noi

«Dal punto di vista islamico l’unico legislatore è Dio. L’uomo non ha facoltà di fare leggi: egli deve obbedire alle leggi che Dio ha inviato sulla terra per lui. Quindi qualunque governo, per ideale che sia, dal punto di vista della Shari’ ah è privo di potere legislativo in senso islamico. Funzione del capo politico non è emanare leggi ma metterle in atto. L’elemento cardinale è costituito dall’esistenza di una legge divina, che deve essere amministrata nella società umana»
Mike: ciò è vero, ma occorre dire che l’uomo ilico o terrestre segue la legge di poteri divini inferiori, e non certo quella del Dio Altissimo. Egli non conosce nè il Dio Altissimo nè la sua legge, seguita da pochissimi

«Non vi è nulla di più inutile e persino pernicioso che creare un sincretismo da varie religioni con pretese di universalità, mentre in realtà non si fa altro che distruggere le forme di religione rivelate, le quali sono le uniche a rendere possibile la relazione fra il relativo e l’Assoluto, fra l’uomo e Dio»
Mike: ciò è vero solo per chi decida di seguire un solo raggio. Pochi riescono ad estrarre i migliori frutti da tutti i raggi. Il sincretismo è un’arte che bisogna saper esercitare

«L’Islam considera l’uomo quale egli è nella sua natura essenziale, e Dio quale Egli è nella sua assoluta realtà. Il punto di vista islamico è fondato sulla considerazione dell’Essere divino quale è di per se stesso, e non in quanto incarnato nella storia»
Mike: E’ corretto. Questa era anche l’idea di Henry Corbin

Mike Plato confuta le affermazioni del Sufi S.H.Nasrultima modifica: 2009-02-02T15:51:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.