UFO CARNEFICI DELL’UOMO

Qui presento ampi estratti da un libro ormai da molto fuori commercio. Mi colpì per la sua tesi coraggiosa e audace: gli ufo sono espressione di una forma di vita più potente dell’uomo che utilizza la razza umana per scopi egoistici. Pur non abbracciando tesi di natura gnostica, Petrus (questo il nome dell’autore) sembra aver colto e intuito la vera e subdola natura del fenomeno Ufo, definibile come espressione di una razza sovrumana che agisce su una diversa e superiore frequenza

 

UFO CARNEFICI DELL’UOMO di PETRUS

IL LIBRO PARTE DA DUE ASSUNTI
1.    Non esiste solo questo universo, esistono altri universi secondo uno schema verticale
2.    L’uomo non è all’apice della catena alimentare. Lo è in questo universo, ma quelli dell’universo superiore sono a lui superiori
3.    Secondo il principio delle corrispondenze alto-basso, invisibile-visibile, come l’uomo si nutre di animali, così in alto qualcuno si nutre di lui. Come l’uomo crea fattorie e recinti per tenere a bada gli animali di cui si nutre, altrettanto esseri superiori, i SULTANI, ghettizzano l’umanità trattandola come bestiame da allevamento

WarOfTheWorlds.jpgUna delle incognite più inquietanti della nostra epoca è costituita dagli UFO. Teorie che inquadrino il fenomeno in modo completo e sufficiente attualmente non esistono. Tali difficoltà mostrano chiaramente che il fenomeno non appartiene al nostro mondo reale, ma ad un mondo ulteriore, definibile solo mediante l’estensione di idonee leggi fondamentale regolanti il nostro mondo. Il problema degli UFO non è risolvibile cercando di capire gli UFO, bensì cercando di capire ciò che non è UFO e procedendo poi con le leggi così trovate fino a stabilire una continuità coerente delle proprietà assodate. Altrimenti ci si dovrà rassegnare ad avere idee tanto più confuse quanto più si approfondirà l’argomento. Le documentazioni esistenti fanno protendere da un lato verso un’origine extra-terrestre del fenomeno, dall’altro pongono in evidenza l’assolutà estraneità dei fenomeni UFO con quelle che sono le leggi della fisica del nostro universo. Smaterializzazioni e materializzazioni istantanee, forme invisibili all’occhio umano e visibili in fotografie chimiche o digitali, o con il radar. Non si tratta di un problema di distanze interplanetarie, ferme restando le nostre leggi fisiche, bensì di un problema di leggi fisiche che potrebbero rendere inesistente il problema delle distanze. Nel senso che la fenomenologia UFO potrebbe essere propria del nostro pianeta, come conseguenza di leggi spazio-temporali a noi sconosciute. Si può affermare che il fenomeno assuma spesso tratti tipici della fenomenologia medianica (spiritistica o parapsicologica), senza per questo scomodare l’Onnipotente o  presunte civiltà aliene provenienti da chissà quale quadrante del tempo-spazio. Vi è continuità tra universi differenti, e possiamo intravedere come l’universo inferiore possa costituire il nutrimento dell’universo superiore. L’universo biologico è pensabile possa costituire l’alimento di un universo ad esso superiore, che facilmente può esser definito Universo Ultra-Biologico. La comunicazione alimentare tra gli universi biologico e ultra biologico avviene principalmente tramite i rappresentanti più evoluti del regno biologico, e quelli meno evoluti del regno ultra-biologico. Questo processo nutrizionale realizza il Verso Evolutivo. Ma vi è anche il processo opposto e complementare in cui l’universo superiore nutre quello inferiore, e questa è la Verso Involutivo. Questa comunicazione di diversi universi è qualcosa di differente dalla comunicazione intrauniverso, nel senso che un elemento di un universo inferiore non può giungere ad un universo superiore utilizzando un universo intermedio come stadio di transito. Qualsiasi elemento che dovesse passare da un universo inferiore ad uno immediatamente superiore, viene travolto da leggi che gli impongono una serie di adattamenti e condizionamenti fino ad integrarlo come componente tipico di tale universo superiore. Da questo nuovo ruolo, l’elemento dovrà poi evolversi fino alla condizione evolutiva massima di quell’universo, che gli consentirà di giungere poi all’universo superiore e così giungere all’assoluto della condizione divina

La Forza Psichica
L’energia psichica è presente, in qualsiasi corpo dell’universo, in misure proporzionalmente maggiori all’energia termica che il corpo è capace di non disperdere nell’ambiente, come ne fosse una conseguenza. Così tale energia psichica è maggiore in una pianta piuttosto che in una roccia, ed è maggiore in un animale piuttosto che in una pianta. Nell’uomo essa è elevatissima, ma può esistere anche in una quantità più elevata, come conseguenza di un organismo ultrabiologico, ultraumano. Come nel Verso Involutivo tutta la materia tende a trasformarsi nel calore dell’energia nucleare radiante (stelle), così nel Verso Evolutivo tutta la materia tende a trasformarsi in energia psichica. Nel Verso Involutivo lo stato materiale ultimo è quello presente nelle stelle (buco nero), ma nel Verso Evolutivo lo stato materiale ultimo non è quello dell’uomo. C’è un’ulteriore espressione vitale, c’è un ulteriore mondo esistenziale: quello degli UFO per intenderci. Oltre a tale stato non c’è più neanche la materia. C’è Dio.Fire+in+the+Sky+Alien.jpg
Un UFO si comporta come una molecola che possa scindersi e poi ricomporsi. Quando entra nel nostro mondo gravitazionale esso realizza un aspetto involutivo, e perciò sottrae calore. Quando tale UFO esce dal nostro universo e rientra nel suo universo superiore, realizza un aspetto evolutivo e perciò cede calore. Questa entità energetica, ossia energia psichica, è la differenza esistente tra corpi biologici e ultrabiologici. Una differenza di quantità che nasce da una differenza della qualità della struttura materiale. L’anima dei corpi biologici è la stessa entità energetica che, sviluppata dall’organismo ultra-biologico in quantità enormi in ragione della perfezione di esso, è capace di contrarre il tempo e lo spazio oltre le normali possibilità contrattive. L’anima è l’energia regolatrice della possibilità di scambio termico con l’ambiente consentita alla materia, di qualunque tipo essa sia. Questo fatto suggerisce che gli UFO sono veicoli capaci di emettere o assorbire energia psichica in modo artificiale, volto a non far compiere queste emissioni oppure assorbimenti direttamente alla struttura corporea degli ultrauomini (angeli). Come l’uomo, per spostarsi, utilizza l’auto o un vettore aereo, così è pensabile che tali ultrauomini utilizzino, per la creazione e il controllo della forza psichica, espressioni energetiche a loro inferiori, ma con caratteristiche tali da consentire una loro agevole manipolazione. Tutti i veicoli sono fatti da quell’essere umano che emette calore per esistere e dovendo sostituire la funzione locomotoria umana, funzionano emettendo anch’essi del calore. Per similitudine (come in basso così è in alto) è pensabile che siccome la natura degli ultrauomini è basata non tanto sull’emissione di calore ma di energia psichica, la propulsione degli UFO avvenga mediante l’emissione di concentrazioni di energia psichica maggiori di quelle consentite alla natura degli occupanti UFO. La differenza tra gli uomini e gli ultrauomini sta nella capacità di questi ultimi di essere posti su di un’onda o spazio-tempo, più grande, più lunga, più immobile. Ciò è loro consentito dal sottrarre energia all’onda biologica (o meglio dal non emettere l’energia che altrimenti la determinerebbe) mediante la contrapposizione di un’altra equivalente espressione energetica: l’incremento di energia psichica rispetto al livello psichico dell’organismo umano. Finchè l’organismo dell’uomo emetterà nell’ambiente la quantità di calore che emette attualmente, l’esistenza umana sarà costrettà ad oscillare con l’ampiezza e la frequenza dell’onda biologica. Quando l’uomo riuscirà ad impoverirsi della sua gravitazionalità emettendo inizialmente una quantità di calore anche maggiore, si avrà conseguentemente lo sviluppo delle sue energie psichiche che si troveranno a dover eliminare la restante forza ultrabiologica. Allora, a causa delle sue diminuite capacità di emettere calore, l’uomo passerà ad una vibrazione spazio-temporale più lenta ed appiattita, e non sarà più uomo. La brevità delle apparizioni UFO, la nebbia o nuvola che creano quando entrano nel nostro universo, è dovuta alla per loro grande quantità che essi ultrauomini devono assorbire per dilatare il loro tempo-spazio fino alle nostre dimensioni reali. Quantità tale che che per la fatica strutturale che richiede rende assurda una loro apparizione che si prolunghi per qualche giorno o mese. Una brevità, dunque che ha motivazioni analoghe a quelle che impongono la brevità della trance medianica. Gli ultrauomini sono come sommozzatori dotati di idoneo equipaggiamento, i quali possono restare immersi tutt’al più fino a quando possono sostenere la fatica conseguente all’assorbimento della pressione esercitata dall’acqua sovrastante. L’universo inferiore dipende dall’universo più contratto, nel senso che il suo destino ondulatorio dipende da quanto rappresentato dall’onda più lunga. Benché ogni universo abbia una propria vibrazione che gli dà l’illusione di un’autonomia, in effetti tale libertà vibratoria è costretta a seguire il percorso dell’onda più lunga degli universi superiori. L’eternità non è una condizione legata alla vita in un un corpo e di un corpo. Essa può appartenere solo a qualcosa che non appartenga più all’universo. Fuori l’universo non c’è nessuno che si preoccupa di noi, ma nell’univeso sì, e questi sono gli ultrauomini che hanno bisogno di noi per nutrirsi ed esistere. Costoro sì che si preoccupano del nostro benessere, perché se l’umanità si estinguesse per costoro sarebbe la fame, la fine. Essi non si nutrono di calore ma di energia psichica sintetizzata dagli organismi biologici e soprattutto dall’uomo. Attenendoci alla regola che l’espressione materiale con esponente maggiore si nutre dell’espressione materiale con esponente energetico inferiore, dovremmo concludere che siamo noi uomini l’alimento degli ultrauomini. Comunque se questa è l’agghiacciante situazione umana, resta peraltro una minima possibilità che qualcosa di noi, un giorno, riesca ad andare fuori dell’universo e divenire Dio L’umanità  ha già raggiunto il suo punto di sviluppo razionale ottimale: procedere oltre nell’indagine del dettaglio significherebbe perdere coscienza delle finalità dell’esistenza umana. E’ ora che le energie umane si associno nella ricerca di nuovi livelli esistenziali, per giungere ad un universo in cui la razionalità diventi, rispetto alle nuove capacità conoscitive acquisite in modo strutturale, un aspetto insignificante. La proprietà evolutiva della materia verso espressioni e forme sempre più numerose è il significato più profondo della parola libertà. La materia tende ad essere sempre più libera mediante lotte protratte per un tempo indefinito con tutte le forze dell’universo. Fino a realizzare la libertà assoluta della natura divina dopo aver vinto oltre alle forze di questo universo anche la forza ultrabiologica (astrale). Provenendo dall’universo ultrabiologico, gli ultrauomini sottraggono calore dalle cose a livello atomico, mediante la cessione ai corpi della loro energia psichica, che devono diperdere per poter scendere nel nostro universo gravitazionale. Dato che tale energia psichica crea evoluzione in tali corpi, automaticamente essa fa emettere da essi l’equivalente quantità di calore connessa a tale loro processo evolutivo. Quando invece gli ultrauomini emettono calore per evolversi e tornare nel loro universo, essi debbono assorbire dell’energia psichica dall’ambiente, cioè dalle cose ambientali che, per effetto, si involvono ed assorbono proporzionalmente il calore emesso in tal modo dagli ultrauomini. I corpi ultrabiologici sono incapaci di emettere grandi quantità di calore, giacchè il calore che i corpi biologic emettono impedirebbe agli ultrauomini di realizzare le maggiori distanziazioni strutturali interne. Il passaggio all’universo ultrabiologico determina l’emissione di una grande quantità di calore. Se l’uomo è il culmine dell’evoluzione, devono allora esistere altri aspetti della realtà, oltre l’uomo. Degli umanoidi che vaghino attraverso le galassie con i loro dischi alla ricerca di un qualcosa, sono un’immagine troppo simile a quella dell’uomo, per poter rivestire quei significati di ulteriore perfezione connessi con uno sviluppo evolutivo verso significati esistenzialmente più validi. Tale evenienza sarebbe una contraddizione, giacchè più gli esseri sono perfetti, meno hanno necessità di spostarsi pur avendone la possibilità. Segue che gli UFO debbono appartenere ad esseri non eccessivamente perfetti (IMPERFETTI CORPI DI LUCE). Gli ultrauomini sono la causa di tante sventure umane, a causa di loro imprescindibili necessità alimentari e che sopperiscono alla loro assenza di crudeltà impegando la crudeltà degli uomini per ottenere i loro scopi. Un uomo potrebbe essere diciamo buono, mansueto, e non crudele verso gli animali, ma non di meno nutrirsene per le sue esigenze vitali. Gli UFO sono sono esseri volanti volti alla distruzione dell’uomo, dotati dell’acquisizione di ulteriori dimensioni spaziali. L’uomo non può capire ciò che è al di sopra del suo livello esponenziale, proprio come una pianta o un animale non sanno cosa l’uomo stia facendo con loro e di loro. Gli è impossibile sottrarsi all’esigenza di questa espressione energetica superiore di mangiarlo. Più però l’uomo si rende conto di questo suo triste destino, più egli può contrastarlo, perché la stessa presa di coscienza della realtà è consentita da presupposti evolutivi che consentono tale lotta. Spontaneamente sorgono in lui risorse psichiche atte a modificare positivamente la sua struttura psicobiologica. Come una pianta si crea le spine per difendersi vittoriosamente da certi animali, di cui ha percepito il pericolo. Dove non ci sono difese, non c’è presa di coscienza. L’uomo delega all’ambiente, e non a se stesso, la propria difesa. La fiducia in una benevolenza ambientale è la causa prima di questa mancata presa di coscienza, perché la convinzione di essere amati dall’ambiente impedisce alla singola anima di rendersi conto della sua intrinseca inferiorità che potrebbe renderlo vittima dell’ambiente generico. Come nel nostro regno biologico, anche nel regno degli ultrauomini c’è un’organizzazione tale da realizzare un ciclo nutrizionale per l’intera collettività.  C’è chi è preposto alla coltivazione dei campi e chi invece si accontenta di cogliere i frutti se e quando la pianta li produce. Esistono ultrauomini con il compito e i mezzi per raccogliere enormi quantità di energia psichica umana (Angeli Inferiori) mediante la gestione delle guerre e esistono altri ultrauomini che con i loro fabbisogni familiari giornalieri attingono ai drammi della famiglia umana, di cui sono parassiti occulti (Demoni).

01-contact-approach.JPG


Nelle nostre case, nelle nostre strade, c’è l’immanente presenza di Ultrauomini che tramano continuamente per realizzare il nostro dolore e anche la gioia, e le nostre morti violente, per nutrire i demoni necessari alla loro alimentazione. Dobbiamo vigilare sulla coerenza delle nostre azioni per esercitare un più efficace controllo sui nostri istinti. L’uomo possiede un proprio equilibrio psicologico con un suo potenziale destino di gioie e dolori, ma è tuttavia soggetto a manipolazioni psichiche esterne con le loro conseguenze psico-biologiche volte a realizzare condizioni di sofferenza. Questi Angeli appartengono ad un regno che non potrebbe farci assolutamente nulla se noi chiudessimo loro volontariamente i canali di interferenza con il nostro mondo. Questi canali sono costituiti dall’equivoco e dall’istinto irrazionale. Per chiudere tali canali, basterebbe rendersi conto che qualsiasi nostra azione, che potrebbe potenzialmente arrecarci dolore, potrebbe essere stata indotta dagli ultrauomini. Questa presa di coscienza sarebbe infatti sufficiente per farci agire in un modo più pacato, più saggio, in un modo contro cui la rabbia degli angeli inferiori non potrebbe alcunché. Basta togliere agli angeli le loro armi basate sull’ambiguità per renderli del tutto inoffensivi. Ma non dimentichiamoci che oltre ad essere ultrauomini sono anche ultraintelligenti e ultraperfidi. Cerchiamo anche noi di essere ultradiffidenti e cerchiamo di vedere l’intervento delle loro azioni malvagie sempre e ovunque anche nelle azioni delle persone sorridenti che ci circondano. Ciò non è affatto facile perché la natura umana cerca l’appagamento di un bisogno d’amore, da ricevere e da dare, e la diffidenza contro tutti sarebbe l’equivalente del non aver bisogno  della considerazione di nessuno. Tuttavia, dobbiamo provarci perché anche se non riusciamo ad evitare errori, almeno prendiamo coscienza delle loro origini. Se consideriamo che da sempre gli ultrauomini si sono nutriti degli uomini senza alcuna coscienza da parte di questi, c’è da dedurre che ciò che di noi uomini costituisce il loro alimento, non è facile da sapere. Sarebbero le energie psichiche, cioè le nostre anime, che si liberano dal corpo quando muore, oppure quando soffre. Gli ultrauomini si nutrono proprio di questa forza psichica di origine umana. Essi vogliono che l’uomo sia violento, sia aggressivo, sia irragionevole, che sappia seminare lutti e distruzione. Siamo in un enorme campo di concentramento e nessuno si accorge di nulla e l’illusione è una gran consolatrice. Come l’uomo si ciba di alimenti complessi che sono quelli a struttura più complessa, altrettanto gli ultrauomini si cibano dell’uomo che, in questa realtà è la struttura di vita più complessa e a maggior gradiente psichico-energetico. E’ attraverso le guerre che gli ultrauomini vendemmiano la sua linfa esistenziale o anima, per concimare le loro coltivazioni di demoni. Coltivazioni e non allevamenti perché i demoni sono più analoghi alle piante che agli animali. Tali angeli si servono proprio degli uomini più ricettivi alle tentazioni del male, quelli psicobiologicamente più votati per natura alla morte, per usarli come esche volte ad intrappolare grandi masse umane,per esempio facendone dei leaders politici. Ci uccidono in modo subdolo, efficiente, senza violenza, delicatamente, ottenendo tutto senza alcuno sforzo, perché siamo noi a lavorare per loro.

UFO CARNEFICI DELL’UOMOultima modifica: 2009-02-04T22:12:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

29 Responses

  1. emanuele
    at |

    è estremamente interessante questa tesi di Petrus, sugli Ufo: mi fa pensare alla dominazione arcontica, però mi chiedo: se è possibile ipotizzare ( come fa l’autore) altri universi con Iperumani, non potrebbero esserci anche esseri evoluti e non sfruttatori egoisti oltre alle suddette entità cosi negative?
    Cosa puoi dirmi Mike al riguardo?

  2. mike plato
    at |

    Emanuele. Certo che esistono altri esseri evoluti, ma appartengono a dimensioni di ordine di molto superiore a questo nondo. Leggi PLEROMA in vocabolario gnostico

  3. mauriziox
    at |

    mike, dove si puo trovare questo libro?! sono incredibile le similitudini e i paralelismi con i testi gnostici!!

  4. astheria
    at |

    Colgo nelle tue parole una grande sofferenza ,
    che nulla ha a che fare con gli arconti ne gli Ufo. Credo che sia interessante notare come i nostri bisogni più profondi, ci indichino e tradiscano in realtà le nosre vere intenzioni.
    La tenebra come giustamente dici, si nutre di luce. Ma anche di canali che la utilizzano impropriamente, e che da essa attingono la propria forza vitale, per chiudere le menti delle anime semplici all’ordito del piu alto livello arcontico, che è credo, quello di tipo arcangelico deviato.
    Ad essi, tu, ti riferisci con tanta veemenza.
    Il processo di ascensione del veicolo di luce umano, si è da tempo distaccato dal ruolo del piano arcangelico deviato.
    Lasciando che le propaggini di esso, imbrigliassero ancora la nostra realtà, secondo un modello di ascensione del principio stesso che ha concorso a maturarlo.
    E lo ha fatto proprio grazie anche a questi livelli deviati che hanno contribuito ad enucleare la materia pesante di quelle particelle asincrone, che meriterebbero una certa attenzione. Se non altro, solo per il fatto che esistono nel nostro ordine temporale. Quando le nostre scuole iniziatiche antiche, suggerirono il bisogno di portare il processo di individualizzazione nella forma attraverso la conoscenza dei piani
    alternativi di coscenza, lo fecero a ragion veduta, permettendo ad ogni principio coscenziale di affermarsi, secondo conoscenza e liberandolo dall’obbligo di servire un “unico padrone” per così dire.
    Questo rappresenterà per noi come umanità, il principio stesso del risveglio iniziatico e in definitiva l’unica protezione possibile, contro gli altri “noi stessi” che tanto sentiamo di combattere.
    Questo ha fatto, di noi esseri umani, dei “mutanti in perenne conflitto con noi stessi” Ma anche la meraviglia della creazione fisica che ci permetterà secondo il processo naturale della coscenza, di “scegliere sempre e solo chi servire”.
    Se un principio legato all’ organizzazione degli “essere caduti”, o un principio di sofferenza, liberatoria, che ci aiuti ad identificare con la nostra consapevolezza aquisita il maggiore livello di fusione con la nostra anima.
    E in definitiva con altre specie di questo quadrante.

  5. julianrosenberg
    at |

    ottimo blog!qui si parla di vero esoterismo!mi occupo da tempo di cabala esoterica (per intenderci non quella letta sui libri) e confermo appieno che la questione ufo ha poco a che fare con la materia solida e molto a che fare invece con i piani sottili della realtà!gli ufo hollywodiani fanno parte dell’insabbiamento;poichè tra qualche tempo i mutamenti cosmici costringeranno certe “cose”a rendersi più visibili è già da un pò che questi preparano la versione alternativa diloro stessi come docili esploratori dello spazio!quando non si può più nascondere la verità quantomeno la si manipola a prorprio piacimento!inoltre nel 2012 ciò che avverrà sarà più a livello cosmico che a livello “sbarco degli ufo”!un saluto

  6. mike plato
    at |

    Ben detto, Julian e benevenuto in queste lande di coraggiosi. Ne stiamo facendo arrabbiare molti con questo Blog

  7. Lady Isabel
    at |

    Ciao Mike io popolo il tuo blog per farli arrabbiare ancora di piu’

  8. Lady Isabel
    at |

    Ci vediamo domenica a Napoli…… Va bene????????

  9. sepo
    at |

    Ciao a tutti.
    Mi fa piacere trovare riferimenti a questo testo “di famiglia”.
    …sono cresciuto con questa teoria nelle orecchie, eh eh eh, e guarda come sto messo :)))
    Ho segnalato questa discussione a “Petrus”; so che ha qualche copia “salvata” da un rogo sul finire degli anni ’80. Se vorrà offrirla credo scriverà. Altrimenti… fotocopie! 😉
    La visione di Petrus è disperante. Inoltre è meccanicistica… anche se a tratti esplode in intuizioni eccellenti, definendo trasmutazioni dell’energia in materia, inosservate sovrapposizioni dimensionali, ecc.

    D’altronde così è anche lui stesso… ciao papà!

  10. Eros
    at |

    …alieni che tengono i fili del mondo…mmmm. Mi viene in mente il rapporto P2, dove Andreotti risultava il vertice di unione tra la piramide “fisica” definita dalla lista dei piduisti nella rispettiva gerarchia, ed una piramide rovesciata… straniera (che suona anche come “aliena”)… qualcun’altro ricorda questo dettaglio?

  11. Poeta Rolando
    at |

    Caro Mike,
    mio figlio mi ha segnalato la recensione che hai fatto sul libro di Petrus “UFO carnefici dell’uomo”: mi complimento per la sintesi che hai fatto e ti ringrazio per il contributo alla divulgazione dei concetti da me esposti con il sopra citato pseudonimo di Petrus.
    Coloro che volessero capirli meglio, penso che potrebbero ritenere utile il contenuto dei miei siti

    http://www.poetarolando.com

    http://www.psicostasia.it

    Se, come penso, la copia del libro che hai letto te l’ha fornita l’amico Maurizio Baiata, è una copia da cui avevo tolto le pagine di prefazione “per non perdere il suo saluto”.
    In queste pagine Petrus si definiva il Messia; tu puoi ben capire, infatti, che una tale affermazione può farla solo un pazzo, uno che è meglio evitare.
    Purtroppo, probabilmente perchè sono pazzo come giustamene pensa qualcuno, dopo oltre 30 anni da quella mia affermazione, sono sempre più convinto di essere io il messia (non Obama come pensa Baiata…).
    Ma tale fatto mi lascia assolutamente indifferente, perché non è un qualcosa che è voluto da me. Io sono solo un “povero Cristo” costretto a fare ciò che gli “Angeli” hanno deciso di fare: chiudere questo ciclo dell’umanità (sembrerebbe nel 2012) per aprirne un’altro.
    Il mezzo con cui avverrà la trasformazione degli esseri umani più evoluti in Angeli sarà la Psicostasia, cioè la antica Fisiognomica da me rivista e correttta: ovvero, riformulata con leggi scientifiche che consentiranno di cambiare l’uomo, il suo equilibrio psicologico.
    Nei miei siti, sopra citati, è spiegato “come e perché”.
    L’attuale crisi economica mondiale è solo un qualcosa necessario alla citata trasfromazione: è un pò come è necessario scaldare il latte per rassodare l’uovo quando di deve fare la crema.
    Se lo gradisci e se mi fornisci un tuo indirizzo postale (eventualmente presso la redazione di Xfile), posso inviarti gratuitamente 6 libri da me scritti, stampati, ed oramai rimasti in pochissime copie.

    Comunque, ancora grazie e complimenti per il tuo blog.

    Petrus, all’anagrafe Rolando Poeta.

  12. rovigatti
    at |

    Francamente sono un po’ sconcertata. Mi risulta che Gesù il Cristo, si sia “limitato” a dire che era inviato dal Padre Suo che sta nei Cieli, a parte una Sua ammissione quasi indiretta in Giovanni 4:25, 26 dove è detto: “La donna gli disse: «Io so che il Messia (che è chiamato Cristo) deve venire; quando sarà venuto ci annunzierà ogni cosa». Gesù le disse: «Sono io, io che ti parlo!»“
    Credo che il prossimo Messia (che potrebbe essere non necessariamente una persona, ma anche un Collettivo di Figli della Luce) si presenterà in modo tale da non essere equivocato coi tanti Messia che si stanno succedendo a ritmo incalzante in questi ultimi tempi di Oscurità.
    Ovviamente, niente di personale: cerco sempre di salvare la buona fede delle persone.
    Chiara

  13. Katia
    at |

    Devo convenire con Chiara su questo punto, naturalmente facendo salva la buona fede di alcuni.
    Gesù fu molto prudente nel non rivelarsi immediatamente e per questo arrivò al punto di zittire chi, come i demoni, affermava troppo chiaramente la sua identità di Figlio di Dio, che è un concetto collegato a quello di “Messia”, sebbene avente un ovvio significato più alto.
    In Marco 1,34 è scritto:
    ” Egli ne guarì molti, colpiti da varie malattie, e scacciò molti demoni, e non permetteva ai demoni di parlare perché sapevano chi egli fosse “.
    Solamente quando iniziò la sua passione, quando fu abbandonato dalla folla e dai discepoli, Gesù si sarebbe riconosciuto apertamente come il Cristo-Messia come riportato in Marco 14, 61-62 : ” Ma egli taceva e non rispondeva nulla. Di nuovo il sommo sacerdote lo interrogò dicendogli: Sei tu il Cristo, il Figlio di Dio benedetto? Gesù rispose: Io lo sono! “.

  14. rosa
    at |

    gesù ha subito il giudizio del sinedrio che non lo ha mai riconosciuto, mettendolo in cattiva anche con tutti coloro che potevano accogliere i suoi MESSAGGI.
    il MESSIA non è necessariamente il SALVATORE DELLA TERRA.
    il MESSIA è colui che porta un MESSAGGIO DI SALVEZZA.
    ormai siamo nel tempo in cui anche la disposizione di un sasso ci può dare un messaggio!
    il vero MESSIA è dentro di noi.
    non è più tempo di cercarlo fuori: infatti lo spirito ce lo rivelerà nell’intimo.
    i compagni di viaggio, i FARI che si accendono lungo il cammino di ricerca non fanno altro che attirare l’attenzione su verità sconosciute a molti…
    il MESSIA lo stiamo ricomponendo dentro di noi.
    non è più tempo di magie, perchè la magia è dentro di noi.
    se non si fa un piccolo sforzo per eliminare le cortecce, è dura…..molto dura…..che la coscienza venga infine alla luce

  15. mike plato
    at |

    Caro Petrus…Quelli che mi seguono sanno che il sottoscritto, pur svolazzando di fantasia, è preciso e rispettoso della Tradizione scritta e di quella orale. io ti dò il benvenito e sarei -ti dico- anche curioso di leggere quei libri. Sul come ci potremo mettere d’accordo. Ma per il tuo summum bonum, non dire IO SONO IL MESSIA DELLA NUOVA ERA. Non dirlo mai. Ricorda l’umiltà di Giovanni Battista, il più grande uomo mai nato (Matteo 11:11) che, pur sapendo del suo destino Cristico, pur sapendo che avrebbe avuto un destino messianico, alla domanda SEI TU IL CRISTO? Lui risponde NO, NON LO SONO. Perchè questo? Perchè il Messia non è l’Ego, ma lo spirito che si cela nell’Ego. Battista doveva morire a se stesso per realizzare il Cristo, la personalità transeunte doveva lasciare il posto al VERO IO: Gesù.
    Per cui, amico mio, per il tuo bene, se non vuoi farti piantare in asso dal tuo UOMO INTERIORE, piega a lui la testa e non dire IO SONO IL MESSIA, ma piuttosto IO SONO UN NULLA AL TUO COSPETTO. Non realizzerai nulla se agisci non cospargendoti il capo di cenere. Se hai un sospetto di avere qualcosa di importante dentro, che è destinato a fare qualcosa,così gli tarpi le ali e le divori. Quindi il mio consiglio è:
    SENTITI UN NULLA e POTRAI DIVENIRE TUTTO. Ma questo non a parole. Devi sentirlòo col cuore. Troppi uomini talentuosi si sono fatti fregare dall’Ego-Satana, che ha mille armi per bloccarti, farti cadere o farti passare alla SITRA HARA…
    Spero che tu rifletta, al di là delle tue indiscutibili capacità. Leggi il mio post sulla mia guerra con la Scuola di Ramtha e molte cose ti saranno chiarite

  16. sepo
    at |

    Forte Rosa! …stavo per scrivere praticamente lo stesso, quando… ma guarda un po’, un mio anagramma al singolare lo ha già fatto 🙂 …ricordo anni fa, stavo girovagando inquieto ad una fiera; guardavo le persone con distacco, struggendomi un po’ compiaciuto nel rilevare il loro fare da automi, le loro risate effimere, come anche i loro dolori; effimeri ma nondimeno coinvolgenti… CHI coinvolgevano dentro di me? Nell’avvedermi del sopracitato auto-compiacimento, evidente segno di incoscienza nascosta e riadattata, ho prima anelato poi raggiunto uno stato interiore di umiltà e nudità, così HO CHIESTO AIUTO internamente! Vagavo con lo sguardo neutro sulla folla e sul palcoscenico della vita, mantenendo la mente sgombra perché potesse manifestarsi un segno dell’Intimo, quando… ecco che vedo un oggetto in terra, in un angolo! …sembrava essere stato perso da qualcuno (un segno!!). Nell’avvicinarmi quell’oggetto assumeva man mano evidenza più chiara, sembrava tibetano… assieme all’immagine dell’oggetto, che prendeva forma nella mia mente, ecco giungere un ondata di emozioni mistiche… TUTTO SEMBRAVA DISEGNARE UN SIGNIFICATO SOTTILE, che la mia anima abracciava senza darvi spiegazioni traducibili in parole. Attendevo di prendere l’oggetto, presagendo la prossima catarsi rivelatrice. Mi avvicino ancora, ed ecco finalmente, MA!… Era solo spazzatura, carta! …Evidentemente, il mio Intimo mi aveva veramente parlato, quel giorno. Mi aveva parlato chiaramente dell’inganno della condizione umana, del punto di vista deviato, del mezzogiorno alle 13, dell’interpretazione sacra, della magia, del cristo intimo, del falso sentimento dell’Ego…

  17. ROLANDO POETA
    at |

    LA VERA CAUSA DEI TERREMOTI

    Il recente terremoto di Abruzzo ha confermato, come tutti i terremoti già avvenuti, la vera causa di essi.
    Le comuni conoscenze scientifiche fanno credere che i terremoti vengano causati da attività vulcaniche, da movimenti di assestamento della crosta terrestre, dal crollo di cavità sotterranee.
    In effetti, tutte queste cause liberano istantaneamente grandi quantità di energia che “fanno tremare la terra”.
    Queste comuni conoscenze, tuttavia, sfiorano soltanto la realtà del fenomeno; esse, infatti, individuano soltanto le cause apparenti. Tali comuni conoscenze non servono praticamente a niente.
    È come individuare un killer senza conoscere il mandante.
    Io, invece, so chi è il mandante e posso dimostrare la sua colpevolezza. Ma tuttavia, come tutti i “mandanti molto potenti”, anche il mandante dei terremoti killer ha i mezzi per confondere la giuria sguinzagliando i sapienti più saggi ed autorevoli. Così dopo ogni terremoto ci si accanisce su chi ha costruito male una certa casa crollata, e poi tutto ricomincia come prima fino al prossimo terremoto che colpirà un’altra parte del mondo. Così avviene da sempre, ovunque.
    Sulle cause dei terremoti possono parlare solo certi sapienti, solo certi grandi sacerdoti che nei nostri tempi moderni vengono chiamatati “scienziati”.
    Per questo sono ben cosciente che nessuno mi crederà.
    Io comunque, chi è il “mandante” ve lo dico lo stesso, per adempiere ad un mio dovere civico.
    Esiste una prova che il terremoto non sia un killer, bensì un killer al servizio di un mandante. Tale prova consiste nel fatto che , dopo qualsiasi terremoto che provochi “grande sofferenza ad una grande moltitudine di persone”…. PIOVE!
    Anche stavolta, come sempre, il giorno dopo il terremoto in Abruzzo ha cominciato a piovere; come sempre, dopo il terremoto “è arrivato il freddo”. Come mai? È una coincidenza o c’è una ragione specifica per cui dopo i terremoti viene sempre il freddo e la pioggia o la neve?
    Se fate le domande ad uno “scienziato” ovviamente vi risponderà che è pura coincidenza. Egli infatti conosce solo le cose che ha potuto studiare su libri scientifici, i quali riportano solo scoperte avvenute nel passato. Tale generico scienziato, pertanto, non può conoscere scoperte che siano recenti e che non siano ancora ufficializzate dal mondo accademico.
    Questi grandi scienziati ormai vivono di rendita intellettuale. Essi si sono studiati a scuola quattro stupidaggini che sembrano vere e con queste hanno creato il loro reddito, la loro posizione sociale, il loro prestigio: a cambiare le loro convinzioni scientifiche essi non avrebbero alcun vantaggio. Questo fu capito da Max Plance (il famoso fisico) al punto che constatò che qualsiasi grande scoperta richiede la morte di due generazioni di professori e poi la scoperta verrà accettata facilmente da tutti.
    Più le nuove scoperte sono “sconvolgenti” più esse suscitano ostilità nel mondo accademico o ufficiale.
    Per questo motivo, la mia “Teoria generale dell’esistenza” scritta da me in tre volumi, è ben poco conosciuta. Si preferisce ignorarla. È scomoda.
    Il mio pensiero universale è espresso in modo riassuntivo ma significativo nei miei due siti Internet

    http://www.psicostasia.it
    http://www.poetarolando.com

    Dopo queste opportune premesse, è più comprensibile anche il tema TERREMOTI.
    Pertanto, prima di dire che la pioggia ed il freddo che si verificano dopo i terremoti sono una semplice coincidenza, sarebbe bene che tali scienziati standardizzati si aggiornano sulle nuove scoperte scientifiche esposte nei miei citati siti o nei miei libri.
    In questi siti Internet è presente, da anni, un capitolo in cui sono esposte le vere cause dei terremoti e di altre catastrofi “naturali”.
    Per chi non ha tempo o voglia di entrare nei miei siti, espongo qui di seguito in modo conciso perché, dopo i “terremoti con dolore umano”, viene la pioggia ed il freddo.
    Alla base della risposta c’è la mia scoperta universale che: “Qualsiasi processo fisico, qualsiasi reazione chimica che crei un aumento di spazio tra particelle materiali, crea sempre una emissione di calore (radiazione elettromagnetica); il fenomeno è reversibile”.
    In questa legge scientifica è collocata anche l’evoluzione della materia: dalla sua espressione più semplice presente nelle stelle, alla sua espressione evolutiva massima materialmente appurabile (costituita dagli esseri umani).
    In qualsiasi sua espressione materiale, l’evoluzione avviene sempre mediante “l’alimentazione”.
    L’alimentazione consiste nell’acquisizione dell’energia vitale dell’essere inferiore mangiato (definibile energia psichica o coscienza esistenziale) presente come “spazio interno delle sue strutture materiali”. Questo spazio interno è acquisito mediante il contrasto esercitato centrifugamente dalla FORZA PSICHICA sulle forze centripete Gravitazionali, Elettromagnetiche e Nucleari.
    Ogni espressione materiale della scala evolutiva è connessa ad una capacità di creare la propria realtà.
    La realtà pertanto non è un fatto oggettivo, ma dipendente dal livello evolutivo della materia.
    La realtà percepita da una roccia è diversa dalla realtà percepita da una pianta; la realtà percepita da un batterio è diversa dalla realtà (fatta di, automobili, di musica, di case, di cose) che vede o sente l’uomo.
    La realtà è legata a dimensioni spazio-temporali che dipendono dal livello evolutivo della materia.
    L’energia universale della materia la spinge a diventare sempre più ricca di energia psichica, sempre più leggera, sempre più delicata, sempre più complessa, CIOÈ CON LE SUE PARTICELLE MATERIALI SEMPRE PIÚ DISTANZIATE DA AMPI SPAZI…Quegli stessi spazi che, secondo la mia citata scoperta, aumentano quando viene emesso calore e diminuiscono quando viene assorbito calore in quantità adeguate ad un cambiamento di stato (solido, liquido, gassoso, per esempio).
    Da tale mia scoperta, riguardante l’evoluzione della materia a livello universale, risulta dunque che la realtà tridimensionale percepita dall’essere umano non è una realtà assoluta.
    Da tale mia scoperta sono pertanto ipotizzabili altri esseri viventi più evoluti dell’uomo, che noi non possiamo vedere, perché appartenenti ad una realtà diversa e più evoluta della nostra. Altri esseri viventi che non possiamo vedere, ma possiamo capire avanzando ipotesi; osservando “ciò che viene cambiato nella nostra realtà da QUALCUNO che non siamo noi”.
    Se la sera mettiamo del formaggio per terra e la mattina lo troviamo smangiucchiato, io credo molto probabile che in quella casa esistano topi, formiche, o scarafaggi, anche se non sono stati visti da nessuno.
    In modo simile è probabile che:
    • se esistono esseri ultra-umani che non sono visibili, perché hanno una materialità ultradimensionale (ovvero sono costruiti con una materialità a quattro o cinque dimensioni spaziali…);
    • se tali esseri ultra-umani si cibano di un’energia psichica molto evoluta e l’energia psichica più evoluta da noi conosciuta è quella umana;
    • se per poter mangiare tale energia psichica tali ultra-umani devono entrare nella realtà di essa (cioè la nostra realtà con lo spazio a tre dimensioni);
    • se per scendere nella nostra realtà tali esseri ultra-umani devono involversi e quindi assorbire calore dall’ambiente (per avvicinare le particelle materiali che compongono la loro struttura);
    • se dopo ogni terremoto in cui si crea abbondanza di energia psichica (l’energia che sta alla base della vita e che viene emessa dalla strutture materiali quando esse muoiono o quando esse vogliono morire proporzionalmente alla propria sofferenza) si ha un abbassamento della temperatura ambientale;
    • se tutto ciò è vero, allora è pensabile che la causa delle morti e delle sofferenze generate da un terremoto non sia una causa accidentale o naturale, bensì sia il risultato di un’azione scientificamente creata da QUALCUNO.
    Il fatto che i terremoti abbiano ipocentro in zone sismiche, tettonicamente instabili, significa solo che tali zone sono scelte per la “mattanza”, perché sono quelle dove essa è più facile ed economica.
    È un po’ come fa l’uomo con le sue piantagioni o i suoi allevamenti:
    mica li fa nel deserto, o nei terreni aridi e pietrosi: li fa invece dove c’è acqua abbondante, terreno fertile.
    Se tali ultra-uomini devono creare un terremoto per fare danni agli esseri umani, è ovvio che lo fanno dove i terremoti sono più facili da creare, dove cioè la zona è sismica già per cause naturali.
    Benché i terremoti possano dunque avere cause naturali, ciò non esclude che possano essere creati anche artificialmente.
    È capace di creare terremoti artificiali perfino l’essere umano, facendo esplodere bombe atomiche sotterranee, figuriamoci se non sarebbero capaci di farlo degli ipotetici ultra-uomini.
    Tali ipotetici esseri ultra umani (per loro peculiari proprietà deducibili da altri argomenti…) sono infatti in grado di controllare la forza gravitazionale.
    Ciò significa che possono creare artificialmente delle “sollecitazioni forzanti ad una frequenza di risonanza propria del sistema di rocce da spezzare”: ovvero, con poca fatica ottenere grandi effetti.
    Da quanto sopra, risulta che un terremoto naturale si distingue da un terremoto artificiale per il fatto che quest’ultimo crea abbassamento della temperatura; un terremoto artificiale è infatti creato dagli ultra-uomini per raccogliere il loro cibo (l’energia psichica che l’essere umano emette quando soffre e quando muore) e per raccoglierlo essi devono involversi e, quindi, inferiorizzarsi assorbendo il calore ambientale.
    In merito all’argomento meteorologico qui coinvolto, è bene sapere che la meteorologia dice DOVE si formano le basse o le alte pressioni dell’aria, ma NON SA da dove viene o dove va a finire il calore che le provoca. Per questo le previsioni meteorologiche sono possibili solo per pochi giorni futuri. Esse non prendono infatti in esame una causa fondamentale: l’intervento degli ULTRA-UOMINI.
    Concludo con due dettagli significativi.
    Nella tradizione cinese, per prevedere i terremoti, si considerano le variazioni di livello dell’acqua nei pozzi: un fenomeno che non è certo spiegabile con ipocentri del terremoto che sono tipicamente distanti e profondi generalmente decine di chilometri dalle falde freatiche, ma che sarebbe invece spiegabile con variazioni della forza gravitazionale.
    Ecco cioè un altro modo per appurare le naturalità di un termometro. Rilevare nella zona le variazioni della forza gravitazionale ed abbinarle ai sismografi.
    Un ulteriore dettaglio è costituito dal cambiamento del comportamento degli animali domestici che avviene, dimostratamente, prima dei terremoti: e se per caso tale loro comportamento anomalo fosse dovuto allo spavento di vedere quelle entità sconosciute che ho chiamato ultra-uomini?
    È un’ipotesi; forse qualcosa di più di un’ipotesi. Io infatti penso che tali ultra-uomini potrebbero essere chiamati anche, ANGELI NON BENEVOLI.
    A voler essere precisi, tuttavia, sarebbe più corretto chiamarli Extraterrestri degli UFO, i quali vivono (senza poter da noi essere visti) nei pianeti freddi del nostro sistema solare e si immergono saltuariamente nella nostra realtà: per ragioni legate alle loro industrie alimentari.

    Rolando Poeta

  18. ROLANDO POETA
    at |

    Il giorno 16 aprile 2009 vi è stato spedito questo scritto in una sua forma non corretta e non completa.
    Ve lo trasmetto pertanto nuovamente, in una versione corretta e completa.

    Cordiali saluti.

    LA VERA CAUSA DEI TERREMOTI

    Il recente terremoto in Abruzzo ha confermato, come tutti i terremoti già avvenuti, la vera causa di essi.
    Le comuni conoscenze scientifiche fanno credere che i terremoti vengano causati da attività vulcaniche, da movimenti di assestamento della crosta terrestre, dal crollo di cavità sotterranee.
    In effetti, tutte queste cause liberano istantaneamente grandi quantità di energia che “fanno tremare la terra”.
    Queste comuni conoscenze, tuttavia, sfiorano soltanto la realtà del fenomeno; esse, infatti, individuano soltanto le cause apparenti. Tali comuni conoscenze non servono praticamente a niente.
    È come individuare un killer senza conoscere il mandante.
    Io, invece, so chi è il mandante e posso dimostrare la sua colpevolezza. Ma tuttavia, come tutti i “mandanti molto potenti”, anche il mandante dei terremoti killer ha i mezzi per confondere la giuria sguinzagliando i sapienti più saggi ed autorevoli. Così dopo ogni terremoto ci si accanisce su chi ha costruito male una certa casa crollata, e poi tutto ricomincia come prima fino al prossimo terremoto che colpirà un’altra parte del mondo. Così avviene da sempre, ovunque.
    Sulle cause dei terremoti possono parlare solo certi sapienti, solo certi grandi sacerdoti che nei nostri tempi moderni vengono chiamatati “scienziati”.
    Per questo sono ben cosciente che nessuno mi crederà.
    Io comunque, chi è il “mandante” ve lo dico lo stesso, per adempiere ad un mio dovere civico.
    Esiste una prova che il terremoto non sia un killer indipendente, bensì un killer al servizio di un mandante. Tale prova consiste nel fatto che , dopo qualsiasi terremoto che provochi “grande sofferenza ad una grande moltitudine di persone”…. PIOVE!
    Anche stavolta, come sempre, il giorno dopo il terremoto in Abruzzo ha cominciato a piovere; come sempre, dopo il terremoto “è arrivato il freddo”. Come mai? È una coincidenza o c’è una ragione specifica per cui dopo i terremoti viene sempre il freddo e la pioggia o la neve?
    Se fate le domande ad uno “scienziato” ovviamente vi risponderà che è pura coincidenza. Egli infatti conosce solo le cose che ha potuto studiare su libri scientifici, i quali riportano solo scoperte avvenute nel passato. Tale generico scienziato, pertanto, non può conoscere scoperte che siano recenti e che non siano ancora ufficializzate dal mondo accademico.
    Questi grandi scienziati ormai vivono di rendita intellettuale. Essi si sono studiati a scuola quattro stupidaggini che sembrano vere e con queste hanno creato il loro reddito, la loro posizione sociale, il loro prestigio: a cambiare le loro convinzioni scientifiche essi non avrebbero alcun vantaggio. Questo fu capito da Max Planck (il famoso fisico) al punto che constatò che qualsiasi grande scoperta richiede la morte di due generazioni di professori e poi la scoperta verrà accettata facilmente da tutti.
    Più le nuove scoperte sono “sconvolgenti” più esse suscitano ostilità nel mondo accademico o ufficiale.
    Per questo motivo, la mia “Teoria generale dell’esistenza” scritta da me in tre volumi, è ben poco conosciuta. Si preferisce ignorarla. È scomoda.
    Il mio pensiero universale è espresso in modo riassuntivo ma significativo nei miei due siti Internet

    http://www.psicostasia.it
    http://www.poetarolando.com

    Dopo queste opportune premesse, è più comprensibile anche il tema TERREMOTI.
    Pertanto, prima di dire che la pioggia ed il freddo che si verificano dopo i terremoti sono una semplice coincidenza, sarebbe bene che tali scienziati standardizzati si aggiornassero sulle nuove scoperte scientifiche esposte nei miei citati siti o nei miei libri.
    In questi siti Internet è presente, da anni, un capitolo in cui sono esposte le vere cause dei terremoti e di altre catastrofi “naturali”.
    Per chi non ha tempo o voglia di entrare nei miei siti, espongo qui di seguito in modo conciso perché, dopo i “terremoti con dolore umano”, viene la pioggia ed il freddo.
    Alla base della risposta c’è la mia scoperta universale che: “Qualsiasi processo fisico, qualsiasi reazione chimica che crei un aumento di spazio tra particelle materiali, crea sempre una emissione di calore (radiazione elettromagnetica); il fenomeno è reversibile”.
    In questa legge scientifica è collocata anche l’evoluzione della materia: dalla sua espressione più semplice presente nelle stelle, alla sua espressione evolutiva massima materialmente appurabile (costituita dagli esseri umani).
    In qualsiasi sua espressione materiale, l’evoluzione avviene sempre mediante “l’alimentazione”.
    L’alimentazione consiste nell’acquisizione dell’energia vitale dell’essere inferiore mangiato (definibile energia psichica o coscienza esistenziale) presente come “spazio interno delle sue strutture materiali”. Questo spazio interno è acquisito mediante il contrasto esercitato centrifugamente dalla FORZA PSICHICA sulle forze centripete Gravitazionali, Elettromagnetiche e Nucleari.
    Ogni espressione materiale della scala evolutiva è connessa ad una capacità di creare la propria realtà.
    La realtà pertanto non è un fatto oggettivo, ma dipendente dal livello evolutivo della materia.
    La realtà percepita da una roccia è diversa dalla realtà percepita da una pianta; la realtà percepita da un batterio è diversa dalla realtà (fatta di automobili, di musica, di case, di cose) che vede o sente l’uomo.
    La realtà è legata a dimensioni spazio-temporali che dipendono dal livello evolutivo della materia.
    L’energia universale della materia la spinge a diventare sempre più ricca di energia psichica, sempre più leggera, sempre più delicata, sempre più complessa, CIOÈ CON LE SUE PARTICELLE MATERIALI SEMPRE PIÚ DISTANZIATE DA AMPI SPAZI…Quegli stessi spazi che, secondo la mia citata scoperta, aumentano quando viene emesso calore e diminuiscono quando viene assorbito calore in quantità adeguate ad un cambiamento di stato (solido, liquido, gassoso, per esempio).
    Da tale mia scoperta, riguardante l’evoluzione della materia a livello universale, risulta dunque che la realtà tridimensionale percepita dall’essere umano non è una realtà assoluta.
    Da tale mia scoperta sono pertanto ipotizzabili altri esseri viventi più evoluti dell’uomo, che noi non possiamo vedere, perché appartenenti ad una realtà diversa e più evoluta della nostra. Altri esseri viventi che non possiamo vedere, ma possiamo capire avanzando ipotesi; osservando “ciò che viene cambiato nella nostra realtà da QUALCUNO che non siamo noi”.
    Se la sera mettiamo del formaggio per terra e la mattina lo troviamo smangiucchiato, io credo molto probabile che in quella casa esistano topi, formiche, o scarafaggi, anche se non sono stati visti da nessuno.
    In modo simile è probabile che:
    • se esistono esseri ultra-umani che non sono visibili, perché hanno una materialità ultradimensionale (ovvero sono costruiti con una materialità a quattro o cinque dimensioni spaziali…);
    • se tali esseri ultra-umani si cibano di un’energia psichica molto evoluta e l’energia psichica più evoluta da noi conosciuta è quella umana;
    • se per poter mangiare tale energia psichica tali ultra-umani devono entrare nella realtà di essa (cioè la nostra realtà con lo spazio a tre dimensioni);
    • se per scendere nella nostra realtà tali esseri ultra-umani devono involversi e quindi assorbire calore dall’ambiente (per avvicinare le particelle materiali che compongono la loro struttura);
    • se dopo ogni terremoto in cui si crea abbondanza di energia psichica (l’energia che sta alla base della vita e che viene emessa dalla strutture materiali quando esse muoiono o quando esse vogliono morire proporzionalmente alla propria sofferenza) si ha un abbassamento della temperatura ambientale;
    • se tutto ciò è vero, allora è pensabile che la causa delle morti e delle sofferenze generate da un terremoto non sia una causa accidentale o naturale, bensì sia il risultato di un’azione scientificamente creata da QUALCUNO.
    Il fatto che i terremoti abbiano ipocentro in zone sismiche, tettonicamente instabili, significa solo che tali zone sono scelte per la “mattanza” perché sono quelle dove essa è più facile ed economica.
    È un po’ come fa l’uomo con le sue piantagioni o i suoi allevamenti:
    mica li fa nel deserto, o nei terreni aridi e pietrosi: li fa invece dove c’è acqua abbondante, terreno fertile.
    Se tali ultra-uomini devono creare un terremoto per fare danni agli esseri umani, è ovvio che lo fanno dove i terremoti sono più facili da creare, dove cioè la zona è sismica già per cause naturali.
    Benché i terremoti possano dunque avere cause naturali, ciò non esclude che possano essere creati anche artificialmente.
    È capace di creare terremoti artificiali perfino l’essere umano, facendo esplodere bombe atomiche sotterranee, figuriamoci se non sarebbero capaci di farlo degli ipotetici ultra-uomini.
    Tali ipotetici esseri ultra umani (per loro peculiari proprietà deducibili da altri argomenti…) sono infatti in grado di controllare la forza gravitazionale.
    Ciò significa che possono creare artificialmente delle “sollecitazioni forzanti ad una frequenza di risonanza propria del sistema di rocce da spezzare”: ovvero, con poca fatica ottenere grandi effetti.
    Da quanto sopra, risulta che un terremoto naturale si distingue da un terremoto artificiale per il fatto che quest’ultimo crea abbassamento della temperatura; un terremoto artificiale è infatti creato dagli ultra-uomini per raccogliere il loro cibo (l’energia psichica che l’essere umano emette quando soffre e quando muore) e per raccoglierlo essi devono involversi e, quindi, inferiorizzarsi assorbendo il calore ambientale.
    In merito all’argomento meteorologico qui coinvolto, è bene sapere che la meteorologia dice DOVE si formano le basse o le alte pressioni dell’aria, ma NON SA da dove viene o dove va a finire il calore che le provoca. Per questo le previsioni meteorologiche sono possibili solo per pochi giorni futuri. Esse non prendono infatti in esame una causa fondamentale: l’intervento degli ULTRA-UOMINI.
    Concludo con due dettagli significativi.
    Nella tradizione cinese, per prevedere i terremoti, si considerano le variazioni di livello dell’acqua nei pozzi: un fenomeno che non è certo spiegabile con ipocentri del terremoto che sono tipicamente distanti e profondi generalmente decine di chilometri dalle falde freatiche, ma che sarebbe invece spiegabile con variazioni della forza gravitazionale.
    Ecco cioè un altro modo per appurare la naturalità di un terremoto. Rilevare nella zona le variazioni della forza gravitazionale ed abbinarle ai sismografi.
    Un ulteriore dettaglio è costituito dal cambiamento del comportamento degli animali domestici che avviene, dimostratamente, prima dei terremoti: e se per caso tale loro comportamento anomalo fosse dovuto allo spavento di vedere quelle entità sconosciute, che ho chiamato ultra-uomini, e che noi non possiamo vedere?
    È un’ipotesi; forse qualcosa di più di un’ipotesi. Io infatti penso che, tali ultra-uomini, potrebbero essere chiamati anche ANGELI NON BENEVOLI.
    A voler essere precisi, tuttavia, sarebbe più corretto chiamarli Extraterrestri degli UFO, i quali vivono (senza poter da noi essere visti) nei pianeti freddi del nostro sistema solare e si immergono saltuariamente nella nostra realtà: per ragioni legate alle loro “industrie alimentari”.
    Io sono consapevole che tutto quanto finora esposto appare come un insieme di cose strampalate dette da un esaltato farneticante.
    Infatti non si può pretendere di far capire cose che non possono essere capite perché troppo lontane da concezioni consolidate comuni.
    Cose che, peraltro, sono troppo complesse per poter essere capite con esposizioni semplificate. Siccome sono poi una persona che non è degna di fiducia e che la fiducia non l’ha mai chiesta, semplicemente OFFRO disinteressatamente alle persone culturalmente serie la possibilità di comprendere meglio i terremoti.
    Comprendere meglio i terremoti significa infatti poterli prevedere.
    Il recente terremoto avvenuto in Abruzzo dimostra, a chi ancora non l’aveva capito, che i sismografi sono l’unico mezzo di indagine ufficialmente adottato e che servono solo a misurare quanto è stato forte il terremoto…dopo che ha già provocato i danni.
    Anche la presenza del gas RADON, come si è visto dagli allarmi preventivi (inascoltati e addirittura puniti) non è stata minimamente ritenuta giustificatrice di una eventuale preventiva messa in sicurezza della popolazione.
    I sismografi appurano se ci sono scosse in corso, ma non consentono di prevedere se tali scosse aumenteranno o cesseranno e quando (sanno solo dire che ci sono sciami sismici, scosse di assestamento, ed altre simili informazioni inutili finalizzate ad offrire un minimo di rispettabilità ai costi di gestione dei sismografi).
    Le mie scoperte suggeriscono invece di associare ai rilevamenti sismici attuali anche rilevamenti delle variazioni del campo gravitazionale e rilevamenti delle variazioni delle temperature.
    Confrontando le variazioni delle vibrazioni del suolo con le variazioni delle temperature e le variazioni della forza gravitazionale, sarà invece possibile PREVEDERE l’avvento dei TERREMOTI disastrosi.
    Analizzando infatti l’insieme di questi tre elementi si potrà capire se una vibrazione del suolo rilevata dai sismografi è NATURALE oppure ARTIFICIALE.
    Se è naturale potrà aumentare oppure diminuire, ma se è artificiale potrà solo aumentare perché voluta da qualcuno……Sorvoliamo sul perché e sul “chi è” questo qualcuno; sorvoliamo sul perché dopo i terremoti piove.
    Ora atteniamoci solo ai fatti.
    Misuriamo anche il campo gravitazionale e la temperatura: non costa praticamente nulla e può evitare tante tragedie umane.
    Ma soprattutto consentirebbe all’umanità di scoprire………..un Mondo Nuovo !

    Rolando Poeta

  19. massY
    at |

    Mi riferivo al sito di rolando poeta.

  20. Lleyton
    at |

    Mi interesso di ufologia sin da quando avevo 10 anni. Per i primi tempi, reputavo che l’origine extraterrestre del fenomeno fosse la più credibile. Col tempo, tale mio convincimento si è fatto vieppiù labile, portandomi a notare come l’illusorietà sia una caratteristica intrinseca al fenomeno Ufo medesimo, il quale tende a “giocare” con le nostre credenze in un quadro di continuo occultamento delle proprie vere intenzioni.
    Ritenendo che il fenomeno sia di matrice arcontica, quello che io mi chiedo è: i governi, nella loro opera di occultamento del fenomeno, ne conoscono l’origine effettiva o ritengono si tratti di esseri provenienti dagli spazi profondi? quel poco di disclosure che viene attuato, è anch’esso pilotato nel volerci far ritenere che il fenomeno abbia origine esogena?
    un caro saluto a Mike e a chi leggerà questo post.

  21. mike plato
    at |

    CARO LLEYTON,

    POICHE ” I CAPI DELLE NAZIONI SONO DEMONI”, O MEGLIO, ANIME VENDUTE AL POTERE DEL PIANO DI SOPRA, CLO SANNO DI CERTO COSA DAVVERO SONO GLI UFO, MA GIOCANO IL RUOLO DEGLI IGNARI, OPPURE CONVOGLIANO L’ATTENZIONE DEI RICERCATORI SU FALSI OBIETTIVI.

    COSA CI DICE IL POTERE? CHE NON ESISTE VITA OLTRE NOI? HANNO RAGIONE…CE LO STANNO URLANDO…MA ESISTE AL PIANO DI SOPRA E SOPRATTUTTO DUE PIANI PIU IN SU…

    ESSI MESCOLANO VERITA’ E MENZOGNA, CONFONDENDO TALMENTE LE ACQUE CHE CHI CERCA NON CAPISCE DOVE FINISCA L’UNA E INIZI L’ALTRA…UN GINEPRAIO, UNA BABILONIA…

    MA BABILONIA CADRA’…ECCOME SE NON CADRA’

  22. Lleyton
    at |

    Grazie Mike, se non fosse per te io a quest’ora sarei ancora a capirne nulla di Ufo: Keel mi aveva fatto sorgere il dubbio, tu mi hai dato di giorno in giorno la certezza che l’equazione Ufo=extraterrestri è un qualcosa che non solo il fenomeno in sè vuole che pensiamo, ma che pure i governi vogliono che crediamo in modo da farci pascolare nell’ignoranza.

  23. mike plato
    at |

    PREGO, LLEYTON…

    NON FINIRO’ MAI DI DIRLO…STATE ATTENTI AGLI ARCONTI…SONO SUBDOLI, PERFIDI, ASTUTISSIMI…HANNO ESPERIENZA E TALENTO NELL’INGANNO…
    TI PONGONO SEMPRE DUE FALSE ALTERNATIVE: UNA SEMBRA BUONA E L’ALTRA CATTIVA. TU SCEGLI LA BUONA E SEI GIA CADUTO IN UNA TRAPPOLA CHE TI DIVORA…DALLA PADELLA ALLA BRACE…

    VOI SCEGLIETE SEMPRE LA STRADA NON BUONA O CATTIVA, MA DIFFICILE E LUNGA. E’ L’UNICO MODO PER NON SBAGLIARE. NON PRENDETE MAI LA STRADA FACILE…

    COME DICE MAESTRO JODA ALLA DOMANDA DI LUKE “COME FACCIO A DISTINGUERE IL LATO BUONO DA QUELLO CATTIVO?”……”IL LATO OSCURO E’ RAPIDO, FACILE, SUADENTE…MA SE LO PERCORRI PER SEMPRE SEGNERA’ IL TUO DESTINO”…

    E GLI ESSENI: “TRANELLO E TRAPPOLA PER TE ISRAEL, BELIAR HA INTRAPPOLATO L’UMANITA’ CON TRE RETI: LUSSURIA, RICCHEZZA, CONTAMINAZIONE DEL TEMPIO…CHI SFUGGE AD UNA INCAPPA IN UN’ALTRA…NON C’è SCAMPO”…

    NON CESSERO’ MAI DI URLARLO…LE FORZE OSCURE CI DOMINANO, POSSIEDONO I NOSTRI DESTINI…SOLO IL LOGOS PUO’ LIBERARCI DA LORO…SE NON LO FA, SIAMO SPACCIATI…LE MASSE IGNORANO QUESTA VERITA’, E LA LORO IGNORANZA E’ LA FORZA DEI DOMINATORI

  24. francesco
    at |

    @ Mike
    scusa il Poeta (Petrus) sai che fine ha fatto? Ti ha inviato i libri che ha scritto?

  25. francesco
    at |

    ancora @ Mike
    riesci a fare girare quel libro Ufo Carnefici dell’Uomo che è introvabile?
    thx!

  26. mike plato
    at |

    CIAO FRANZ…

    NO, NON MI HA INVIATO NULLA PURTROPPO. E IL LIBRO MI FU DATO IN PRESTITO DA MAURIZIO BAIATA, IL QUALE SE LO E’ PORTATO CON SE, COME TUTTI I SUOI EFFETTI PERSONALI; IN PHOENIX, ARIZONA.

  27. sepodellanfoss
    at |

    Bene, se Maurizio è tornato in seno alla famiglia, magari un libro potete richiederlo all’autore: info@poetarolando.com
    Ciao ciao

  28. daniel
    at |

    scrivo riguardo il libro di petrus ,io lo ho letto tutto piu volte ,e’ veramente qualcosa di grande. lo ho trovato per caso ad una fiera e non ho esitato ad acquistarlo.
    ciao a tutti daniel

  29. Rolando Poeta
    at |

    Caro Mike Plato,
    quando ti scrissi, per ringraziarti e farti i miei complimenti, avevo due siti Internet con un certo Provider. Esso era troppo costoso e decisi di lasciarlo.
    Conseguentemente, rimasi senza siti e senza gli indirizzi di posta elettronica inerenti ad essi.
    A seguito di ciò incaricai la mia segretaria di cercare un altro Provider e di provare a farmi, lei stessa, dei nuovi siti Internet con gli stessi nomi (Domini) precedenti, giacché ancora intestati a me.
    Oggi, detta segretaria mi ha telefonato per dirmi di accendere il computer e di verificare alcune anomalie sul nuovo sito Poeta Rolando che aveva appena messo in rete. Il mio computer, infatti, lo usa solo lei; io non lo uso quasi mai.
    A seguito di tale richiesta, sono entrato nel mio nuovo sito e, con l’apposito link sono entrato nel tuo Blog, dove è pubblicata la tua recensione del mio libro Ufo, Carnefici dell’uomo.
    Ho così casualmente letto i commenti in coda alla tua recensione.
    Questa mia lunga premessa, ha lo scopo di spiegare il perché di date che sono lontane di molti mesi, il perché di miei comportamenti apparentemente scorretti.
    Ho infatti letto che tu dici di non aver ricevuto i miei libri che ti avevo offerto.
    Poiché io sono una persona assolutamente corretta, vorrei precisarti che non ho ricevuto nessuna tua risposta alla mia offerta di libri; una risposta che ritenevo necessaria per avere un indirizzo a cui spedirli.
    Se mi hai risposto lo hai fatto sicuramente con molti mesi di ritardo, quando nel frattempo i miei indirizzi di posta elettronica non erano più attivi per il motivo sopra esposto.
    Peraltro, ricordo che, avendoti rivelato che Petrus, il Messia, ero io (cioè Poeta Rolando) pensai che la tua mancata risposta fosse dovuta al fatto che, anche tu, rientravi nella categoria delle persone “sane di mente”.
    Quelle persone “perbene e regolari” che considerano pazzo e ridicolo chiunque dica di essere il Messia e che, conseguentemente, cercano di mantenere le dovute distanze da costui.
    Pertanto, tornando alla mia offerta di regalarti i miei libri, sappi che io sarò ben lieto di spedirteli qualora tu mi fornissi un qualsiasi indirizzo postale a cui inviarteli!
    A suo tempo ti avevo suggerito anche la sede di X Times, ma non so se tale indirizzo è per te idoneo.
    A proposito di tale rivista, ed a conferma di quanto sopra esposto ricordo che, dopo la pubblicazione anche su di essa della tua citata recensione del libro di Petrus, come mio “presuntuoso” gesto di gratitudine inviai a tale rivista un mio articolo inerente “Argomenti di discussione per la creazione di una nuova Ufologia”. L’Ufologia attuale è infatti ridicola, giacché ancora si eccita appena trova qualche lucetta considerabile un avvistamento ufologico.
    Di avvistamenti e prove dell’esistenza degli UFO ce ne sono già a milioni, per cui il problema non è certo quello di convincere dell’esistenza degli UFO qualcuno che non potrà mai essere convinto: perché genuinamente scemo, tarato dal fatto di appartenere istituzionalmente alla categoria dei CONTRARI.
    Ebbene, tale mio articolo fu letto dalla direttrice Lavinia Pallotta; ella mi espresse il suo apprezzamento scrivendomi che sarebbe stato pubblicato sulla rivista X Times entro un paio di mesi.
    Passarono vari mesi, ma non rilevai la pubblicazione di esso: ne dedussi che attorno alla benintenzionata Pallotta c’erano altre persone, più importanti, con opinioni differenti.
    Delle persone che appartengono alla citata categoria dei “regolari, degli intelligenti come vuole la società dei benpensanti” e che, come tali, sono soggetti a conati di vomito appena sentono la parola Messia: come gli indemoniati davanti al crocefisso!
    Mi dispiace per loro, per i limiti intellettuali e psicologici che tale loro comportamento rivela. Per me, essere considerato Messia è un fatto che mi lascia indifferente. Io ritengo di essere semplicemente uno scienziato che ha scoperto due cose: la prima è che l’attuale umanità esiste perché l’uomo possiede un bisogno d’amore che lo spinge ad aggregarsi ad altri esseri umani per formare molecole sociali (vedasi il mio articolo “CHE COSA È LA SESSUALITÁ” nel mio sito

    http://www.poetarolando.com;

    la seconda è che tale bisogno di amore sussiste perché l’uomo deve neutralizzare una sua inferiorità.
    Poiché la scienza da me fondata la PSICOSTASIA FISIOGNOMICA consente all’uomo di aumentare la sua superiorità, determinerà la fine del bisogno di amore e quindi di questa umanità, per creare un’umanità di ….Angeli.
    Io penso che definire tale scienziato come Messia non è sbagliato. Non è conveniente perché nel mondo ci sono fanatici pericolosi, questo sì, ma non è sbagliato.
    Riferendomi al tuo amichevole invito ad essere umile, caro Mike, penso alla mia morte da quando avevo otto anni; oramai sono arrivato alla fine della mia vita dopo fatiche scientifiche inumane: in queste condizioni in cui mi trovo, francamente non saprei come fare a sentirmi meno di niente!
    Ciò non toglie che, non posso non considerare miei ricordi vivissimi di quando avevo circa tre anni e di miei incubi in cui ero immerso in un liquido denso come il miele (la famosa melassa degli addotti?). Non posso non ricordare le folgorazioni angoscianti e disperanti sulla realtà dell’esistenza che “mi investirono” all’età di otto anni e di sedici anni.
    Non posso non ricordare altri episodi misteriosi della mia vita che sono spiegabili solo con un fatto: “Esseri Ultraumani hanno usato la mia vita per farmi scrivere cose che, un giorno, persone fortunate capiranno ed useranno per evolversi in Angeli”.
    Ma io non ci sarò, come Gesù Cristo non c’era più quando altri hanno fondato il Cristianesimo. Concludo dicendo che ora ho il sito Internet http://www.poetarolando.com, su cui sono presenti miei “scritti inumani”. Tra questi vi è il mio citato articolo Argomenti di discussione per la creazione di una nuova Ufologia. Nei prossimi mesi dovrebbe essere operativo anche l’altro mio sito

    http://www.psicostasia.it.

    Tra i miei “Scritti Inumani” c’è l’affermazione che, pochi giorni dopo che terremoti disastrosi hanno creato sofferenza e disperazione, il clima diventa più freddo, piove.
    Per “strana coincidenza” anche dopo il catastrofico terremoto con Tsunami che ha devastato recentemente (marzo 2011) il nord del Giappone, puntualmente, dopo un paio di giorni, è arrivato tanto freddo, tanta pioggia, addirittura la neve (da notare che siamo in primavera, e che Tokio è ad una latitudine che è quella della Tunisia). Nessuno sa spiegarlo, ma io sì, e l’ho scritto chiaramente da anni. E gli ufologi cosa fanno? Verificano la mia teoria? Approfondiscono la legge dell’alimentazione da me scoperta? Mi chiedono le cose che non hanno capito? Ma nemmeno per sogno, figuriamoci se rischiano di sputtanarsi prendendo in considerazione ciò che dice uno che si autoproclama Messia! Ci sono ancora tante lucine misteriose da contare qua e là! Ci sono ancora tanti Crop Circles dei nostri “fratelli dello spazio” da interpretare per coglierne il messaggio…(mentre il Pentagono sta mettendo a punto i suoi Maser!).
    Continuate così ragazzi, che prima o poi… continuerete a non capire niente degli UFO!
    Un cordialissimo saluto a te, ed a tutti coloro che sono riusciti a leggere questa lettera fino qui…

    Poeta Rolando Petrus

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.