ALTRI MESSAGGI DALL’OLTRE

Allo scadere della mezzanotte io scioglierò i nodi della morte  ti porterò splendidi fiordalisi e gelsomini  ovunque sparsi perchè gli splendidi fili serici son pronti a dipanarsi . L’amplesso con l’amato che è stato consumato nel ritual connubbio l’anello ha immortalato S’appresta con la mano ad invitarvi al ballo dove splendon le faci del superiore incanto.Dell’anima beata io fò progresso ardito mettendovi il sigillo sul cuore rifiorito .Ergiti sul Parnaso e poi traduci in rime le note della cetra che mando al tuo udire.Vieni a trovarmi attento nel talamo nuzial per darti con le labbra il nettare vital ( conoscenza . L’amore inebriante fatto di eterea spoglia, non si è giammmai disgiunta dall’albero la foglia , la colse la tempesta e il caldo dell’estate ma le segrete fibbre rimasero avvinghiate. La cornucopia ha aperto sui figli della luce il dono che elargisce a voi il Divin Duce. Ma il mondo non è pronto a incamerar splendori le alte conoscenze procurano tremori .Voi invece immergetevi nel mar della sapienza avvezzi siete al cibo della divina essenza .Si scopriranno cose davvero inaudite , si riuniranno i tralci a me che son la vite .I figli innamorati della divina essenza berranno presto il vino che dona l’onniscenza .Dai tumuli più antichi verranno cose nuove ma alcuni metteranno il carro davanti ai buoi, la perfida progenie dell’ignoranza crassa ormai inutilmente imbroglia la matassa. Torna a girar la ruota lasciado fuori quelli che sono sulla terra per fare i menestrelli di musiche celesti di canti raffinati nutriti dall’ambrosia a me son ritornati . Si increspano le onde ritorna qui il diluvio di nuovo sulla terra tuona il Giove pluvio , le nazioni tutte avranno che maledire le loro stesse carni vedendosi perire.Lasciate fuori il mondo, il vecchio mondo stanco che ha perduto il lume nel pervertito incanto .Donatemi la rosa nell’ora mattutina ed adornate il capo con la preziosa trina , la rosa sia vermiglia , la trina immacolata si accosti al regal sposo , la sposa designata .


Si approssima il tempo della lunga notte che  da tempo vi è stata annunziata. Le vostre nazioni iniziano a vacillare sotto il peso di una mattanza in cui vi è una scienza senza coscienza . Molte mantidi divoreranno il grano chiuso nei granai da lungo tempo.Molte locuste divoreranno la carne dei popoli , un nuovo natale sorgerà quando la tribolazione sarà al suo culmine. La donna cambia il suo aspetto in vedova dal rosso al nero, piangendo i propri figli che più non sono orgoglio di principi e viaggiatori , piloti e mercanti  Gli scorpioni invaderanno la piazza dell’obelisco ed il fiume sarà rosso di sangue, un nuovo re si avvicina nell’ora nona ( re sacerdote). Il lungo corteo sarà colmo di insidiosi serpenti che daranno guai al piccolo uomo che governerà le città tornate al nord ove il potere sarà disgiunto dalla magna carta dei diritti. La notte incomberà nelle menti e nel cuore consigliando maldestri rivolgimenti che sfoceranno in parte dalle croci nere con esecuzioni sommarie a chiunque non si sottometterà al nuovo monarca  (nuovo sistema). Tutti saranno forzati ad inchinarsi sotto le forche caudine di un tempo ormai remoto , il sacco è pronto!

ALTRI MESSAGGI DALL’OLTREultima modifica: 2009-11-23T16:02:09+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.