REGOLA DELLA GUERRA (TESTO INTEGRALE)

GUERRIERO MELKIZEDECCHIANO mirko haenssgen.jpg

 

Capitolo 1 1 E questo è il libro della regola della guerra. L’inizio si avrà allorché i figli della luce porranno mano all’attacco contro il partito dei figli delle tenebre, contro l’esercito di Belial, contro la milizia di Edom,  2 di Moab, dei figli di Ammon, contro gli Amaleciti e il popolo della Filistea, contro le milizie dei Kittim di Assur, ai quali (andranno) in aiuto coloro che agiscono empiamente verso il patto. I figli di Levi, i figli di Giuda e i figli di Beniamin, gli esuli del deserto, combatteranno contro di essi; … 3 contro tutte le loro milizie, allorché gli esuli dei figli della luce ritorneranno dal deserto dei popoli per accamparsi nel deserto di Gerusalemme. E dopo la guerra se ne andranno di là, 4 contro tutte le milizie dei Kittim in Egitto. E nel suo tempo stabilito uscirà con grande collera per combattere i re del settentrione, e la sua ira sarà diretta a distruggere e a spezzare il potere di Belial. 5 Questo sarà il tempo della salvezza per il popolo di Dio e il tempo determinato della dominazione per tutti gli uomini del suo partito, e l’annientamento eterno per tutto il partito di Belial. Vi sarà una costernazione 6 grande tra i figli di Jafet, Assur cadrà e nessuno l’aiuterà, scomparirà la dominazione dei Kittim facendo soccombere l’empietà senza lasciare traccia, e non rimarrà alcun rifugio 7 per tutti i figli delle tenebre. 8 Verità e giustizia risplenderanno per tutti i confini del mondo, illuminando senza posa fino a quando saranno finiti tutti i tempi stabiliti per le tenebre. E al tempo stabilito per Dio, la sua eminente maestà risplenderà per tutti i tempi determinati 9 in eterno per la pace e la benedizione, la gloria, la gioia e lunghi giorni per tutti i figli della luce. Nel giorno in cui i Kittim cadranno vi sarà un combattimento e una strage grande al cospetto del Dio di Israele; 10 giacché questo è il giorno, da lui determinato da molto tempo per la guerra di sterminio dei figli delle tenebre nel quale saranno impegnati in una grande strage, 11 l’assemblea degli dèi e l’assembramento degli uomini, 12 i figli della luce e il partito delle tenebre; combatteranno insieme dando prova di potenza divina tra lo strepito di una grande moltitudine e la ―teruah  degli dèi e degli uomini, nel giorno della calamità. Sarà questo il tempo 13 dell’angustia per tutto il popolo della redenzione di Dio: tra tutte le loro angustie non ce ne fu mai simile, dal momento nel quale si scatena fino al suo compimento nella redenzione eterna. E nel giorno della guerra contro i Kittim 14 usciranno in guerra per la strage. Per tre (volte) le sorti dei figli della luce avranno il sopravvento per scacciare l’empietà, e per tre (volte) l’esercito di Belial si cingerà per respingere la sorte 15 della luce; i reparti dei combattenti si sforzeranno di scoraggiare il cuore (dei nemici), ma la potenza di Dio fortificherà il cuore dei figli della luce. Alla settima sorte, la grande mano di Dio 16 umilierà Belial e tutti gli dèi del suo dominio, e per tutti gli uomini del suo partito vi sarà uno sterminio eterno. 17 La gloria di Dio con il consiglio dei santi risplenderà nell’aiuto ai figli della luce, gli uomini della verità per la distruzione dei figli delle tenebre, della sorte 18 di Belial… Capitolo 2 1 cinquantadue (capi) famiglia dell’assemblea. Ai capi di sacerdoti assegne-ranno dei posti dopo il sommo sacerdote e il suo sostituto, dodici capi, affinché compiano il servizio liturgico 2 davanti a Dio con il sacrificio perpetuo. Ventisei capi gruppi compiranno il servizio liturgico secondo (l’ordine) dei loro gruppi; dopo di loro compiranno continuamente il servizio liturgico i capi dei leviti: saranno dodici, uno per tribù. 3 Ogni capo gruppo compirà il servizio liturgico nella sua unità di servizio. Dopo di loro ci saranno i capi tribù e i capi famiglia dell’assemblea, i quali prenderanno posto continuamente alle porte del santuario. 4 I capi dei loro gruppi, con i propri arruolati saranno preposti ai loro tempi stabiliti, ai giorni di luna nuova e sabati, per tutti i giorni dell’anno, dall’età di cinquant’anni in avanti. 5 Costoro saranno presenti agli olocausti e ai sacrifici cruenti, per preparare un incensiere gradito alla benevolenza di Dio, per espiare per tutta la sua assemblea e per impinguarsi continuamente al suo cospetto, 6 alla mensa gloriosa. Ordineranno tutto ciò nel tempo stabilito per l’anno della remissione. Nei restanti trentatré anni di guerra saranno gli uomini illustri, 7 i convocati all’adunanza, tutti i capi famiglia dell’assemblea si sceglieranno uomini da guerra contro tutti i paesi dei gentili, da tutte le tribù di Israele. 8 Mobiliteranno contro di essi uomini forti affinché, di anno in anno, vadano nell’esercito secondo i proclami di guerra. Ma negli anni della remissione non li mobiliteranno per andare nell’esercito, poiché è un sabato 9 di riposo per Israele. Nei trentacinque anni di servizio, sarà preparata la guerra; la preparerà per sei anni tutta l’assemblea insieme; 10 le singole campagne della guerra avranno luogo nei restanti ventinove anni. Nel primo anno combatteranno contro Aram Naharaim; nel secondo contro i figli di Lud; nel terzo 11 faranno la guerra contro il resto dei figli di Aram: contro Uts e Hul, Togar e Massa, che sono al di là dell’Eufrate; nel quarto e nel quinto faranno la guerra contro i figli di Arpakshad; 12 nel sesto e nel settimo faranno la guerra contro tutti i figli di Assur e della Persia, e contro gli Orientali fino al grande deserto; nell’ottavo anno faranno la guerra contro i figli di Elam; 13 nel nono faranno la guerra contro i figli di Ismaele e di Qeturah. Nei dieci anni seguenti, la guerra sarà estesa contro tutti i figli di Cam, 14 secondo le loro famiglie, nelle loro abitazione; e nei restanti dieci anni la guerra sarà estesa contro tutti i figli di Jafet, nelle loro abitazioni.  15 – 16 Regola per le trombe di convocazione e per le trombe della ―teruah per tutto il loro servizio, per la comunità e per i comandanti, per i capi famiglia, per i loro recensiti, 17 per le miriadi, per le migliaia, per le centurie e per le cinquantine e per le decurie. Sulle trombe… Capitolo 3 1 formazione di guerra, e le trombe che li convocano durante l’apertura degli intervalli della guerra per fare uscire gli uomini della fanteria; le trombe delle ―teruot‖ dei colpiti, dei caduti e le trombe dell’imboscata; 2 le trombe dell’inseguimento allorché il nemico è messo in fuga; le trombe dell’adunanza al ritorno dalla battaglia. Sulle trombe della convocazione dell’assemblea, scriveranno: ―Chiamati di Dio. 3 Sulle trombe della convocazione dei comandanti scriveranno: ―Principi di Dio‖. Sulle trombe dei raggruppamenti, scriveranno: ―Ordinamento di Dio. Sulle trombe degli uomini 4 illustri, capi famiglia dell’assemblea, allorché si radunano nella casa dell’adunanza, scriveranno: ―Ammonizioni di Dio al consiglio santo. Sulle trombe degli accampamenti, scriveranno: 5 ―Pace di Dio negli accampamenti dei suoi santi‖. Sulle trombe delle loro spedizioni scriveranno: ―Gesta di Dio per disperdere il nemico e mettere in fuga tutti coloro che odiano 6 la giustizia e sottrazione delle benevolenze da coloro che odiano Dio. Sulle trombe delle formazioni di guerra, scriveranno: ―Formazione dei reparti di Dio per vendicare la sua ira su tutti i figli delle tenebre. 7 Sulle trombe di convocazione degli uomini di fanteria, allorché saranno aperti gli intervalli della guerra affinché escano contro la linea del nemico, scriveranno: ―Ricordo di vendetta nel tempo stabilito da Dio. 8 Sulle trombe dei colpiti scriveranno: ―Mano della potenza di Dio in guerra per abbattere tutti colpiti della infedeltà‖. Sulle trombe dell’imboscata, scriveranno: 9 ―Misteri di Dio per la distruzione dell’empietà. Sulle trombe dell’inseguimento, scriveranno: ―Dio ha battuto tutti i figli delle tenebre, la sua collera non si arresterà fino a quando non li avrà annientati. 10 Allorché si disimpegnano dal combattimento per rientrare nella linea, scriveranno sulle trombe del ritorno: ―Dio ha radunato. Sulle trombe della via del ritorno 11 dal combattimento contro il nemico per rientrare nella assemblea di Gerusalemme, scriveranno: ―Grida di giubilo di Dio per un felice ritorno. 12 – 13 Regola per le insegne di tutta l’assemblea, secondo i loro raggruppamenti. Sulla grande insegna, che precede tutto il popolo scriveranno: ―Popolo di Dio e il nome di Israele 14 e di Aronne, e i nomi delle dodici tribù di Israele, secondo le loro genealogie. Sulle insegne dei capi degli accampamenti di tre tribù, 15 scriveranno: ―Benedetti da Dio e i nomi dei principi delle tre tribù. Sull’insegna di una tribù, scriveranno: ―Vessillo di Dio e il nome del principe della tribù, e i nomi dei capi delle loro famiglie. 16 Sull’insegna della famiglia, scriveranno il nome del principe della miriade e i nomi dei capi delle migliaia. 17 Sull’insegna del migliaio scriveranno il nome del capo e i nomi dei capi delle centurie. Sull’insegna della centuria scriveranno… Capitolo 4 1 Sull’insegna di Merari, scriveranno: ―Contributo per Dio e il nome del principe di Merari e i nomi dei capi delle sue migliaia. Sull’insegna del migliaio, scriveranno: ―L’ira di Dio straripa contro 2 Belial e contro tutti gli uomini del suo partito e non vi sarà alcun superstite e il nome del capo del migliaio e i nomi dei capi delle sue centurie. Sull’insegna della centuria, scriveranno: 3 ―Da Dio (viene) la forza combattiva contro ogni carne iniqua‖ e il nome del capo della centuria e i nomi dei capi delle sue decurie. Sull’insegna di cinquanta scriveranno: 4 ―E‘ cessata la posizione degli empi, grazie alla potenza di Dio e il nome del capo dei cinquanta e i nomi dei capi delle sue decurie. Sull’insegna della decuria, scriveranno: 5 ―Grida gioiose di Dio sull’arpa a dieci corde e il nome del capo della decuria e i nomi dei nove uomini ai suoi ordini. 6 Quando partono per la guerra sulle loro insegne scriveranno: ―Verità di Dio, giustizia di Dio, gloria di Dio, giudizio di Dio. E, dopo questo, l’ordinata lista completa dei loro nomi. 7 Quando sono prossimi alla battaglia, sulle loro insegne scriveranno: ―Destra di Dio, tempo stabilito da Dio, panico (mandato) da Dio, colpiti (dalla mano) di Dio. E, dopo questo, la lista completa dei loro nomi. 8 Quando ritornano dalla guerra, sulle loro insegne scriveranno: ―Dio è esaltato, grandezza di Dio, elogio di Dio, gloria di Dio, con la lista completa dei loro nomi. 9 Regola delle insegne dell’assemblea. Quando escono per la guerra, sulla prima insegna scriveranno: ―Assemblea di Dio; sulla seconda insegna: ―Accampamenti di Dio; sulla terza: 10 ―Tribù di Dio; sulla quarta: ―Famiglia di Dio; sulla quinta: Reparti di Dio; sulla sesta: ―Assembramento di Dio ―; sulla settima: ―Convocati da Dio; 11 sull’ottava: ―Eserciti di Dio. Scriveranno anche la lista dei loro nomi, al completo, secondo il loro ordine. Quando sono prossimi alla battaglia, sulle loro insegne scriveranno 12 ―Guerra di Dio, vendetta di Dio, disputa di Dio, retribuzione di Dio, forza di Dio, ricompensa di Dio, potenza di Dio, sterminio, a opera di Dio, di tutte le nazioni vane. Ed anche la lista completa 13 dei loro nomi, scriveranno su di esse. Quando ritornano dalla guerra, sulle loro insegne scriveranno: ―Azioni salvifiche di Dio, vittoria di Dio, aiuto di Dio, sostegno di Dio, 14 gioia di Dio, ringraziamenti a Dio, lodi di Dio, pace di Dio. 15 Regola delle misure. L’insegna di tutta l’assemblea sarà lunga quattordici cubiti. L’insegna di tre tribù sarà lunga tredici cubici. 16 L’insegna di una tribù: dodici, cubiti. L’insegna di una miriade: undici cubiti. L’insegna di un migliaio: dieci cubiti. L’insegna di una centuria: nove cubiti. 17 L’insegna di cinquanta: otto cubiti. L’insegna di una decuria: sette cubiti… Capitolo 5 1 Sullo scudo del principe di tutta l’assemblea scriveranno il suo nome, il nome di Israele, di Levi e di Aronne, i nomi delle dodici tribù nell’ordine delle loro generazioni 2 e i nomi dei dodici capi tribù. 3 Regola per la disposizione dei reparti di combattimento. Allorché il loro esercito è al completo, costituendo una linea frontale di mille uomini, la linea sarà chiusa. Vi saranno sette disposizioni 4 frontali per ogni linea, disposte in formazione regolare, un uomo dopo l’altro. Tutti saranno muniti di scudi di bronzo lucidi come 5 la superficie d’uno specchio. Lo scudo sarà circondato da un orlo lavorato a treccia e ornato da figure; opera di artisti, in oro, in argento e bronzo combinati insieme, 6 e di pietre preziose in un abbellimento multicolore, opera d’artista ingegnoso. La lunghezza dello scudo sarà di due cubiti e mezzo, e la sua larghezza di un cubito e mezzo. Nelle loro mani vi sarà una lancia e una spada. 7 La lunghezza della lancia sarà di sette cubiti, partendo dall’impugnatura, e quella della punta sarà di mezzo cubito; sull’impugnatura vi saranno scolpiti tre anelli, lavorati 8 a treccia come l’orlo (dello scudo), in oro, argento e bronzo, combinati insieme quale ornamento dalla forma artistica; questi ornamenti saranno attaccati ai due lati di ogni anello; 9 tutt’intorno vi saranno pietre preziose in un ornamento multicolore, lavoro d’artista ingegnoso, e una spiga; tra gli anelli l’impugnatura sarà scanalata come il lavoro 10 d’una colonna artistica. La punta sarà di ferro bianco risplendente, lavoro d’artista ingegnoso; in mezzo alla punta vi sarà una spiga di oro puro, terminante affusolata in direzione della punta. 11 Le spade saranno di ferro raffinato e puro, passato al crogiolo e splendenti come la superficie d’uno specchio, lavoro d’artista ingegnoso; ambedue le parti saranno ornate da una figura di spiga 12 in oro puro, e da scanalature diritte, due da una parte e due dall’altra, in direzione della punta. La lunghezza della spada sarà di un cubito 13 e mezzo e la larghezza di quattro dita. Il fodero sarà di quattro pollici; fino al fodero vi saranno quattro volte la larghezza della mano, e il fodero si estenderà da parte a parte, 14 su cinque volte la larghezza della mano. L’impugnatura della spada sarà di osso puro, opera d’artigiano, con una decorazione multicolore in oro, argento e pietre preziose. 15 – 16 Quando starà in piedi… saranno disposte sette linee, 17 una linea dopo l’altra; e tra una linea e l’altra vi sarà uno spazio di circa trenta cubiti, ove staranno gli uomini della regola… 18 per agitare la faccia e le mani in direzione di… Capitolo 6 1 sette volte e ritorneranno ai loro posti. Dopo di loro, usciranno tre reparti di fanteria e si porranno tra le linee. Il primo reparto scaglierà contro 2 la linea nemica sette giavellotti bellici. Sulla punta del giavellotto scriveranno: ―Lampo della lancia per la potenza di Dio; sul secondo dardo scriveranno: 3 ―Frecce di sangue per abbattere i colpiti dall’ira di Dio. Sul terzo giavellotto scriveranno: ―Fiamma della spada che divora gli iniqui colpiti dal giudizio di Dio. 4 Tutti costoro scaglieranno sette volte e poi ritorneranno ai loro posti. Dopo di loro usciranno due reparti di fanteria e si porranno tra le due linee: 5 il primo reparto afferrando lancia e scudo, il secondo reparto afferrando scudo e spada per abbattere i colpiti dal giudizio di Dio e per umiliare la linea 6 nemica con la potenza di Dio, per rendere, a tutte le nazioni da nulla, la ri-compensa del loro male. La regalità sarà per il Dio di Israele, e tra i santi del suo popolo egli compirà prodezze. 7 – 8 Anche le sette formazioni dei cavalieri si terranno alla destra e alla sinistra della linea di combattimento, ma prenderanno posizione da una parte e dall’altra delle loro formazioni: 9 settecento cavalieri da una parte e settecento dall’altra parte. Duecento cavalieri usciranno con i mille uomini della linea di fanteria; e così 10 prenderanno posizione su tutte le parti dell’accampamento: in tutto saranno quattromila seicento. Millequattrocento cavalli saranno per gli uomini dell’ordinamento delle linee di battaglia: 11 cinquanta per ogni linea; compresi i cavalli degli uomini dell’ordinamento, i cavalieri saranno seimila: cinquecento per ogni tribù. Tutti i cavalli che usciranno 12 in combattimento con gli uomini della fanteria saranno cavalli di sesso maschile, dai piedi veloci, docili di bocca, dal fiato lungo, che abbiano compiuto l’età conveniente, esercitati alla Guerra 13 e abituati a udire clamori e (a vedere) ogni genere di spettacoli. Quanti cavalcano su di essi devono essere guerrieri coraggiosi, abituati ai cavalli:  14 l’età indispensabile è dai trenta ai quarantacinque anni. I cavalieri dell’ordinamento (di battaglia) avranno dai quaranta ai cinquant’anni; 15 costoro indosseranno caschi e gambiere, le loro mani afferreranno scudi rotondi e una lancia della lunghezza di otto cubiti, … 16 arco, frecce e giavellotti da combattimento. Tutti saranno preparati a… 17 per far cadere e per versare il sangue di quanti sono colpiti a motivo delle loro colpe. Costoro sono… Capitolo 7 1 e gli uomini dell’ordinamento (di battaglia) avranno dai quaranta ai cinquant’anni, mentre quelli che reggono gli accampamenti avranno dai cinquanta ai sessant’anni; anche i sovraintendenti 2 avranno dai quaranta ai cinquant’anni. Tutti coloro che spogliano i caduti, che raccolgono il bottino, che purificano la terra, che custodiscono i bagagli 3 e colui che prepara il vitto, tutti costoro avranno dai venticinque ai trent’anni. Nessun fanciullo né alcuna donna entrerà nei loro accampamenti allorché lasceranno 4 Gerusalemme per andare alla guerra, fino al loro ritorno. Uno zoppo, un cieco, uno storpio, chiunque ha, nel suo corpo, qualche difetto permanente o è colpito da una qualche impurità 5 corporale, nessuno di costoro potrà andare con essi alla guerra. Devono essere tutti uomini che vanno volentieri alla guerra, perfetti nello spirito e nel corpo, preparati per il giorno della vendetta. 6 Chiunque, nel giorno del combattimento, non è sessualmente puro non discenderà con essi giacché con le loro truppe ci sono angeli santi. 7 Una certa distanza di circa mille cubiti (separerà) tutti i loro accampamenti dal luogo della mano, né si vedrà alcuna cosa sconveniente e cattiva nei dintorni dei loro accampamenti. 8 – 9 Quando si formeranno le linee di combattimento di fronte al nemico, linea di fronte a linea, per recarsi tra le linee, usciranno dall’intervallo centrale sette 10 sacerdoti figli di Aronne, vestiti di abiti di bisso bianco, d’una tunica di lino e di calzoni di lino, cinti da una sciarpa di lino, di bisso ritorto azzurro, 11 porpora e scarlatto, con ricamo multicolore, opera d’artista, e sulla loro testa (porteranno) turbanti; questi sono abiti da guerra; nel santuario non li introdurranno. 12 Un sacerdote si recherà davanti a tutti gli uomini della linea di combattimento per fortificare le loro mani alla battaglia; mentre gli (altri) sei avranno in mano 13 le trombe dell’adunanza, le trombe del ricordo, le trombe della ―teruah, le trombe dell’inseguimento e le trombe della convocazione. 14 Allorché i sacerdoti usciranno per portarsi tra le linee di combattimento, usciranno con loro anche sette leviti con in mano sette corni di montone; inoltre, tre sovraintendenti tra i leviti precederanno i sacerdoti e i leviti. 15 Allora i sacerdoti suoneranno le due trombe, quella dell’adunanza e quella del ricordo, e si apriranno gli intervalli della battaglia per cinquanta scudieri, 16 e cinquanta uomini di fanteria usciranno da un intervallo, e cinquanta da un altro intervallo, e con essi usciranno i sovraintendenti leviti, 17 e tutti, una linea dopo l’altra, usciranno in conformità di tutto questo ordinamento. I sacerdoti suoneranno le trombe dell’adunanza e gli uomini di fanteria usciranno dagli intervalli 18 e si disporranno tra le due linee di combattimento… Capitolo 8 1 Le trombe seguiteranno a suonare per la durata (del combattimento) dei frombolieri, fino a quando non abbiano terminato di tirare sette volte. 2 Dopo di ciò i sacerdoti suoneranno per loro le trombe del ritorno, ed essi ritorneranno a lato della prima linea di combattimento 3 per riprendere il loro posto. I sacerdoti suoneranno poi le trombe dell’adunanza, 4 e tre reparti di fanteria usciranno dagli intervalli e si porranno tra le linee di combattimento; affianco a loro ci saranno gli uomini di cavalleria, a destra e a sinistra. 5 I sacerdoti suoneranno allora le trombe, con un suono continuo, affinché si mettano in formazione da battaglia 6 e le colonne si spiegheranno secondo le loro formazioni, ognuna al suo posto; e quando avranno costituito le formazioni, 7 i sacerdoti suoneranno per essi una seconda ―teruah, con un suono dolce e sostenuto, per la corsa al passo, fino a quando si saranno avvicinati 8 alla linea nemica; allora daranno mano alle armi da guerra e i sacerdoti suoneranno le sei trombe 9 dei colpiti con un suono acuto e intermittente per la durata della battaglia; i leviti e tutti quanti hanno dei corni suoneranno 10 all’unisono la grande ―teruah‖ di guerra per fare sciogliere il cuore del nemico; e al suono della ―teruah usciranno 11 i giavellotti da battaglia per abbattere i colpiti; il suono dei corni si arresterà, 12 ma i sacerdoti seguiteranno a suonare le trombe con un suono acuto e intermittente per la durata della battaglia fino a quando non abbiano terminato (di tirare) verso la linea nemica sette volte. 13 Dopo, i sacerdoti suoneranno per essi le trombe del ritorno 14 con un suono dolce, continuo e sostenuto. I sacerdoti suoneranno per i tre reparti seguendo questo ordinamento. 15 Al primo tiro, i sacerdoti, i levati e tutti quanti hanno dei corni suoneranno la grande ―teruah 16 per la durata della battaglia fino a quando non abbiano tirato sette volte; dopo i sacerdoti suoneranno per essi 17 le trombe del ritorno con un suono dolce continuo e sostenuto, ed essi ritorneranno al proprio posto e andranno nella loro linea. 18 I sacerdoti suoneranno le trombe dell’adunanza e usciranno, dagli intervalli, due reparti di fanteria e si porranno 19 tra le due linee alla distanza d’un tiro; i sei sacerdoti suoneranno le trombe dei colpiti, e i leviti 20 e tutti quanti hanno dei corni suoneranno la grande ―teruah: a questo suono Capitolo 9 1 incominceranno ad abbattere, con la loro mano, i colpiti; mentre tutto il popolo smetterà dal suonare la ―teruah, i sacerdoti seguiteranno a suonare le trombe 2 dei colpiti per la durata della battaglia, fino a quando il nemico sia sconfitto e abbia voltato le spalle. I sacerdoti seguiteranno, dunque, a suonare per la durata della battaglia. 3 Quando quelli saranno sconfitti davanti a loro, i sacerdoti suoneranno le trombe dell’adunanza e tutti gli uomini della fanteria usciranno verso di essi dal mezzo  4 delle linee del fronte; e sei reparti prenderanno posizione con il reparto che sta combattendo, formando così un totale di sette linee di combattimento: ventottomila 5 guerrieri e sei mila cavalieri. Tutti costoro inseguiranno il nemico per distruggerlo nella battaglia di Dio, fino all’annientamento eterno. 6 I sacerdoti suoneranno per essi le trombe dell’inseguimento. Contro ogni nemico, essi si divideranno (a gruppi) inseguendolo fino all’annientamento: 7 la cavalleria lo costringerà ai lati dello schieramento bellico fino alla completa distruzione. Quando i colpiti cadranno, i sacerdoti seguiteranno a suonare le trombe, ma da lontano, senza andare 8 in mezzo ai colpiti per non essere contaminati dal loro sangue impuro: essi, infatti, sono santi e non devono profanare l’olio della loro unzione sacerdotale con il sangue di un popolo da nulla. 9 – 10 Regola per il cambiamento della disposizione dei reparti di combattimento, per prendere la posizione… di torri, di semicerchio e di torri, 11 di arco e di torri, di arco leggermente teso con colonne uscenti e ali che avanzano dai due lati della linea per schiacciare il nemico. 12 Gli scudi (degli uomini) delle torri saranno lunghi tre cubiti, e le loro lance saranno lunghe otto cubiti, e le torri 13 usciranno dalla linea. Ogni lato della torre avrà cento scudi: (il numero di) tutti coloro che circonderanno la torre sui suoi tre lati anteriori, sarà di trecento scudi. 14 Ogni torre avrà due intervalli, uno a destra e uno a sinistra. Su tutti gli scudi delle torri 15 scriveranno: sugli (scudi) della prima (torre): Micael; su quelli della seconda: Gabriel; su quelli della terza: Sariel; su quelli della quarta: Rafael.  16 Micael e Gabriel saranno a destra, Sariel e Rafael a sinistra. 17 – 18 … … … Capitolo 10 1 nostri accampamenti, perché ci preservassimo da ogni cosa sconveniente e cattiva, egli ci ha annunziato che tu, Dio grande e terribile, sei in mezzo a noi, per scacciare  2 davanti a noi tutti i nostri nemici; e una volta ci hai ammaestrato per le nostre generazioni, dicendo: ―Quando starete per combattere il sacerdote si alzerà e parlerà al popolo dicendo: 3 Ascolta, Israele! Voi oggi state per combattere contro i vostri nemici. Non abbiate paura, non si rammollisca il vostro cuore, 4 non spaventatevi e non allarmatevi innanzi a loro. Poiché il vostro Dio cammina con voi per combattere per voi i vostri nemici e per salvarvi. 5 Allora i nostri sovraintendenti parleranno a tutti coloro che sono prossimi al combattimento per corroborare nella potenza di Dio i cuori generosi, per rinviare tutti 6 quelli dal cuore rammollito, e per corroborare tutti i combattenti valorosi; ripeteranno quanto fu detto per mezzo di Mosè, dicendo: ―Allorché, nel vostro paese, 7 verrà una guerra contro un oppressore che vi opprime, suonerete le trombe e il vostro Dio si ricorderà di voi 8 e sarete salvi dal vostri nemici. Chi mai in cielo e in terra è come te, Dio di Israele, da uguagliare le tue grandi opere 9 e la tua gagliarda potenza? E chi è come il tuo popolo Israele, che hai scelto per te da tutti i popoli della terra, 10 popolo dei santi del patto, di istruiti negli statuti, dotati di conoscenza e di intelligenza, di uditori della tua voce gloriosa, di spettatori 11 degli angeli santi, aperti d’orecchio e uditori delle cose profonde? (Tu hai creato) la distesa delle nubi, l’esercito dei luminari 12 e il peso dei venti e l’impero dei santi, le riserve della gloria… dense nubi; (sei tu) che hai creato la terra e le leggi delle sue divisioni 13 in deserto e in terra (inizialmente) arida e tutti i suoi prodotti con i suoi frutti… la cerchia dei mari, i serbatoi dei fiumi e la rottura degli abissi, 14 le creature animali e gli uccelli, l’abbozzo dell’uomo e le generazioni della sua discendenza, la confusione delle lingue e la divisione dei popoli, la residenza delle famiglie 15 e l’eredità dei paesi… gli stabiliti tempi sacri, i corsi degli anni e i tempi determinati 16 in perpetuo… queste tue meraviglie le conosciamo per mezzo della tua intelligenza 17 … le tue orecchie al nostro grido, poiché… 18…………… Capitolo 11 1 bensì tua è la guerra ed è per mezzo della forza della tua mano che i loro corpi sono stati schiacciati e nessuno li seppellisce. Golia il Gattita, uomo valoroso, 2 tu l’hai consegnato in mano del tuo servo David il quale aveva posto la sua fiducia nel tuo grande nome, non nella spada e nella lancia. Tua, infatti, è la guerra! 3 Egli ha pure umiliato mille volte i Filistei in virtù del tuo santo nome, e tu ci hai salvato mille volte per mezzo della mano dei nostri re 4 in virtù della tua misericordia, non in virtù delle nostre azioni, con le quali abbiamo compiuto il male, né in virtù dei delitti da noi commessi. Tua è la guerra, e la potenza viene da te, 5 non da noi. Non è la nostra forza né il potere delle nostre mani che agirono valorosamente. Noi, infatti, (abbiamo agito) in virtù della tua forza e del-l’efficacia del tuo grande valore, 6 come ce lo avevi annunziato una volta dicendo: ―Un astro è sorto da Giacobbe, uno scettro si è innalzato da Israele, colpirà le tempie di Moab 7 e il cranio di tutti i figli di Set, dominerà da Giacobbe e farà perire ciò che resta della città, il nemico è stato conquistato e Israele ha compiuto prodezze. 8 Per opera dei tuoi unti, coloro che contemplano le tue testimonianze, tu ci hai annunziato i tempi determinati per le guerre delle tue mani, per le quali sarai glorificato sui nostri nemici abbattendo le milizie di Belial, 9 sette popoli da nulla, per mano dei poveri che hai liberato con la forza e con la pace, (manifestando) un’ammirabile potenza; e il cuore sciolto divenne una porta di speranza. Verso di loro hai agito come verso il Faraone 10 e come verso gli ufficiali dei suoi carri nel Mare dei Giunchi. Quanti hanno lo spirito abbattuto, li farai bruciare come una torcia di fuoco nella paglia: essa divorerà l’iniquità e non si ritirerà fino a quando 11 – 12 la colpevolezza non sarà sterminata. Da tempo ci hai fatto ascoltare il momento stabilito per la potenza della tua mano contro i Kittim, dicendo: ―Assur è caduto non per opera d’una spada di uomo, e una spada non umana lo divorerà. 13 Giacché nella mano dei poveri consegnerai i nemici di tutti i paesi, e nella mano di coloro che si curvano nella polvere, per umiliare i forti dei popoli, per fare ricadere la punizione 14 dei malvagi sul loro capo colpevole, per esercitare in modo giusto il giudizio della tua verità tra tutti gli uomini e per farti un nome eterno nel popolo…  15 le guerre, e per dimostrarti grande e santo agli occhi del resto dei popoli affinché sappiano… 16 allorché farai giustizia di Gog, di tutto il suo assembramento, e di quanti si sono uniti contro di te… 17 – 18 … giacché dai cieli tu combatterai contro di essi…  Capitolo 12 1 Poiché tu hai nei cieli una moltitudine di santi, eserciti di angeli sono nella tua santa abitazione per lodare il tuo nome. Gli eletti del popolo santo 2 li hai posti per te in una comunità; il numero dei nomi di tutto il loro esercito è presso di te, nella tua dimora santa, e gli angeli del cielo sono nell’abitazione della tua gloria; 3 le benevolenze delle tue benedizioni sono per essi e il tuo patto di pace l’hai scolpito per essi con uno stilo di vita per regnare su di essi per tutti i tempi sta-biliti dell’eternità, 4 per visitare gli eserciti dei tuoi eletti secondo le loro migliaia e secondo le loro miriadi, insieme con i tuoi santi e l’esercito dei tuoi angeli, per fortificare la mano in combattimento, 5 per abbattere quanti insorgono contro la terra allorché compi i tuoi giudizi, mentre le tue benedizioni sono con gli eletti del cielo. 6 – 7 Ma tu, Dio, sei terribile nella gloria della tua regalità, e l’assemblea dei tuoi santi è in mezzo a noi quale aiuto eterno. Tra di noi c’è disprezzo per i re, 8 sdegno e derisione per i potenti. Giacché Adonai è santo, e il re della gloria è con noi, popolo di santi, e le potenze dell’esercito degli angeli sono tra i nostri recensiti, 9 il forte in combattimento è nella nostra assemblea, l’esercito dei suoi spiriti è con i nostri passi; i nostri cavalieri sono come un banco di nuvole e come una massa di nebbie piene di rugiada da coprire la terra, 10 sono come una pioggia abbondante per irrigare con il giudizio, tutto ciò che scaturisce da essa. Sorgi, potente! Prendi i tuoi prigionieri, uomo di gloria! 11 Impadronisciti del tuo bottino, tu che agisci da eroe! Poni la tua mano sulla nuca dei tuoi nemici, il tuo piede su mucchi di uccisi! Schiaccia i popoli tuoi nemici, 12 la tua spada divori la carne colpevole! Riempi di gloria la tua terra, di benedizione la tua eredità! Numeroso sia il bestiame sui tuoi pascoli, argento, 13 oro e pietre preziose siano nei tuoi palazzi! Rallegrati molto, Sion! Risplendi con canti di gioia, Gerusalemme! Esultate voi tutte città di Giuda! 14 Apri per sempre le tue porte, fa entrare in te la ricchezza delle nazioni: i loro re ti serviranno, tutti i tuoi oppressori si prostreranno davanti a te, 15 e la polvere dei tuoi piedi lambiranno. Figlie del mio popolo, innalzate grida di gioia, rivestitevi d’ornamenti di gloria e dominate sul regno dei Kittim, 16 fino a quando risplenderà il re di Israele, per regnare in eterno… 17 valorosi combattenti, Gerusalemme… 18 Alzati al di sopra dei cieli, Adonai… Capitolo 13 1 e i suoi fratelli, i sacerdoti e i leviti, e tutti gli anziani della regola saranno con lui. Dal loro posto benediranno il Dio di Israele e tutte le opere della sua verità, e malediranno, 2 dallo stesso posto, Belial e tutti gli spiriti del suo partito. Prenderanno la parola, dicendo: Sia benedetto il Dio d’Israele in ogni suo santo disegno e nelle opere della sua verità! 3 Siano benedetti tutti coloro che lo servono nella giustizia e lo conoscono nella fedeltà. 4 Sia maledetto Belial nel suo disegno ostile, sia esecrato nella sua colpevole dominazione! Siano maledetti tutti gli spiriti del suo partito nel loro disegno malvagio! 5 Siano esecrati in ogni opera immonda della loro impurità, poiché essi sono il partito delle tenebre, mentre il partito di Dio è per la luce eterna. 6 – 7 Tu sei il Dio dei nostri padri! Benediciamo il tuo nome in eterno. Noi siamo un popolo eterno. Hai stretto un patto con i nostri padri e l’hai mantenuto con la loro posterità, per gli stabiliti tempi eterni. 8 In tutte le testimonianze della tua gloria è, menzionata la tua presenza in mezzo a noi, a sostegno di un resto e dei superstiti per (amore) del tuo patto, 9 per narrare le opere della tua verità e i giudizi delle tue mirabili gesta. Tu ci hai separati per te come un popolo eterno, e ci hai posto nel partito della luce, 10 conformemente alla tua verità. Da tempo hai designato un principe di splendore quale nostro aiuto: tutti i figli della giustizia appartengono al suo partito, e tutti gli spiriti della verità sono sotto il suo dominio. 11 Hai fatto Belial affinché nuocesse, angelo di ostilità, il cui dominio è nelle tenebre e il cui disegno e compiere il male e rendere colpevole. 12 Tutti gli spiriti del suo partito sono angeli di distruzione, camminano secondo le leggi delle tenebre e verso di esse è diretto il loro comune desiderio. Noi, nel partito della tua verità, ci rallegriamo a causa della potenza della tua mano, 13 siamo allegri a causa della tua salvezza ed esultiamo per il tuo aiuto e la tua pace. Chi eguaglia la tua forza, Dio di Israele? 14 Con i poveri è la potenza della tua mano. Qual angelo o qual principe e come l’aiuto della tua redenzione? Da tempo, infatti, tu hai stabilito il giorno del grande combattimento contro le tenebre, 15 per salvare la luce per mezzo della verità, per annientare i colpevoli, per abbattere le tenebre e intensificare la luce e per…  16 nella comunità di Dio, al suo posto eterno, per annientare tutti i figli delle tenebre ed essere la gioia di tutti i figli della luce. 17 – 18 … poiché tu ci hai destinati per… Capitolo 14 1 come il fuoco della sua ira contro gli idoli dell’Egitto. 2 Dopo che si saranno ritirati dai colpiti per rientrare nell’accampamento, canteranno tutt’insieme con gioia l’inno del ritorno. Al mattino, laveranno i loro abiti e laveranno se stessi 3 dal sangue dei cadaveri dei colpevoli, e ritorneranno al luogo del loro posto, là ove avevano formato la linea di combattimento prima che cadessero i colpiti del nemico. 4 Là benediranno il Dio di Israele e, tutt’insieme, esalteranno il suo nome con gioia e si risponderanno dicendo: Sia benedetto il Dio di Israele che mantiene la benevolenza verso il suo patto e le testimonianze 5 della salvezza verso il popolo della sua liberazione. Egli ha chiamato persone vacillanti a compiere azioni mirabili, ha riunito l’assembramento delle nazioni per uno sterminio che non lasciò residuo alcuno, per sollevare, con il (suo) giudizio, 6 il cuore sciolto, per aprire la bocca dei muti, affinché cantino le gesta di Dio, e per ammaestrare le mani deboli alla guerra; egli ha rese salde al loro posto, le ginocchia dei vacillanti,  7 e fermi i lombi dei percossi sulla schiena; per opera degli umili di spirito, egli abbatte quanti hanno il cuore chiuso e indurito; per mezzo di coloro che seguono una via perfetta avranno fine tutte le nazioni inique 8 e non ci sarà più posto per alcuno dei loro uomini forti. Noi, invece, resto del tuo popolo, benediciamo il tuo nome, Dio delle benevolenze, che custodisci il patto (stretto) con i nostri padri e in 9 tutte le nostre generazioni hai concesso le tue mirabili benevolenze al resto della tua eredità sotto il dominio di Belial; sicché nonostante tutti i misteri della sua ostilità essi non riusciranno ad allontanarci dal tuo patto; 10 hai scacciato da noi i suoi spiriti maligni e quando gli uomini della sua domi-nazione si abbandonavano all’iniquità, tu hai custodito l’anima da te salvata. Hai fatto sorgere, 11 con la tua forza, quelli che erano caduti, mentre abbatterai quelli che sono d’alta statura e umilierai l’arrogante. Nessuno potrà salvare uno solo di tutti i loro guerrieri, non vi sarà scampo per alcuno dei loro uomini veloci, ai loro uomini venerati 12 tu risponderai con la derisione e tutto l’essere delle loro vanità sarà come un niente. Ma noi, tuo popolo santo, lodiamo il tuo nome a motivo delle opere della tua verità 13 e a motivo delle tue gesta esaltiamo il tuo splendore in tutti i tempi e in tutte le date stabilite dalle tue testimonianze eterne: all’ingresso del giorno e della notte, 14 all’uscita della sera e del mattino, poiché grande è il tuo glorioso disegno e mirabili i tuoi misteri nelle tue altezze (celesti), per innalzare a te dalla polvere 15 e per abbassare dagli dèi. 16 Sorgi, sorgi, Dio degli dèi innalzati con forza, re dei re, per umiliare l’iniquo e non vi sia più né un resto né uno scampo per tutti i figli delle tenebre. 17 La luce della tua grandezza risplenda in eterno per tutti i tempi determinati, per la pace, la benedizione, la gloria e la gioia di tutti i figli della luce, 18 ma il fuoco della tua ira bruci fino allo sheol per consumare… Capitolo 15 1 Poiché è un tempo d’angoscia per Israele e della dichiarazione di guerra contro tutte le nazioni. Il partito di Dio avrà una redenzione eterna, 2 mentre ogni nazione empia sarà annientata. Tutti coloro che sono pronti alla guerra, andranno a porre l’accampamento di fronte al re dei Kittim e di fronte a tutto l’esercito 3 di Belial, schierati attorno a lui per il giorno della vendetta per mezzo della spada di Dio. 4 Il sacerdote capo starà in piedi; davanti a lui ci saranno i sacerdoti suoi fratelli, i sacerdoti, i leviti e tutti gli uomini della regola, ed egli leggerà alle loro orecchie 5 la preghiera per il tempo stabilito per la guerra, secondo il tenore del libro della regola del suo tempo con tutte le parole dei loro inni; e quivi disporrà 6 tutte le linee di combattimento, come è scritto nel libro della guerra. Allora si farà avanti il sacerdote designato per il tempo stabilito per la vendetta (dall’accordo) di 7 tutti i suoi fratelli e fortificherà le loro mani alla guerra prendendo la parola, e dicendo: Siate forti, coraggiosi e uomini valorosi! 8 Non abbiate paura! Non temete, né sia debole il vostro cuore! Non allarmatevi! Non spaventatevi per essi, 9 non indietreggiate né fuggite davanti a loro! Sono, infatti, un’assemblea empia, tutte le loro opere sono (compiute) nelle tenebre, 10 ad esse tende la loro inclinazione e ogni loro rifugio si basa sulla menzogna. La loro potenza è come fumo che si dilegua e tutto l’assembramento 11 della loro moltitudine, come paglia che passa, svanirà e non si troverà più; tutto il loro miserabile essere seccherà presto 12 come un fiore sotto il vento d’oriente. Ma voi siate coraggiosi, dimostratevi forti nella guerra di Dio, giacché oggi è il tempo della guerra 13 di Dio contro tutto l’esercito di Belial, e del giudizio contro ogni carne. Con la sua mirabile potenza, il Dio di Israele alzerà la sua mano 14 contro ogni spirito di empietà. I guerrieri divini si sono cinti per la battaglia. I reparti dei santi 15 sono convocati per il giorno della vendetta……. Dio di Israele……. 16 nella sua perdizione… Capitolo 16 1 fino a quando sia terminata ogni fonte di impurità poiché il Dio di Israele chiama una spada su tutte le nazioni, e per mezzo dei santi del suo popolo agirà con potenza. 2 – 3 Seguiranno questa regola, nel giorno in cui prenderanno il loro posto davanti agli accampamenti dei Kittim. In seguito i sacerdoti suoneranno per loro le trombe 4 del ricordo e apriranno gli intervalli della guerra: usciranno allora gli uomini della fanteria e si porranno ritti, in colonna, tra le linee di combattimento; 5 i sacerdoti suoneranno per essi la ―teruah per la messa in formazione; al suono delle trombe le colonne si spiegheranno collocandosi ognuna al proprio posto. 6 Per essi, i sacerdoti suoneranno la ―teruah per l’avvicinamento; quando si troveranno presso la linea di combattimento dei Kittim, alla distanza di un tiro, ognuno alzerà la mano con le sue armi da guerra. 7 E i sei sacerdoti suoneranno le trombe dei colpiti con suono acuto e intermittente per la durata della battaglia. I leviti e tutti coloro che hanno 8 i corni suoneranno la ―teruah di combattimento con un suono forte. E allorché il suono inizia a risuonare le loro mani cominceranno ad abbattere i colpiti dei Kittim; 9 tutto il popolo cesserà il suono della ―teruah; ma i sacerdoti seguiteranno a suonare le trombe dei colpiti e la battaglia contro i Kittim proseguirà. 10 – 11 Allorché Belial si cingerà (per andare) in aiuto dei figli delle tenebre, e i colpiti della fanteria incominceranno a cadere secondo i segreti di Dio – per provare per mezzo di essi tutti coloro che sono designati per la guerra -, 12 i sacerdoti suoneranno le trombe della chiamata, affinché un’altra linea esca a combattere e a sostituirli, ed essi si pongano tra le linee di combattimento; 13 e per coloro che si trovano ancora in combattimento suoneranno (le trombe) del ritorno. Allora il sacerdote capo si avvicinerà, starà ritto davanti alla linea e incoraggerà 14 il loro cuore con la potenza di Dio e le loro mani per la sua battaglia; 15 egli prenderà la parola dicendo: … Dio scruta con giustizia e mette con giudizio alla prova il cuore del suo popolo. Non è senza motivo che sono caduti i vostri colpiti. Da tempo, infatti, avete udito 16 per mezzo dei misteri di Dio… 17……. Capitolo 17 1 egli ha posto la loro pace come una fiamma in un covone affinché fossero provati al crogiolo, ha limato le loro armi da guerra ed essi non verranno mai meno fino alla distruzione di ogni nazione iniqua. 2 Voi ricordatevi del giudizio su Nadab e Abiu figli di Aronne, attraverso il cui giudizio Dio si è mostrato santo agli occhi di tutto il popolo 3 e ha confermato per sé Eleazaro e Itamar con un patto di sacerdozio eterno. 4 Voi siate forti, non abbiate paura di loro, giacché la loro inclinazione è diretta a ciò che è vano e nullo, e il loro sostegno consiste in ciò che non è, non sanno che dal Dio  5 di Israele deriva tutto ciò che è, ciò che fu e ciò che sarà… per tutto ciò che accadrà in eterno. Oggi stesso è il tempo da lui stabilito per umiliare e abbattere il principe della dominazione dell’empietà. 6 Al partito della sua redenzione egli ha inviato un aiuto eterno per mezzo della potenza dell’angelo che egli ha esaltato, per mezzo della dignità principesca di Micael, nella luce eterna, 7 per irradiare di gioia il patto di Israele, (per dare) pace e benedizione al partito di Dio, per esaltare tra gli dèi la dignità principesca di Micael e la dominazione 8 di Israele su ogni carne. La giustizia gioirà nelle altezze e tutti i figli della sua verità esulteranno nella conoscenza eterna. 9 Voi, figli del suo patto, siate forti nel crogiolo di Dio, fino a che egli agiti la sua mano portando a compimento le sue prove, i suoi misteri, circa la vostra esistenza. 10 Dopo queste parole i sacerdoti suoneranno per loro affinché si dispongano in formazione i reparti della linea di combattimento. Al suono delle trombe le colonne si spiegheranno 11 collocandosi ognuna al proprio posto. Allora i sacerdoti suoneranno per la seconda volta le trombe della ―teruah per lo avvicinamento; e quando 12 gli uomini di fanteria avranno raggiunto la linea di combattimento dei Kittim, alla distanza di un tiro, ognuno alzerà la sua mano con le sue armi da guerra. I sacerdoti suoneranno le trombe 13 dei colpiti, e i leviti e tutti coloro che hanno i corni suoneranno la ―teruah di combattimento, e gli uomini di fanteria allungheranno le mani contro l’esercito dei Kittim. 14 Allorché inizierà a echeggiare il suono della ―teruah incominceranno a fare cadere i colpiti; quando tutto il popolo arresterà il suono della ―teruah, 15 i sacerdoti suoneranno le trombe dei colpiti: la guerra contro i Kittim seguiterà e le milizie di Belial soccomberanno davanti a loro. 16 Nella terza fase i figli della luce avranno il sopravvento; ma nella quarta fase, i figli delle tenebre si cingeranno di forza e i figli (di Israele) inizieranno a cadere colpiti 17 per i misteri di Dio, e………..Capitolo 18 1 quando la grande mano di Dio s’alzerà contro Belial e contro tutto l’esercito della sua dominazione con una disfatta eterna, 2 con il fragore di una grande moltitudine e la ―teruah dei santi nell’inseguimento di Assur, i figli di Jafet cadranno per non rialzarsi più, i Kittim saranno fatti a pezzi senza lasciare 3 alcun superstite o fuggitivo e la mano del Dio di Israele sarà alzata contro tutta la moltitudine di Belial. In quel tempo i sacerdoti suoneranno 4 le sei trombe del ricordo, tutte le linee di combattimento si raduneranno verso di loro dividendosi per (marciare) contro tutti gli accampamenti dei Kittim 5 per distruggerli completamente. E allorché il sole volge al tramonto, in quello stesso giorno, il sacerdote capo starà ritto, con i sacerdoti, 6 i levati che sono con lui e i capi delle linee di combattimento e gli uomini della regola, e benediranno là il Dio di Israele. Prenderanno la parola dicendo: – Benedetto sia il tuo nome Dio degli dèi, 7 giacché per il tuo popolo hai compiuto meravigliosamente cose grandi, hai mantenuto verso di noi il tuo patto di un tempo. Molte volte ci hai aperto le porte della salvezza 8 a motivo del tuo patto noi, infatti, eravamo poveri – conformemente alla tua bontà verso di noi. E tu, Dio di giustizia, hai agito per il tuo nome! 9 – 10 Giacché, nella tua potenza, tu hai compiuto tra noi cose stupende e meravigliose, e fin dall’antichità non vi fu mai nulla di simile; tu, infatti, conosci il tempo stabilito per noi, ed oggi tu sei apparso 11 a noi in una luce perfetta e ci hai mostrato la mano delle tue benevolenze verso di noi e la mano della tua potenza, con una redenzione eterna, eliminando per sempre la dominazione del nemico; 12 e nella guerra ti sei dimostrato pieno di forza contro i nostri nemici, fino alla disfatta completa. Ora il giorno ci spinge a inseguire le loro moltitudini, 13 poiché tu ci hai consegnato il cuore dei guerrieri sicché (per loro) non c’è più scampo. Tua è la potenza, nella tua mano è la guerra, e nessuno 4 strapperà dalla tua mano… i tempi stabiliti secondo il tuo beneplacito, e dai la ricompensa ai tuoi nemici e impedisci 15 alla dominazione……. Capitolo 19 1 ai forti, giacché il nostro sublime è santo ed è con noi il re della gloria, l’esercito dei suoi spiriti è con i nostri fanti e i nostri cavalieri come un banco di nuvole 2 e come una massa di nebbia piene di rugiada da coprire la terra e come una pioggia abbondante per irrigare, per mezzo della giustizia, tutto ciò che scaturisce da essa. Sorgi, potente! Prendi i tuoi prigionieri, 3 uomo di gloria! Impadronisciti del tuo bottino, tu che compi prodezze! Poni la tua mano sulla nuca dei tuoi nemici, il tuo piede su mucchi di uccisi! 4 Schiaccia i popoli tuoi nemici e la tua spada (ne) divori la carne! Riempi di gloria la tua terra, di benedizione la tua eredità! Numeroso sia il bestiame sui tuoi pascoli, argento, oro e pietre preziose siano nei tuoi palazzi! Rallegrati molto, Sion! Esultate voi tutte città di Giuda! 6 Apri per sempre le tue porte, per fare entrare in te la ricchezza delle nazioni: i loro re ti serviranno, tutti i tuoi oppressori si prostreranno davanti a te e la polvere dei tuoi piedi lambiranno. 7 Figlie del mio popolo innalzate grida di gioia, rivestitevi d’ornamenti di gloria e dominate sul regno 8 dei Kittim fino a quando risplenderà il re di Israele per regnare in eterno. 9 in quella notte si riuniranno nell‘accampamento, per il riposo, fino al mattino, e al mattino andranno al luogo della linea di combattimento, 10 ove caddero i guerrieri dei Kittim, la moltitudine di Assur e l’esercito di tutte le nazioni che si erano unite a essi. Ed eccoli tutti colpiti!… 11 caddero là per opera della spada di Dio. Il sacerdote capo si avvicinerà là, con i suoi fratelli sacerdoti e leviti, tutti gli anziani 12 della regola, gli eroi della guerra, tutti i capi delle formazioni delle linee di combattimento e i loro recensiti, e benediranno il Dio di Israele. Poi se ne ritorneranno al posto 13 ove erano prima della caduta dei colpiti dei Kittim, e là loderanno il Dio di Israele …

REGOLA DELLA GUERRA (TESTO INTEGRALE)ultima modifica: 2009-09-21T20:03:00+02:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

One Response

  1. Katia
    at |

    “… Devono essere tutti uomini che vanno volentieri alla guerra, perfetti nello spirito e nel corpo, preparati per il giorno della vendetta. 6 chiunque, nel giorno del combattimento, non è sessualmente puro non discenderà con essi giacché CON LE LORO TRUPPE CI SONO ANGELI SANTI “.

    “…ma quando la spada brillerà nel sole come un colpo di chiarore, tuonerà la parola. allora poi non indietreggeremo di un solo passo, non taceremo che dopo il silenzio dell’avversario. DAVANTI AI RANGHI ANGELICATI, NOSTRI COMPAGNI D’ARMI…”.

    Il primo brano è parte del ROTOLO DELLA GUERRA (1 QM).
    Il secondo è tratto da DE LE VIRTUDE DEL CAVALIERE TEMPLARE.

    Trovo una certa familiarità nei concetti espressi…del resto non è cosa nuova che i Templari siano eredi degli Esseni e del Ordine Sacro di Melkisedeq.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.