IL SESSO SECONDO GLI OPHITI

sesso.jpg

Ippolito, in Cofutazione delle Eresie V, 7,14, senza volerlo, testimoniò di una delle dottrine perdute degli gnostici cristiani e non, sul sesso. Ascoltate cosa scrisse:

“Se poi la Madre degli Dèi mutila Attis pur avendolo per amante, ciò significa che la beata natura superiore degli esseri sopramondani ed eterni chiama a sè la potenza maschile dell’Anima. Infatti l’uomo interiore è androgino:per questo motivo essi dimostrano cosa turpe e proibita dalla loro dottrina l’unione della donna con l’uomo. La mutilazione di Attis significa che egli fu separato dalle parti terrene e basse della creazione, e fu trasferito in alto all’essenza eterna, dove non c’è femmina nè maschio, ma nuova creazione, uomo nuovo, che è androgino”.

Mio commento.

Attis era l’Osiride dei Frigi, simbolo del Primo Uomo, l’uomo interiore. La mutilazione frigia equivale, in simbolismo iniziatico, alla circoncisione ebraica. Se gli Ophiti ritenevano cosa turpe l’unione sessuale, la ritenevano tale solo in rapporto all’eccellenza della nostra natura divina e androgina, la quale non ha bisogno dell’unione con un essere separato, ma dell’unione con se stessa, quindi con Dio. L’unione sessuale tra gli umani esclude l’unio mistica. Qui sta il peccato: tutto ciò che contrasta e cospira contro la nostra natura divina è iniquo in senso spirituale. A noi la scelta di procedere come i morti, oppure di iniziare ad essere veri VIVENTI: androgini. Non mi sembra che Gesù dica cose diverse allorchè allude agli eunuchi. Egli mostra tre tipi di eunuchìa: eunuchi tali per nascita carnale; eunuchi tali perchè evirati;  eunuchi tali in senso spirituale, ovvero coloro che hanno rinunciato ai piaceri del sesso per inseguire l’estasi mistica. Questa era la dottrina segreta in quel tempo, dottrina che è venuta meno. Si faccia attenzione. Gli arconti sanno bene che gli uomini amano fare esperienza di trasgressione. E’ quindi molto più efficace dire agli uomini: “NON FARE SESSO”, piuttosto che dire “FALLO”. La Chiesa Romana, ministro degli Arconti, ritiene il sesso legittimo solo a fini procreativi. E questo è un altro aspetto del controllo arcontico. Resta il fatto che il modo più efficiente per ottenere dagli altri una cosa è proibirgliela. Paolo di Tarso comprendeva assai bene questo principio, ed è una fattispecie che gli Arconti conoscono fin dai tempi di Eden, laddove al divieto di nutrirsi dell’albero duale seguì automaticamente la trasgressione….

 

Il Sesso è bellissimo, per carità, ma c’è qualcosa che non va, qualcosa che in esso sembra uno sberleffo a ciò che dovremmo essere e che ci ostiniamo a non essere

IL SESSO SECONDO GLI OPHITIultima modifica: 2010-03-19T13:54:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

67 Responses

  1. Laura
    at |

    Che mi significa la frase finale “il sesso è bellissimo per carità”….dopo tutto quello che hai scritto sopra?…Deduco che “il sesso” lo pratichi e allora tutto quello che hai scritto su non fa testo perchè secondo me non lo sai in definitiva nemmeno tu se poi è proprio da condannare…ti scrissi una bella lettera a riguardo e te la mandai con la posta di Adriano…te la ricordi?… Allora non mi rispondesti…perchè secondo me non c’era un solo argomento di quelli scritti in quella lettera che potevi dimostrare come falsi…

    E’ sbagliato anche solo minimamente pensare di potersi unire a Dio, un giorno…questo non lo potremo mai…potremo semmai solo contemplarlo, a dovuta distanza, a causa delle ottave che ci dividono da Lui…ad ognuno spetta il suo posto,
    Mike…sulla scala gerarchica che ci avvicina a Dio.

    Mi spiace Mike…ma lo gnosticismo su questo punto è in grave errore…

  2. mike plato
    at |

    LAURA….

    SUL PIANO UMANO, IL SESSO E’ BELLISSIMO SOPRATTUTTO SE CONDIZIONATO DALL’AMORE RECIPROCO. MA QUESTO FA PARTE DELLA NOSTRA NATURA UMANA, E QUINDI DOBBIAMO SBARAZZARCENE. NON SI PUO’ NON FARE L’ESPERIENZA, MA UNA VOLTA FATTA, OCCORRE AVERE IL CORAGGIO DI RINUNCIARVI…

    MOLTE COSE SONO ORPELLI DEL PARADISO TERRESTRE, MA DOBBIAMO RESTITUIRE I DONI AGLI ARCONTI. QUESTO E’ CIO’ CHE CI IMPONE LA NOSTRA COSCIENZA SUPERIORE…

    QUESTO E’ UN TUO PENSIERO LAURA, MA GLI GNOSTICI, QUELLI VERI, A MIO PARERE, AVEVANO RAGIONE DA VENDERE….

    COSA DICE PAOLO? CHE CHI NON RIESCE A HESTIRE IL FUOCO, A CONTROLLARLO, E’ MEGLIO CHE ABBIA UNA DONNA E CON L’EFFUSIONE DI SEME PLACHI IL FUOCO. MA CHI PUO’ GOVERNARLO, FA MEGLIO…

    TUTTO E’ LECITO, CARA LAURA, MA NON TUTTO GIOVA, E SONO CONVINTO CHE L’UOMO INTERIORE SIA UN BEL PO’ INCAZZATO QUANDO ASSISTE AL NOTO GROVIGLIO DI CORPI. QUESTO E’ PARTE DELLA NATURA UMANA…STA A TE DISTACCARTI.

    NON CE LA FAI? ALLORA NON SEMINARE FALSE INFORMAZIONI PERCHE’ SONO TUOI PARERI PERSONALI .

    E CHI TI DICE CHE NOI DOBBIAMO UNIRCI A DIO? NOI DOBBIAMO UNIRCI ALL’UOMO INTERIORE, AL CRISTO, AL KADMON, FATTO AD IMMAGINE E SOMIGLIANZA. SE QUESTO SIGNIFICA UNIONE CON DIO, BEN VENGA. OPPURE SCOPRIAMO CHE SEI IN LINEA COL PENSIERO EBRAICO E ISLAMICO, CHE NON AMMETTONO UNIONE MISTICA?

    LAURA, LAURA!!!!!

  3. anthonlogos
    at |

    A proposito di Osiride, mi pare di ricordare che i vari pezzi del suo corpo frammentato da Seth furono recuperati tutti dalla sua Sposa-Sorella Iside, ad eccezione di uno, il fallo. Ora, la frammentazione del corpo di Osiride dovrebbe indicare l’Adam Qadmon caduto dal Pleroma e smembrato nelle varie Scintille, le quali poi vengono riunite da Iside, che rappresenta l’Anima, il Femminino Sacro. Nel corpo ricostituito, però, manca il fallo, a denotare quindi la natura prettamente androgina dell’Uomo Primordiale, che nel mito egizio è rappresentato da Horus, prodotto dell’unione mistica dello Spirito-Osiride e dell’Anima-Iside.
    Ciao, Antonio

  4. lestat
    at |

    consiglio umilmente, per capire bene il senso del messaggio di Mike, il romanzo di G.Meyrink: “Il domenicano bianco”. Grazie Mike di tutto.

  5. maxmerlino
    at |

    Ogni individuo ha un’interiorità e un’esteriorità.
    L’interiorità è la parte spirituale e vi si distinguono, come direbbero gli antichi greci, Animus e Anima, cioè gli aspetti maschile e femminile dell’interiorità. Quando questi sono in accordo, si entra nel Regno, “perché nel Regno si entra a due a due” come si legge in Tommaso. Allora si compiono le Nozze Sacre cosicché dal Padre e dalla Madre nasce il Figlio, il Bambin Gesù non nato da carne (nato infatti da una vergine).
    L’interiorità così è completa ma anche l’esteriorità tende alla completezza.
    Mentre l’interiorità ha tutto in quanto procede dal Creatore, l’esteriorità è di matrice arcontica e coincide col sesso personale, per cui l’uomo (esteriormente maschio) cercherà la donna (esteriormente femmina) fuori se stesso, e viceversa.
    Nel momento in cui l’individuo è interiormente completo, egli è Cristo e uno con Dio. Avendo coscienza di sè, può accadere che l’individuo esteriore (che deve essere al servizio del Cristo) debba completarsi anch’esso. In questo non scorgo problemi.
    Il problema sorge, secondo me, quando l’individuo cerca nell’esteriorità altrui ciò che dovrebbe cercare nell’interiorità propria. Cioè quando il maschio, anziché cercare il proprio femminino interiore, cerca la femmina come un surrogato di questo. Vale naturalmente lo stesso per la femmina. Si può avere allora la “perdizione” dell’interiorità che segue l’esteriorità anzichè farsi seguire da essa, cosicché l’arcontico sottomette il divino.
    E’ allora chiaro quanto dice S. Paolo: egli non si rivolgeva a dei Cristi ma a individui presumibilmente in cammino per le Nozze Sacre, e volendo evitare questo pericolo, raccomandasse l’astinenza dal sesso opposto.

    x Laura
    Non comprendo cosa intendi per “scala gerarchica che ci avvicina a Dio”. Gesù-Cristo è venuto come Dio per vivere direttamente a contatto con gli uomini, e chiunque fa come Lui, è come Lui e farà cose più grandi di Lui (come si legge nei Vangeli canonici). Perché mettere una gerarchia in mezzo? E una gerarchia composta da cosa?

  6. Laura
    at |

    Per maxmellino…
    non so quanta dimistichezza abbia tu con le “ottave”…cercherò allora di spiegarti il tutto in maniera abbastanza semplice…la scala gerarchica esiste ed è stata creata con la creazione stessa di Dio…da questa scala noi siamo precipitati per giungere dove siamo ora. La scala è la scala sognata da Giacobbe. Nella nostra risalita siamo legati a questa scala e l’unica posibilità di risalita è divenire cibo per angeli…attenzione però…il nostro non è l’ultimo gradino…e, dipende da noi, potremo diventar cibo per qualcun’altro e scendere ancora più in basso!
    Se vuoi comprendere tecnicamente le ottave leggiti “Frammenti di un insegnamento sconosciuto” di Ouspensky è un ottimo libro.

  7. Laura
    at |

    Per Mike

    Non seguo ne l’ebraismo ne l’islamismo, accetto l’unione mistica e se hai letto i miei molteplici commenti in questo blog e le lettere che ho scritto ad Adriano dovresti saperlo da tempo. Ho solo un mio modo di vedere le cose in maniera leggermente diversa dalla tesi gnostica. Ripeto se scrivo qui è solo per esprimere un mio parere non di certo per trovare dei seguaci al mio “punto di vista”.
    Dio è unità e trinità, è tre esseri in uno solo, se noi siamo stati creati ad immagine e somiglianza di Dio anche noi, quando decideremo di raggiungere il fine ultimo della creazione del nostro essere, dovremo essere a somiglianza di Dio tre in uno.
    La polarità dell’anima esiste, secondo me, solo a causa della sua caduta e il nostro se superiore non può secondo me avere polarità per unirsi, secondo la tesi gnostica, alla nostra anima e formare l’Adam Kadmon.
    L’unione che crea il nostro essere superiore avviene tra il nostro se superiore (androgino) e la nostra anima che acquista la sua androginia qui sulla terra unendosi ad un’anima di un’altro essere (non sto parlando di unione carnale ma di un’unione spirituale )
    In questo modo poi, con l’unione finale col se superiore si verrebbe a ricreare la vera somiglianza con Dio uno e trino.
    Ripeto questo è solo un mio punto di vista che è ben evidente nel mito di Platone citato nel Simposio e che darebbe un senso alla nostra affannosa ricerca dell’anima-gemella.

  8. lestat
    at |

    concordo con Laura.

  9. stinrich
    at |

    Troppo soggettiva la tua, Mike! Stai proiettando sugli altri ciò che non va, ma non in sesso o in altre cose, ma in te stesso.
    Hanno ragione da vendere, gli gnostici? Credi che tutti la pensavano cosi? E poi non tutta roba da vendere è roba buona. Gnostico non è sinonimo di perfetto. Anche quelli che hanno conosciuto Cristo non erano preparati per essere iniziati al vero significato e alla magia divina dell’amore in questo mondo. Qui si cela molto, ma molto di più di ciò che hanno cercato di istillare le forze immonde nella nostra coscienza. Proprio per non farci evolvere.
    Vedi nell’essere in amore tra due persone solo un groviglio di corpi e nient’altro? Il tuo essere interiore s’incazza per questo? per caso, quando l’hai fatto gl’hai chiesto perdono per averlo incazzato, povero cocco? Non posso credere di te Mike che la pensi cosi, non riesco proprio a concepirlo, con tutto ciò che hai imparato in questa vita, con tutta l’abbondanza di gnosi, di conoscenza, di saggezza che Dio ti concede???!!!…….
    E perché mai l’unione sessuale dovrebbe escludere l’unio mistica????? Solo l’uomo con la sua mente da la carica a qualsiasi processo. E’ lui che fa diventare una cosa brutta o bella.
    E’ come parlare all’acqua nella coppa. Ovvio che pensandola come una cosa bassa non si fa altro che indirizzarla nei regni sottostanti. Ciò che succede da ormai troppo tempo e che ha radicato questa mostruosa piaga nella mente collettiva. Proprio per il merito degli arconti.
    Mike, ci hai consigliato sempre di liberarci dalle sovrastrutture mentali, come stiamo a questa, ch’ è proprio uno dei preconcetti che bisogna sbarazzarsene?
    E il detto “come in alto cosi in basso” non si applica anche sull’amore cosiddetto carnale?
    Essere in amore, o fare l’amore( preferisco la prima) e un qualcosa che va molto oltre del carnale e di quest’ ultimo c’ha poco. Chi po spiegare il mistero del bacio? Quando mai si potrà arrivare a comprenderlo? Solo Dio sa il perché.
    Ma lo dice la parola stessa, Sacrale, l’unione del sacrale dei due non può essere una cosa estranea a Dio, l’unione del sacrale, del sacro che fa salire il fuoco sulla scala del microcosmo interiore. Il corpo nudo è come l’anima che si spoglia davanti a Dio…
    Quando si fa l’amore ci si abbandona all’oceano della tenerezza, di estasi, di bellezza, di premura che solo in Dio ha la sua fonte infinita. Essere in questo stato di beatitudine sempre come uno strumento dell’Altissimo, ricevere e trassmetere da Lui, sciogliersi in Lui…

    Cambiare l’atteggiamento, vederlo per ciò che è e non per ciò che hanno fatto credere.
    Un saluto a Laura e Lestat

  10. maxmerlino
    at |

    Ti ringrazio della risposta, Laura.
    Parecchi anni fa ho studiato l’insegnamento di Gurdjieff che viene narrato da Ouspensky nel testo da te citato. Fra l’uomo e Dio vi è, come tu dici, una gerarchia di esseri che si nutrono ognuno di quelli che stanno a loro sottoposti, ma Gurdjieff è molto chiaro, a mio parere, nella sua interpretazione di questa realtà.
    Questo uomo che funge da nutrimento è lo stesso uomo addormentato che vagola per questo mondo illusorio e virtuale, alla mercè di Potenze e Intelligenze che provocano guerre e sciagure di ogni tipo appunto per controllarlo e nutrirsene. Per questo Gurdjjieff insiste sulla necessità di risvegliarsi, proprio per non essere vittima di questa giostra, che evidentemente è il mondo arcontico. Scopo dell’uomo dev’essere lo svincolarsi da questo abbraccio mortale dove il suo destino è già stabilito meccanicamente, proprio come illustrava Mike qualche post addietro parlando di arconti e zodiaco.
    E’ allora evidente per me che il Dio del quale Gurdjieff parla è il demiurgo e la gerarchia è quella formata da arconti, potenze e angeli derivati da esso. La prova di questo è che egli definisce il suo insegnamento come “cristianesimo esoterico”, dando a intendere che il cristianesimo corrente ne differisce, e dando un’immagine di Gesù-Cristo molto simile a quella che si ritrova nel Vangelo di Tommaso, un testo a quell’epoca in cui scriveva Ouspensky (primi del ‘900) ancora sconosciuto.
    Gurdjieff non parla del vero Dio, l’Invisibile Spirito Vergineo citato dallo gnosticismo, in quanto l’attenzione dell’uomo che vuole risvegliarsi dev’essere posta sull’acquisizione di Coscienza di sé, dove, nel posto più segreto e intimo, sta la Divinità, e non nell’inseguire entità più o meno “buone” come sogliono fare le correnti new-age.
    Massimo

  11. maxmerlino
    at |

    P.S. Un’altra definizione che Gurdjieff dà del suo insegnamento, è che esso è “contro Dio”.

  12. salvator rosa
    at |

    La Verità è una,ma la sua realizzazione non procede mai in un cammino a senso unico,in quanto ogni anima individuale porta con sè e in sè una consapevolezza distinta che si concretizza nella piena comprensione e nella totale devozione per l’Essere Supremo e Assoluto. Questa e solo questa è la finalità della nostra esistenza poichè tale raggiungimento non è paragonabile a nessun desiderio terreno o spirituale che sia. Dunque in base al progresso spirituale della nostra anima,di conseguenza cambia l’oggetto dei nostri desideri. Pertanto mi trovo d’accordo sia con Mike sia con Laura e con chiunque sia impegnato seriamente in un sentiero spirituale. Aggiungendo come terza possibilità il “vero” tantra spirituale che rispetto alla perversione attuale da cui siamo infestati sarebbe uno degli antidoti più efficaci contro la repressione atavica interiore che ci è stata instillata attraverso inesistenti sensi di colpa. Ed inoltre una barriera protettiva contro tutti i messaggi subliminali da cui veniamo bombardati costantemente.Va ricordato però che lo scopo del vero tantra è il totale appagamento del desiderio sessuale e non la pratica in se stessa in quanto è la forza spirituale che si esercità in piena libertà che ci fa raggiungere il nostro nucleo essenziale. Pertanto una volta realizzato il Sè,si comprende che il sesso è superflo e innecessario (e non dannoso) al nostro Fine esistenziale.

  13. lestat
    at |

    vero salvator rosa. purtroppo “ti aspettano” proprio all’imbocco della tua strada spirituale con tutto l’interesse a non farti arrivare.

  14. cubica
    at |

    Paolo era uno gnostico. I suoi scritti sono tuttaltro che misogeni. Sono scritti estremamente esoterici e non devono essere letti letteralmente, ma interpretati sul piano dell’Anima. Troppe correnti di questa natura hanno cercato, nei secoli, di piegare gli insegnamenti di Paolo al loro volere, mentre altre li hanno attaccati denigrandoli. Qualcuno è giunto sino a dire che Paolo era un falso apostolo. Che assurdità! La forza di quanto ha scritto è tale da aver causato una così grande reazione da parte degli Arconti.
    Non è l’unico caso per cui le forze decadute di questa natura si sono date la pena di screditarne l’immagine. Pensiamo alla parola “maniaco” fatta derivare da Mani.
    Cerchiamo di andare oltre la lettera e oltre le false teorie nate dalla reazione degli Arconti.

    Buon cammino!

  15. lestat
    at |

    Ragazzi, mi sa che ci è sfuggito il nocciolo del problema! Ossia: perchè il sesso, in generale, è diventato, vieppiù in occidente, un rituale quasi “sporco”? Non ci inganni il fatto che se ne parli tanto, oggi, ovviamente; anzi, mai come ora è diventato qualcosa di mercificato, vendibile, dissacrato. Capiamo allora che delle forze hanno agito coscientemente per arrivare a questo, cioè alla sua riduzione ad un fatto puramente materiale e biologico, o peggio, “psicologico”. Laddove nell’antichità era saldamente legato alla Tradizione, confortato da un sentire comune nonchè da norme sociali ad hoc che ne preservavano l’efficacia. Allora si, poteva rappresentare un trampolino di lancio realizzativo. In tempi di kali yuga bisogna arrangiarsi, sempre a districare il loglio dal grano.

  16. mike plato
    at |

    WUE’…
    NELLA MIA VITA NON HO MAI VISTO UNA MOSCA PIU FASTIDIOSA DI TE, IL TUTTO AGGRAVATO DA UNA SPOCCHIA E DA UN MODO DI FARE ESTREMAMENTE INFANTILE. VIENI QUI, SPARI DUE FESSERIE NON SUFFRAGATE DA ALCUN ELEMENTO, PER POI TORNARE A COLPIRE SEMPRE CON LO STESSO SISTEMA…

    SCIACQUATI LA BOCCA E LEVATI LE SCARPE QUANDO ANCHE PRONUNZI UN NOME COME QUELLO DI PAOLO DI TARSO, BENEDETTA SIA SEMPRE LA SUA MEMORIA E BENEDETTO IL SUO UFFICIO….

    WUE’, TI PORTO AL LUNA PARK SE TI COMPORTERAI BENE…SEI UN PIERINO….MA QUESTO BLOG E’ VIETATO AI MINORI DI 18 anni

  17. mike plato
    at |

    WUE….

    MA HAI VISTO IL CARTELLO ALL’INGRESSO?

    IL BLOG E’ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI…

    E SMAMMA, CORTESEMENTE…

    E SCIACQUATI LA BOCCA QUANDO PARLI DI UNO DEGLI ELETTI QUALE ERA PAOLO; BENEDETTA SIA LA SUA MEMORIA…ALTRIMENTI CARBONI ARDENTI AMMASSERAI SUL TUO CAPO

  18. salvator rosa
    at |

    “QUESTO INVECE IO TI DICHIARO: IO ADORO IL DIO DEI MIEI PADRI; SEGUENDO QUELLA VIA CHE CHIAMANO SETTA, CREDENDO A TUTTO CIO’ CHE E’ CONFORME ALLA LEGGE E STA’SCRITTO NEI PROFETI, NUTRENDO IN DIO LA SPERANZA,CONDIVISA PURE DA COSTORO,CHE CI SARA’ UNA RESURREZIONE DEI GIUSTI E DEGLI INGIUSTI. PER QUESTO ANCHE IO MI SFORZO DI CONSERVARE IN OGNI MOMENTO UNA COSCIENZA IRREPRENSIBILE DAVANTI A DIO E DAVANTI AGLI UOMINI”. (PAOLO servo di DIO)

  19. anthonlogos
    at |

    WUE’, o come cavolo ti chiami, ma cosa vai blaterando? Che Paolo è un Falso Apostolo?
    Il grande Paolo è stato forse l’unico che nel testo biblico ha parlato degli Arconti, seppur in modo velato e meno esplicito che nei testi gnostici. Le sue parole sono verità, non menzogna. Egli ci ha reso consapevoli di una terribile verità, che l’umanità è schiava di Potenze Astrali che la coltivano come carne da macello. Per cui Paolo ci esorta a seguire la Sapienza Divina del Cristo, l’unico che potrà liberarci da questo gioco infernale e annientare gli Arconti per l’eternità.
    “Tra i perfetti parliamo, sì, di sapienza, ma di una sapienza che non è di questo mondo, né dei DOMINATORI di questo mondo che vengono ridotti al nulla; parliamo di una sapienza divina, misteriosa, che è rimasta nascosta, e che Dio ha preordinato prima dei secoli per la nostra Gloria. Nessuno dei DOMINATORI di questo mondo ha potuto conoscerla; se l’avessero conosciuta, non avrebbero crocifisso il Signore della Gloria” (1Cor 2:6-8)
    Wuè, per favore, levati di torno e non proferire più bestemmie sul blog. Se non sai di cosa parli, taci.
    Antonio

  20. PEGASO
    at |

    Vedere il sesso unilateralmente significa sottovalutarlo. Non nego che anch’io, anni fa, lo reputavo qualcosa di strano. Non è che nel frattempo io abbia fatto tanta esperienza nel domenio, direi che manco l’ho incominciata( come si deve), al contrario di Mike che l’ha già fatta e vuol’ smettere… Non ti affrettare, caro Mike, l’esperienza non basta mai, c’è sempre da scoprire qualcosa in più…
    Come dicevo, anch’io a 18 anni mi chiedevo, ma perché il sesso, perche così, cosa c’è di bello in tutto ciò, che senso ha ecc.,ecc. Non ero attratta mininmamente di questo tipo di esperienza, sentivo che non ne ho bisogno, che già sapevo tutto dentro di me. L’accettazione avveniva pian-piano, con la mia maturazione spirituale, scoprendo il mondo, me stessa e che tutto si basa sui ritmi.
    Cercando Dio, volendo scoprire i misteri della vita non si può senza provare di togliere i veli di questo grande mistero – l’unione tra l’uomo e la donna. E’ tutt’altro che un semplice atto, è estremamente complesso. Come simbolo dell’unione spirito anima, ma non solo…
    Più ne conosci nel senso di gnosi, più questo atto si carica di senso, letteralmente, sensorialmente, emozionalmente. Devo dire che mi piace ciò che ho scoperto fin’ora.
    Pensate alla congiunzione Sole-Luna. Si sprigiona un’energia iperluminica superpotente, che gli iniziati sapevano usare per far germogliare il seme divino, il seme di Cristo. Logicamente dovrebbe avvenire anche nel nostro microcosmo. Infatti, credo che unirsi nell’amore è un rito di iniziazione. Avete notato che la parola “sesso” contiene 3 “S” ?
    Qualcuno si chiedeva cos’è il bacio. Direi, una sorta di meditazione. Perché viene spontaneo chiudere gli occhi? E poi nel bacio si uniscono 2 suoni che generano un cambio di frequenza nei cervelli degli entrambi. Non è per caso neanche il fatto che si fa di solito di notte, a luci spente. Si sa che la ghiandola pineale si attiva nel buio.
    Qui sta il nesso. Conosciuto il fatto che far l’amore stimola l’ipofisi a produrre ormoni: somatropina, l’ormone della vita, melatonina- contro l’invecchiamento e radicali liberi, endorfina- benessere, buon umore ecc, ecc.
    Questo avviene quando la pineale riequilibra l’attività dei 2 emisferi del cervello alla frequenza di 8 Hz, o vicino a tale frequenza.

  21. eros
    at |

    ottima analisi Pegaso…per contro si potrebbe osservare che la razza umana fa poco sesso o meglio lo fa “male” a giudicare dalle nevrosi, depressioni, manie e quant’altro.

  22. PEGASO
    at |

    8 Hz ( 8 numero dell’infinito, rappresenta il regno trascosmico dello spirio, Regno dell’Altissimo) penetrano qualsiasi barriera fisica o energetica. Sono frequenze ELF(dal ingl. estremamente basse, 8 giri per secondo)che gli scienziati hanno chiamato ” vettore multidimensionale” perché ci collegano con un “non tempo”.
    Quando il ritmo alfa del cervello supera 8.6 Hz ci si trasporta nei regni onirici.
    Interessante, no? Anche la Risonanza Schumann della Terra, quella fondamentale, più bassa, di maggiore intensità, è di quasi 8 Hz, precisamente 7.8Hz. Prodotta dalla scarica elettrica dei fulmini nella cavità formata dalla superfice terrestre e dalla ionosfera.
    Il Fulmine = Voce di Dio.
    Somiglia tanto al raggio che penetra la materia per fecondarla, idem alla unione tra il maschile e il femminile, tra il | e il __, che genera +, ovvero lo spirito| che s’incarna + e diventa Cristo.

    Non scherzate col sesso, amici, è una cosa seria. Vero, Mike?
    Non si scherza col cuore degli altri…

    Buoni 8 Hz a tutti…..
    Un abbraccio d’amore da Pegaso!!!

  23. due
    at |

    FARE L’AMORE CON LA PERSONA CHE SI AMA E’ QUANTO DI PIU POSSA AVVICINARE AL SIGNORE. ALL’ESTASI MISTICA. PERSONALMENTE POTREI RINUNCIARE AL SESSO, MA NON A FARE L’AMORE CON LA MIA AMATISSIMA COMPAGNA. SE L’ALTISSIMO HA SCELTO DI AMARCI PIU DI QUALSIASI ALTRA CREATURA, NOI DOVREMO SEGUIRE IL SUOI ESEMPIO. AMARCI. NON E’ UNA QUESTIONE DI CARNE E’ UNA QUESTIONE DI CUORE, VIBRAZIONI E AMORE.
    IL SESSO SPICCIOLO, INVECE, E’ UN’ALTRA COSA.
    FATE L’AMORE CON AMORE.

  24. PEGASO
    at |

    Grazie, Eros, hai ragione.
    Ciao, Due, concordo.
    Baci e
    buon eros anche a voi

  25. mike plato
    at |

    PEGASO…
    STA ATTENTA, FIGLIA MIA, A RIMANERE PER L’ETERNITA’ UN CAVALLO SENZA ALI.

    SE VUOI LE ALI, DEVI RINUNCIARE AI PESI. SE VUOI FAR VOLARE LA MONGOLFIERA, DEVI BUTTAR GIU LA ZAVORRA…

    TE LO DISSI CHE L’ALTRO REGNO NON HA LE STESSE LEGGI DEL NOSTRO, E CHE GLI EONI DEL PLEROMA NON HANNO NIENTE DI UMANO…

    QUESTO SIA CHIARO A TUTTI QUELLI CHE VORREBBERO TRASFERIRSI DALL’ALTRA PARTE RIMANENDO CIO CHE SONO, E DANDO VALORE A CIO’ CHE, SUL PIANO DIVINO, NON CONTA NULLA..

    ABBA’ SI ASPETTA CHE VOI ABBANDONIATE LA NATURA UMANA-ANIMALE, CHE E’ GUSCIO. SE NON LO FARETE; RIMERRETE NELLA RUOTA. SVUOTATE VOI STESSI DI CIO CHE SIETE, ED EMERGERA’ L’IO ALIENO, COMPLETAMENTE ALIENO RISPETTO A VOI….

    PEGASO…IO TI HO PARLATO IN PRIVATO, MA VEDO CHE TI OSTINI A NON VOLER CAPIRE

  26. lestat
    at |

    però mike: se l’io alieno non sono io, appunto, se no non sarebbe alieno…perchè alla fine devo sbattermi tanto per qualcun’altro? secondo me, ma pare che venga sussurrato da varie tradizioni, “qualcosa” del basso io deve seguire, deve salvarsi. da potersi fregare le mani e dire: “ce l’ho fatta!”. se no, che gusto c ‘è??

  27. lestat
    at |

    ovviamente mi sono espresso in modo naif (magari qualcuno potrebbe usare un altro aggettivo), ma insomma, viva la gaia scienza, il senso è quello.

  28. mike plato
    at |

    LESTAT…TU RAGIONI ANCORA DA UMANO…
    PERCHE? DEVO DARE LA VITA A QUALCUNO CHE NON SONO IO?

    E CHI TI HA DETTO CHE QUELLO NON SEI TU? NON DICE LUI: IO SONO TE, TU SEI ME?

    IL FATTO E’ CHE NOI ABBIAMO UN SE’ FRAMMENTATO. SE TU SBATTI LA TESTA DA QUALCHE PARTE E PERDI LA MEMORIA, E RISVEGLIANDOTI PENSI DI ESSERE ALTRO DA TE, COSA ACCADE? CHE SUBENTRA UNA FALSA IDENTITA’ AD USURPARE QUELLA VERA. TU IMMAGINA CHE UNA PARTE DI TE, NELLA TUA MENTE, SIA ANCORA DESTA, MA LA FALSA IDENTITA’ SI COMPORTA IN MODO RIBELLE ED EGOISTICO E NON VUOLE PIU FARSI DA PARTE: TU SEI IN TRAPPOLA DELLA TUA MASCHERA.
    ALTRETTANTO DICASI DEL SE’ CHE E’ ALTRO DAL TUO EGO CHE MI HA SCRITTO ORA E CHE DICE: “MA PERCHE’ DEVO LEVARMI TOTALMENT DI MEZZO?”:
    PERCHEEEEE????? PERCHE’ SE TU SEI SVEGLIO LUI DORME. QUANDO AVRAI ANNIENTATO L’EGO, IL SE’ RIEMERGERA’, E SEI TU STESSO, IL TE STESSO CHE DIRA’: AHHH. FINALMENTE SONO TORNATO A ME STESSO E SONO TORNATO IO”.
    MA CHI CREDI SI SIA MANIFESTATO A MOSE? COME IO SONO? NON E’ L’IO SUPERIORE, L’ADAMO PRIMORDIALE, DI CUI L’ANIMA DI MOSE’ ERA UNA FRAZIONE?
    NON DEVE RIMANERE NIENTE DI TE…ANCHE PERCHE’ TANTO NULLA RIMARRA’ DOIPO LA MORTE. MA QUI SI RISCHIA CHE ANCHE LA TUA ANIMA POSSA CREPARE….

    LA CLESSIDRA, LESTAT, LA CLESSIDRA. SONO DUE VASI, UNO SI RIEMPIE MENTRE L’ALTRO SI SVUOTA. LA CLESSIDRA IN CIELO E’ ORIONE…

    VOI TUTTI DORMITE, CONTINUATE A SONNECCHIARE…VOI TUTTI

  29. Lafayette
    at |

    anche perchè tanto nulla rimarrà dopo la morte….appunto….nulla sappiamo…se non quando ci troveremo di là…ammesso che esista..e per quanto…..e se l’anima crepa….non è forse meglio alla fine..il nulla…polvere siamo e polvere torneremo..non è scritto anche questo ? Scusate il nichilismo ed il tono mesto…forse davvero vale la pena fare l’amore e danzare allegri sul Titanic che tanto prima o poi affonderà..per tutti. Siamo solo bestie, ma bestie intelligenti ed appunto con troppa coscienza di sè tali da renderci incapaci di afferrare il significato della vita che NON c’è o è comune a quello di una mosca o di una scimmia…siamo solo scimmie evolute arroganti e facendo così, speculando sul significato della vita, lasciamo che gli altri, quelli in carne ed ossa (altro che arconti)..quelli sì, agiscano per conto nostro, decidano per conto nostro…..è tempo di un’altra Rivoluzione, di un altro Robespierre che facciano piazza pulita di sfruttatori di masse ma anche di preti e di pseudo preti esoterici che sono l’altra faccia della medaglia.

  30. wuè
    at |

    ” STA ATTENTA, FIGLIA MIA, A RIMANERE PER L’ETERNITA’ UN CAVALLO SENZA ALI.

    SE VUOI LE ALI, DEVI RINUNCIARE AI PESI. SE VUOI FAR VOLARE LA MONGOLFIERA, DEVI BUTTAR GIU LA ZAVORRA…

    TE LO DISSI CHE L’ALTRO REGNO NON HA LE STESSE LEGGI DEL NOSTRO, E CHE GLI EONI DEL PLEROMA NON HANNO NIENTE DI UMANO…”

    Mike, qua l’unico che ancora dorme sei solo tu…

  31. mike plato
    at |

    GIACCHE’ IL COMMENTO DEL SOLITO MOSCHILLO E’ IL 33°, OCCORRE CHE GLI CHIEDA PER L’ULTIMA VOLTA DI CESSARE DI FARE IL PIERINO DELLE ELEMENTARI, E SPIEGARE LE SUE ARGOMENTAZIONI….

    TRA I SOLITI NOTI MI SEMBRA CHE WUE’ SIA IL PIU SIMPATICAMENTE IMBECILLE

    CONTINUA PURE, CI DIVERTI

  32. maxmerlino
    at |

    Secondo me la valutazione che si dà al rapporto sessuale dipende dal punto di vista che si adotta, e mi spiego.

    Dal punto di vista dell’uomo arcontico, egli si sente talmente sopraffatto dagli arconti che prega il Padre che lo liberi da loro, per cui l’esistenza è un tormento e occorre quindi astenersi dalla procreazione. In pratica i corpi vengono considerati come trappole per anime, che è anche il punto di vista degli arconti: essi hanno plasmato i corpi per catturare l’immagine di Sophia.
    Il rapporto sessuale, quindi, è considerato nocivo in quanto strumento di una procreazione indesiderata.

    Dal punto di vista di Sophia, invece, l’incarnazione è occasione di acquisire conoscenza e, come si legge in alcuni testi gnostici, un modo per “recuperare” ciò che Sophia ha incautamente insufflato nel demiurgo, senza la cooperazione del suo Compagno.
    Il rapporto sessuale, quindi, è un mezzo necessario per incarnarsi ed eseguire la propria missione.

    Il rapporto sessuale, perciò, non ha di per sè una valenza positiva o negativa.

  33. mike plato
    at |

    ALCUNCHE’ HA VALENZA POSITIVA O NEGATIVA SOLAMENTE.

    DOBBIAMO SOLO CAPIRE COSA E’ GRADITO A DIO E COSA NO, COSA RIENTRI NEI PARAMETRI DIVINI E COSA IN QUELLI UMANI.

    LUI MI DISSE:
    L’UOMO E DIO SONO INCONCILIABILI, SOLO LA SOTTOMISSIONE DELL’UOMO PUO’ RENDERLI AMICI…

    NON C’è MOLTO ALTRO DA DIRE.

    AMICI, ASCOLTATEMI. SE PARLO AD UNA DONNA SPOSATA E CON FIGLI, CHE DICE DICE DI SEGUIRE UN PERCORSO, E’ NATURALE CHE NON ACCETTI SE LE DICA CHE LA DIVINA FIGLIOLANZA NON SI SPOSAVA E NON AVEVA FIGLI. NON PUO’ ACCETTARLO; PERCHE’ HA FATTO UNA SCELTA IRREVERSIBILE. SE L’HA FATTA, E’ EVIDENTE CHE NON ERA PRONTA A SOSTENERE LA VERA INIZIAZIONE…

    E’ INUTILE CHE MENATE IL CAN PER L’AIA, E QUESTO LO DICO IN PRIMO LUOGO A ME STESSO. IL RITORNO AL REGNO E’ UN’IMPRESA CHE PRESENTA I CONNOTATI DELLA DIFFICOLTA’ ESTREMA. COME SI PUO’ PENSARE DI FARE L’IMPRESA SE POI VOGLIAMO SERVIRE ANCHE IL MAMMONA DI QUESTO MONDO CON L’AMORE SESSUALE; IL SUO PIACERE, LA VITA DI COPPIA; IL MENAGE FAMILIARE, L’EDUCAZIONE DEI FIGLI?

    INFATTI NON SI PUO’ MINIMAMNENTE PESARLO. CHI HA FATTO QUESTA SCELTA L’HA FATTA PERCHE’ NON ERA PREDESTINATO. ERGO…SE QUALCUNO DI VOI HA MESSO RADICI QUI; E’ INUTILE CHE SI RIZELA, E MI SI SCAGLIA CONTRO BLATERANDO SCUSE….

    NON SI PUO’ PENSARE DI SERVIRE DIO IN TOTO E CONDURRE LA VITA CHE CONDUCONO I MORTI. E LA BUONA BATTAGLIA DELLA FEDE? LA FARETE CON LA MOGLIE (o IL MARITO) E I FIGLI?

    SMETTETE CORTESEMENTE DI DIFENDERE LE VOSTRE POSIZIONI IN CUI AVETE VOLUTO ARROCCARVI. SMETTETE DI DIFENDERE CIO’ CHE SIETE IN QUANTO UOMINI.

    ADAMO, IL PRIMO ADAMO, OSSIA MELKIZEDEK, OVVERO IL SACERDOTE ETERNO; AVEVA BISOGNO DI SESSO? NO, PERCHE’ NON ERA NELLA SUA NATURA DIVINA. ERA MASCHIO E FEMMINA. VOI VOLETE DIVENTARE ANDROGINI ATTRAVERSO UN’ALTRA META’? SEMMAI DIVENTATE UNITI IN VOI STESSI, ANDROGINI, E LEGATEVI AD ALTRI ANDROGINI IN UNA COPULA COSMICA, INVECE DI DIFENDERE IL PIACERE SESSUALE O L’AMORE PASSIONALE…

    TALVOLTA MI FATE VENIRE IL DESIDERIO DI CHIUDERLO QUESTO BLOG…

    SIETE UN ESERCITO DI RAMMOLLITI SENZA FEGATO

  34. lestat
    at |

    si mike. tu sai che sapevo già la risposta. da vero amico, tu fai del “bene” facendo del “male”. non si scappa. cambiando discorso, vorrei dire che questo blog è veramente di grande spessore, unico. e anche certi commenti che tu non gradisci, lasciami dire, mi pare siano apportatori di fermento dialettico a modo loro; e mi sembra, anche, dando l’onore delle armi, di apporto culturale notevole. insomma: un àgone dove cmq si soffre, si lotta, perchè tutti più o meno capiamo la posta in gioco. in ogni caso ribadisco, una palestra unica!

  35. PEGASO
    at |

    Mike, ti ho parlato come si fa tra gli amici, e non ti ho offeso.
    Hai detto che una volta fatta l’esperienza, bisogna sbarazzarcene. Secondo te. Perché lo reputi la cosa che ti impedisce di trasmutare. Benissimo. Sbarazzati, ma non sono sicura che così ti cresceranno le ali, c’hai altri pesi che ti impediscono di volare.
    Per me non è un peso, manco c’è nella mia vita. Non è la cosa che io cerco a tutti i costi. Sai benissimo questo di me. E sai anche che non sono una dormiente. Però, sta’ attento, potrei sorprenderti un giorno, ancor più di quanto l’ho fatto fin’ora.
    Vediamo chi ce la fà prima, chi è più forte, chi farà bruciare di più la Fiamma del Cuore……
    Se mi chiamo Pegaso, gli ali già c’è li ho. Sembrano deboli, ma è un apparenza, sto nascondendo apposta il loro splendore sotto un velo di protezione.

    Mi auguro che un giorno capirai chi veramente t’ha voluto bene…caro Mike, non per l’uomo che sei, ma per l’Anima che sei… Buona fortuna.

  36. chakravartin
    at |

    Vorrei riportare quanto ho letto recentemente in un testo che, per quel che mi è dato di capire, si ispira agli insegnamenti di Gurdjeff ed Ouspensky.
    In esso si distingue tra infrasessualità, sessualità e sovrasessualità. Schematizzando molto:

    INFRASESSUALITA’: ha come scopo il godimento effimero (degenerazione)
    SESSUALITA’: ha come scopo la procreazione (generazione)
    SOVRASESSUALITA’: porta alla ricostituzione dell’androgino divino che si realizza con l’unione di due esseri perfettamente complementari (rigenerazione)

    In quest’ottica, sembra quindi si parli di lavoro di coppia e non di lavorare da soli.

    D’altronde, la Tradizione iniziatica occidentale parla di lavorare “a due vasi” ma anche “ad un vaso”:

    http://www.kuthumadierks.com/pageopen.asp?r=trio&id=1

    (Sotto la voce “Lavoro alchemico”)

    Con ciò intendendo la possibilità di adoperare l’energia sessuale per un’evoluzione spirituale sia in coppia che da soli.

    Se comprendo bene il senso di ciò che Mike ha scritto, arriva un momento in cui il sesso di coppia può divenire di ostacolo al lavoro che dobbiamo fare su noi stessi, ragion per cui va messo in secondo piano rispetto al lavoro “ad un vaso” (se così posso esprimermi).
    Ciò non vuol dire demonizzare la sessualità “normale” o vietarsela rigidamente, ma essere consapevoli del fatto che è altro il lavoro che va fatto e che questo è un lavoro individuale.

    Spero di non aver frainteso!

    Vorrei aggiungere che, probabilmente, non si può saltare da uno stadio di frigidità, di astinenza coatta o di assoluta ignoranza del sesso di coppia ad uno di sessualità a soli scopi spirituali (la “sovrasessualità”, per rifarmi alle definizioni precedenti). Immagino sia necessario passare per tutti gli stadi, dalla masturbazione alla normale sessualità a due (prima a livello solo fisico, poi con vero coinvolgimento emotivo e “animico”), prima che possa sorgere l’impulso a dedicarsi alla sovrasessualità (anche in solitudine, se – come sostiene Mike – è necessario).

    Fare l’esperienza della sessualità “terrena”, senza crearsi troppi problemi, mi pare un passaggio indispensabile per poterla eventualmente mettere da parte e dedicarsi a quella “celeste”. Un pò come per le ricchezze: indispensabile vivere il benessere materiale, prima di rendersi conto che esso non appaga le nostre più intime aspirazioni… Basti pensare a Buddha o a Francesco d’Assisi (che probabilmente hanno seguito una condotta simile anche riguardo la sfera sessuale).

    Augurandomi di aver dato un contribuito utile, vi saluto tutti fraternamente.

  37. lestat
    at |

    In “Introduzione alla magia, quale scienza dell’io”, ed. Mediterranee, cioè il massimo trovabile in libreria in fatto di divulgazione su questi argomenti, si parla, ad un certo punto, della possibilità di “salvare qualcosa dalle acque”, di “raggiungere un’altra sponda”. E i modi sarebbero due: o quello violento, che ti strappa, tipico di certe “sostanze”, non dissimili dalle droghe, dato come molto pericoloso per l’unità ontologica, ovvero quello più lento dato dai riti, metodiche quali yoga, intenzionalità. Si parla anche di operazioni a due vasi, mutuando dall’alchimia, tra uomo e donna, cioè di magia sexualis. Ecco un altro aspetto da considerare.

  38. mirvena
    at |

    signori miei… credo che (da Amleto a Matrix, ma in realtà in tutta la ‘letteratura’) la solita domanda cui ci troviamo a rispondere sia inevitabilmente sempre la stessa: il problema è la scelta! da che parte stare….
    Ricordo una frase di un Angelo, che dovreste conoscere poichè Mike ne ha parlato: ‘nella molteplicità tu non troverai l’unità, il tuo occhio , distolto da ogni altra cosa va diretto all’interno e se saprai anche dimenticarti e perderti, allora sentirai in te Dio, il vero Uno.’
    Tutto il resto sono solo parole e scuse ‘umane’.

  39. lestat
    at |

    Si, ma dobbiamo appoggiarci alla “realtà” esteriore per introiettarci successivamente. Così come purtroppo dobbiamo dare del nutrimento solido al corpo per non crepare, in attesa di diventare come Caterina Emmerich…

  40. mike plato
    at |

    SAPEVO BENE CHE QUESTO POST ERA COME UNA BOMBA ATOMICA IN UN LAGO. AVREBBE SCOPERCHIATO FORME-PENSIERO, PREGIUDIZI,SENTIMENTI, RANCORI, TERRORI E QUANT’ALTRO…

    CIO’ SERVE A FARVI CAPIRE QUANTO POCO SAPPIAMO DELLA CONDIZIONE UMANA; E QUANTO POCO SAPPIAMO COSA SIA DAVVERO GIUSTO E DAVVERO NON GIUSTO…

    PEGASO, SMETTILA CON QUESTI MOLTEPLICI ARRIVEDERCI O ADDIO. CON ME NON ATTACCA; SAI QUANTO SONO FORTE. SONO FORTE A TAL PUNTO DA METTERE DA PARTE UN SENTIMENTO PER OTTENERE QUALCOSA DI IMMENSAMENTE PIU GRANDE; CHE POTREBBE RIGUARDARE ME E POCHI ALTRI.

    TU SAI QUEL PO’ PO’ CHE HO RICEVUTO. QUEL CHE HO RICEVUTO SERVIVA PER FARE DELLA MIA FEDE UNA ROCCA INCROLLABILE. NE HO VISTI TROPPI AD AVER ABBANDONATO IL SENTIERO, TROPPI PERCORRERE UNA VIA CHE NON E’ UNA VIA, E TROPPI CREDERE DI CAMMINARE LADDOVE NON SI ERANO MAI MOSSI.

    CONOSCO UNA PICCOLA PARTE DELLA VERITA’ DI QUESTO MONDO, E CIO? MI BASTA PER DESIDERARE DI TORNARE NELLA MIA ANTICA DIMORA. PER QUESTO HO SACRIFICATO TUTTO, UNA VITA NORMALE, UN AMORE, GLI AMICI.

    LA VIA E’ UNA VIA DEL DESERTO? E ALLORA AMEN, CHE LO SIA! RAGION PER CUI PROPRIO TU CHE SAI, SAI BENE CHE C’è UN FINE SUPERIORE CHE ISPIRA LE MIE AZIONI. METTI DA PARTE I RANCORI DI CERBIATTO FERITO, E SII GUERRIERA, BENEDETTA DONNA. BASTA PIANGERE, LAMENTARSI. TI HO RACCONTATO TUTTO, E AGISCI ANCORA COME SE NON AVESSI COMPRESO NULLA.

    TU NON HAI ANCORA FORZA, TI STAI RAMMOLLENDO. L’OCCIDENTE E LA SUA MENTALITA’ TI STANNO INBORGHESENDO. HAI SPERIMENTAYO L’ORRORE DELL’ESISTENZA. QUESTO SIA IL TUO PUNTO DI FORZA, E NON DI DEBOLEZZA. PER QUESTO SIAMO ALL’INFERNO. L’INFERNO CI FA FARE I MUSCOLI, CI RENDE PIU FORTI, CI FA COMPRENDERE QUALE DONO CI FU FATTO, UN DONO CHE PRIMA NON POTEVAMO CAPIRE. COME PUOI CAPIRE LA GLORIA DIVINA, SE TUTTO E’ GLORIA DIVINA? SE TUTTO E’ LUCE, COME PUOI COMPRENDERE LA LUCE?

    SE UNO NASCE RICCO, CRESCE RICCO; E VIVE TRA I RICCHI, COME PUO’ COMPRENDERE IL DONO CHE HA AVUTO, IN SENSO METAFORICO? PER QUESTO AMO BATMAN e IRONMAN, EROI NATI RICCHI MA CHE USANO LA LORO RICCHEZZA PER UNA GIUSTA CAUSA, FINGENDO DI ESSERE CIO’ CHE NON SONO.

    PEGASO, TU NON HAI ANCORA NEANCHE UNA PIUMA, UN ABBOZZO DI ALI. TU NON HAI IDEA DI CIO’ CHE SIGNIFICA ENTRARE DAVVERO NEL PATTO, TU COME TANTI CHE GENTILMENTE ENTRANO IN QUESTO BLOG E SEGUONO CIO’ CHE SCRIVO…

    SE VUOI QUELLE ALI, SMETTI IN PRIMO LUOGO DI DIRE CHE LE HAI.

    CI SONO ANCORA TROPPE COSE CHE DEVI CAPIRE E VIVERE….

  41. maxmerlino
    at |

    “CONOSCO UNA PICCOLA PARTE DELLA VERITA’ DI QUESTO MONDO, ”
    Questo mondo non ha verità, ma solo mezze-verità e mezze-bugie, perché ognuno creda a quel che vuole, in modo che ognuno faccia le esperienze delle quali abbisogna. Come tu sai benissimo, la Verità è dall’Alto e non si trova in questo mondo illusorio.
    Se per te le Sacre Nozze esigono la rinuncia al sesso, allora rinunciavi, perché è Bene. Per te.

    “SIAMO ALL’INFERNO.”
    Senza Sophia siamo all’inferno, l’inferno di chi non ha riconosciuto il Logos perché “non poteva essere lui”. L’inferno arcontico che pretende di dettare regole anche allo Spirito, che invece SOFFIA DOVE VUOLE e NON SI SA DONDE VENGA E DOVE VADA.
    Ma questo non è l’inferno, ma un luogo in cui Retto i Iniquo coesistono IN OGNUNO DI NOI. Trovare la perla nel campo e ricercare la pietra filosofale: me l’hai insegnato tu che siamo qui per questo.
    Ciao

  42. mike plato
    at |

    MAXMERLINO…

    NON HO DETTO CHE IL MONDO HA LA VERITA’ ED E’ LA VERITA’. HO DETTO CHE CONOSCO UNA PICCOLA PARTE DELLA VERITA’ SU QUESTO MONDO. SO BENE CHE LA VERITA’ E’ L’ABSCONDITUM EIUS MUNDI….

    NON E’ BENE PER ME LA RINUNCIA AL PIACERE E ALL’AMORE UMANI…E’ UN MALE NECESSARIO AD OTTENERE UN BENE FUTURO. RINUNCIARE A QUALCOSA DI BELLO PER OTTENERE QUALCOSA DI GRANDIOSO. SE VOLETE RIMANERE NELLE PARTI BASSE DELLA SCALA GERARCHICA, SIETE LIBERI…

    SULL’INFERNO TI SEIRISPOSTO DA SOLO. CERTO CHE QUESTO E’ L’INFERNO….L’INFERNO E’ MESCOLANZA, E QUANDO LA MESCOLANZASARA’ ROTTA E LA LUCE SI DISTACCHERA’, QUESTO MONDO SARA’ PIU’ INFERNALE DI PRIMA. IN FIN DEI CONTI, PER CHI NON HA LUCE DENTRO, QUEST’INFERNO E’ GIA ATTUALIZZATO, IN QUANTO QUEGLI INDIVIDUI GIA DIMORANO NEL FUOCO DELLA PROPRIA NATURA ANIMALE E NEL GELO DELLA MANCANZA DI DIO. PER LORO E’ GIA’ PIANTO E STRIDOR DI DENTI, MA AHIME’ NESSUNO PUO’ NULLA. COSI E’ SE VI PARE

  43. PEGASO
    at |

    Mike, NON PARLARE DI CIO’ CHE NON SAI

    NON C’è UNA SOLA PAROLA DI LAMENTELLE NEI MIEI COMMENTI.
    NELLA MITA VITA HO AVUTO TROPPE, E DICO TROPPE ESPERIENZE BRUTTE, CIò CHE TI HO RACCONTATO E SOLO LA MILLESIMA PARTE. L’INFERNO L’HO VISSUTO GIA’, CARO MIKE.
    PERCIò, SMETTI TU DI DIRMI CHE HO BISOGNO DI ESPERIENZE FORTI. IO IL DESERTO LO VIVO DA 20ANNI, CREDIMI, UN VERO DESERTO, E CON UN PERCORSO CHE NEANCHE SI PUO’ RACCONTARE, CHE SOLO IO E DIO SA. ALTRIMENTI NON SAREI CIO’ CHE SONO DIVENTATA.
    NON T’HO DETTO ARRIVEDERCI O ADDIO, E I RANCORI SONO DA PARTE TUA, E NON CERTO VERSO DI ME… CON QUESTO POST HAI SCOPERCHIATO I PREGIUDIZI E FORME-PENSIERO PRIMA DI TUTTO IN TE STESSO. CERCA DI LIBERARTI E DOPO PENSERAI AD AIUTARE QUANTI PUOI. PERCHE’ ORA, HAI AMMESSO TE STESSO, ANCORA NON SAI DISTINGUERE CHI è ANIMA DI LUCE E CHI NON LO E’.
    PERCIò VACCI PIANO A DIRE CHE NON HO NEANCHE UNA PIUMA. NON SAI NULLA DI ME, NON RIESCI A SCORGERE, A SENTIRE LE MIE VIBRAZIONI.
    PUOI GRIDARE, SBATTERE I PUGNI, AGGUERRIRTI… MA è UNA MASCHERA CHE TI STAI METTENDO, UNA SPECIE DI PROTEZIONE… DENTRO SEI UN’ALTRO. TUTTO L’OPPOSTO. SE è LUI QUELLO CHE VUOI FAR EMERGERE, CHE BEN VENGA

  44. mike plato
    at |

    PEGASO…NON MI VENIRE A FARE LA COMARE DI WINDSOR, PROPRIO TU…

    CONOSCO LE TUE SOFFERENZE. PROPRIO PER QUELLE SOFFERENZE TI HO DATO LA CHIAVE PIU’ POTENTE DELL’UNIVERSO, AFFINCHE’, DIVORANDO IL KARMA IN UN CERTO NUMERO DI ANNI, TU POSSA SOPRAVVIVERE ALL’IRA DI DIO CHE STA PER SCATENARSI.

    IL PADRE MI HA FATTO CAPIRE CHE L’UMANITA’ MERITA DI MORIRE, CHE CIO’ CHE SI POTEVA FARE PER SALVARE IL SEME ADAMICO E’ STATO FATTO. LA PIANTA HA PRODOTTO SOLO MELE MARCE, RAGION PER CUI VERRA’ ABBATTUTO SENZA ALCUN RIMORSO. BAR ABBA’, IL FIGLIO DI DIO, HA FATTO L’IMPOSSIBILE 2000 ANNI FA PER DARCI UNA NUOVA E ULTIMA POSSIBILITA’. NOI NON L’ABBIAMO COLTA. CIO’ CHE NON SI SVILUPPA IN SENSO DIVINO, NON RESISTE.

    TU HAI AVUTO DA LUI, TRAMITE ME, LA CHIAVE DELLA SPERANZA…QUELLA CHIAVE PUO’ SIGNIFICARE LA VITA ETERNA. PER CUI, AMETTI I PANNI DELLA COMARE, COSPARGITI IL CAPO DI CENERE, VESTITI DI SACCO, CINGITI I FIANCHI E LAVORA SULLA TUA VIGNA ANZICHE’ BLATERARE PER I MOTIVI CHE COMPRENDO E COMPRENDI ANCHE TU. METTI DA PARTE IL SENTIMENTO, IMBRACCIA LA LANCIA, E FALLA FINITA CON TE STESSA. NON C’è ALTRA SPERANZA CHE ACCOMPAGNARE QUEL CHE FAI AL MATTINO CON UNA GUERRA SENZA QUARTIERE A CIO’ CHE CREDI DI ESSERE MA NON SEI.

    VIENI A DIRE A ME DELLE TUE SOFFERENZE COME SE NON LE CONOSCESSI? OGNUNO HA AVUTO IL SUO. QUEL CHE OGNUNO DI NOI SUBISCE E’ GIUSTO E PERFETTO. SONO LEZIONI DI VITA, LEZIONI CARMICHE. DIO E’ GRANDE IN QUESTO. OGNI CAZZOTTO SOTTO IL MENTO E’ UN SEGNO D’AMORE. CI RENDE PIU FORTI, SEMPRE PIU’ FORTI, SEMPRE DI PIU….

    PEGASO, TU SAPEVI CHE IO SONO UMANO E AL CONTEMPO UNA PARTE DI ME NON LO E’ PER NULLA. IO SONO ESATTAMENTE QUEL CHE HAI VISTO: MANSUETO COME UN AGNELLO, MA TERRIBILE COME UN LEONE. DOLCE E ASPRO, FORTE E ARRENDEVOLE. SONO QUESTO NON IN FASI ALTERNATE MA SEMPRE. SE SONO DOLCE, AL CONTEMPO SONO AMARO.

    IO SONO DESTINATO A QUALCOSA, QUALCOSA DI GRANDE IN TERMINI SPIRITUALI, MA PRATICAMENTE NULLO IN TERMINI UMANI. NESSUNO SAPRA’ COSA MI ACCADRA’ E COSA DIVENTERO’, E NESSUNO DOVRA’ SAPERLO. MI STO PREPARANDO A QUELL’EVENTO, TUTTI I GIORNI, OGNI GIORNO POTREBBE ESSERE QUELLO BUONO, OGNI NOTTE QUELLA FAVOREVLE. E’ DIO CHE MI HA FATTO TERRA BRUCIATA INTORNO. NESSUNO DOVRA’ ESSER TESTIMONE DI CIO’ CHE ACCADRA’, DOVRO’ ESSER SOLO COME UN’AQUILA IN QUELL’ISTANTE.

    PEGASO, RITIENI NELLE TUE MEMORIE QUEI MOMENTI. QUELL’UOMO CHE CONOSCESTI, MORIRA’, NON SARA’ PIU’. AL SUO POSTO EMERGERA’ BEN ALTRO ESSERE.

    NIENTE PUO’ FARMI RECEDERE DA QUESTO OBIETTIVO. E’ LA VITA ETERNA CHE E’ IN GIOCO, E NON C’è NULLA CHE POSSA VALERE IL RIAPPROPRIARSI DI QUELLA GLORIA CHE FU NOSTRA PRIMA CHE IL MONDO FOSSE…

    ORA, SII MATURA E DIVENTA FORTE, PERCHE’ AL MOMENTO ATTUALE IL TUO CORPO EMOTIVO E’ ANCORA POSSENTE…

  45. PEGASO
    at |

    VA BENE, MIKE… SEGUI IL TUO OBIETTIVO, PER QUESTO T’HO DETTO BUONA FORTUNA …E…. NON SO ALTRO CHE DIRTI…. QUESTO CONFLITTO CHE TU VUOI RISOLVERE IN TE è DI UN GRANDE TORMENTO (non te la prendere per le parole che uso, non fraintendere). NON SO COME FAREI AL POSTO TUO. MA HO SENTITO IL TUO DOLORE PRIMA E LO SENTO ADESSO PIU’ CHE MAI… UN GRANDE DOLORE… E VORREI ABBRACCIARTI, UN ABBRACCIO DAL CUORE AL CUORE, DALL’ANIMA ALL’ANIMA…
    CHE DIO TI BENEDICA

    non ho avuto mai l’intenzione di starti per traverso, se le cose che faccio verso di te, scrivendo qui o parlandoti in privato ti disturbano, basta che me lo dici, chiaro e tondo, e mi levo di turno. senza rancori, ci mancherebbe…

  46. maxmerlino
    at |

    “SE VOLETE RIMANERE NELLE PARTI BASSE DELLA SCALA GERARCHICA”
    Come interpreti il fatto che Mosè avesse moglie e figli, e che Salomè dividesse il suo letto con Yoshua (come si legge in una dialogo scherzoso narrato in Tommaso)?
    Io temo che tu stia giudicando come Male la Materia (che è anche la Madre) una parte dell’infinito Bene: ricordi il dialogo intimo tra Yoshua e Tommaso (Taumà), anche questo narrato nell’apocrifo? “Taumà, gli uomini giudicano Male ciò che è una parte dell’infinito Bene; tutto ciò che vedi, è la Madre”.
    La creazione arcontica non è Male, perché è necessaria a Sophia.
    I Logos ti disse che solo la sottomissione dell’uomo può renderlo amico di Dio, NON la distruzione dell’uomo. L’opera arcontica non va distrutta, perché serve a Sophia:va compresa e sottomessa, cioè trascesa. Quando non servirà più A NESSUNO, allora potrà essere abolita, non prima.

    TUTTI NOI che tu giustamente consideri tuoi amici (animici) avremo l’esperienza a cui tu accenni: le stelle irradieranno numerosissime, non sarai solo… Non essere presuntuoso.
    Mi associo a Pegaso.

  47. due
    at |

    hei topastri, i panni sporchi si lavano im casa….squiiittt!!!!!

  48. maxmerlino
    at |

    xDue
    Non stiamo lavando panni, ma ci stiamo ri-conoscendo: siamo qui.
    Per quel che può interessarti.

  49. maxmerlino
    at |

    xDue
    Non stiamo lavando panni, ma ci stiamo ri-conoscendo: siamo qui.
    Per quel che può interessarti.

  50. due
    at |

    Parlavo di Mike e Pegaso. Scusa merlino, non mi riferivo a te….

  51. maxmerlino
    at |

    Nemmeno io in realtà mi rivolgevo a te. Scusami anche tu.

  52. mike plato
    at |

    DUE…QUI NON C’è ALCUN PANNO SPORCO.
    E? SOLO UN DIALOGO TRA UNO PIU AVANTI SUL CAMMINO E UNO PIU DIETRO, CHE E’ ANCORA OBNUBILATO DA SENSAZIONI E SENTIMENTI TIPICAMENTE UMANI, CHE COMUNQUE RISPETTO NEL LORO ESSERE.

    PEGASO E’ PERSONA INTELLIGENTE, E UN BEL GIORNO RIMARRA’ STUPITA DALLE TRAME DI DIO. NESSUNO E’ INDISPENSABILE A NESSUNO, TUTTI LO SONO PER TUTTI

  53. PEGASO
    at |

    GRAZIE A TUTTI, a MAXERLINO, a DUE,amicone mio, a MIKE, a te LESTAT, a LAURA, a ANTHONLOGOS, a MAURIZIOx… a tutti quanti… Buon giorno a voi!!!

  54. lestat
    at |

    grazie! ti abbraccio.

  55. andrea
    at |

    “Bisogna nobilitare la passione utilizzandola come un mezzo, conservandola a forza di volontà per farne il veicolo di un’idea bella. Per esempio di un’alleanza stretta con un “Io” amato” (Novalis).
    Un saluto Andrea.

  56. mauriziox
    at |

    dico solo questo… mike a ragione a toccato il punto piu delicato, direi che questo e il nodo da sciogliere!

  57. maxmerlino
    at |

    Ciao mauriziox.
    Se per te c’è un nodo, allora è bene che vada sciolto.
    Io non vedo alcun nodo.
    P.S. questo è veramente un blog interessante, grazie Mike.

  58. arunadidi
    at |

    ciao è un po che vi seguo e vorrei fare anch io un commento.Dunque io penso che tutto avviene dentro noi stessi e che il mondo che viviamo è una proiezione del livello di coscienza che canalizziamo in quel momento.Nel chakra del cuore ,nella coscienza cristica ,nella coscienza dell’Uno non ti viene neanche in mente l’idea dell’amore fisico così come avviene invece nella terza dimensione che è il terzo chakra e quello che la maggior parte di noi canalizza.Non c’è niente di male nell’amore fisico ma finchè non trasformiamo l’istinto sessuale in qualcosa di superiore,Amore Cosmico,restiamo alla mercè di Forze che ci controllano Arconti e che noi stessi alimentiamo canalizzandoli con frequenze tipo sesso potere identificazione col corpo.Per renderci indigesti ai Voladores dice Castaneda di praticare la disciplina del Guerriero senza macchia che non è altro che il Tapasia indù.Per Amare davvero dobbiamo diventare eununchi(non come Origene o i Naga Baba però….)

  59. elena
    at |

    …sono d’accordo con arunadidi.Hai espresso quello che è anche il mio pensiero 🙂

  60. mike plato
    at |

    LA QUESTIONE NON E’ IL SESSO, TERMINE CHE PERALTRO MANIFESTA DI PER SE’ LA SCISSIONE DELL’ANDROGINO. IL SESSO NON E’ ALTRO CHE UN VOLTO DEL RAPPORTO D’AMORE TRA I SESSI. IL PROBLEMA E’ PROPRIO L’AMORE ETEROSESSUALE (NON PARLO DI QUELLO OMOSESSUALE). SE ESSO DA UN PUNTO DI VISTA NATIRALE E’ LEGITTIMO, NON LO E’ SECONDO LA LEGGE DELL’IMMAGINE E SOMIGLIANZA. NOI DOVREMMO TENDERE CON TUTTE LE NOSTRE FORZE VERSO L’INTIMO, A NOI COMPLEMENTARE, E NON VERSO IL FALSO COMPLEMENTARE ESTERNO. TUTTO CIO’ CHE NON E’ FINALIZZATO ALL’UNIO MISTICA NON E’ DIVINO, ERGO E’ DA RIFIUTARE IN SENSO INIZIATICO.

    AMICI, NON VI HO MAI DETTO CHE LA VIA ERA FACILE. ANZI, DIREI CHE E’ UN’IMPRESA QUASI IMPOSSIBILE. MA E’ PROPRIO QUESTO IL PUNTO: NON POTETE TENERE UN PIEDE IN DUE STAFFE. O UNA VITA NORMALE CON CONSORTE E FIGLI, OPPURE LA VIA DEL GUERRIERO. O DESIDERATE DI MORIRE COME I MORTI, OPPURE DI MORIRE DA EROI, DANDO LA VOSTRA VITA IN PEGNO DI UN BENE DECISAMENTE PIU’ GRANDE. TUTTO CIO CHE PRIOMANA DALLA NOSTRA NATURA INFERIORE NON E’ DIFENDIBILE.

    VOLETE FARE LA VIA SENZA RINNEGARE VOI STESSI?

    NON ANDRETE DA NESSUNA PARTE.

    IO VI RINGRAZIO PER L’ATTENZIONE, PER VENIR QUI E LEGGERMI. MA TRA IL DIRE E IL FARE C’E’ DI MEZZO IL MARE. LE MIE SONO SOLO CHIACCHIERE, INTERESSANTI, MA SEMPRE CHIACCHIERE. CIO’ CHE CONTA E’ LA GUERRA: PROVATEVI A RINUCIARE ALLA VOSTRA VITA E VEDRETE QUANTE VE NE FARANNO PASSARE.

    EH NO! TROPPO COMODO VOLER ASCENDERE SENZA SPORCARSI LE MANIME. MOLTI DI VOI VORREBBERO FARLO CON TUTTI GLI AGI: “MA IO HO LA RAGAZZA, IO HO LA MOGLIE, IO HO FIGLI”

    CI SONO POCHI DI VOI CHE AVREBBERO SOLO UNA REMOTA SPERANZA DI SPUNTARLA. IL RESTO DI VOI, PUR PERSONE PER BENE, LO VEDO LONTANO UN MIGLIO, NON E’ ADATTO, NON E’ PRONTO.

    IO STESSO, FORSE, NON SAREI STATO ACCETTATO DAL CRISTO 2000 ANNI FA. EPPURE ACCETTO IL SACRIFICIO E MASTICO AMARO NELLA SOLITUDINE E NELLA RINUNZIA AD UNA VITA NORMALE…

    VOI POTETE VENIR QUI E DIRMI TUTTO CIO’ CHE VOLETE…MA CIO’ CHE FARETE DEFINIRA’ VOI STESSI E LA VOSTRA VITA….

    LA SPADA…CRISTO PORTA LA SPADA. NON DIMENTICATELO MAI. E’ DETTO CHE MOSE’ PORTO’ AGLI EBREI IL SEGRETO DEL DISSOLVEMENTO DEL LACCIO CHE ABBIAMO COL THLI (DRAGONE), OSSIA I LACCI DELL’ANIMA CARNALE, QUELLA MALEDETTA…

    NON DISONORATE LA MEMORIA DEI MESSIA E NON DISONORATE I LORO INSEGNAMENTI SALVIFICI.

    DISSE IL SUFI JALAL OD-DIN RUMI:
    IL SATANA E’ L’ANIMA CARNALE E PASSIONALE. UCCIDI QUELLA MALEDETTA. MUORI PRIMA DI MORIRE….

    IL SESSO, SU UN PIANO PIU’ ALTO, E’ INDIFENDIBILE. E VOI TUTTI LO SAPETE….NON CI APPARTIENE. NOI AMBIAMO A BEN ALTRA UNIONE, UN’UNIONE CHE GENERA LUCE, E NON TENEBRE.

    IPSE DIXIT

  61. mirvena
    at |

    …. salve a tutti…
    i discorsi fatti mi hanno ricordato il passaggio del Mar Rosso in cui affogano gli egizi, ovvero i nemici dell’Israel spirituale, ovvero i nostri peccati…
    è acqua di morte per chi è legato all’inconscio, di rinascita di trascendenza per chi è cosciente… Annega chi si arena nell’inconscio senza voler crescere e ‘purificarsi’
    in Isaia 11,6 leggiamo che chi si appropria anche di un solo frammento di coscienza esce da tempo e spazio sociale e giunge all’eremo, alla solitudine… Solo qui si può incontrare la salvezza…non dice Osea: Io ti ho protetto nel deserto…?
    dunque inutile tergiversare!!!

  62. arunadidi
    at |

    E giusto,basta perdere tempo meglio iniziare-continuare una pratica con determinazione -Volontà-Intento meglio non sprecare ancora energia sessuale rallenta tantissimo.Pulizia ci vuole!Ma con amore verso noi stessi senza impoosizioni.L’accettazione è qualcosa che viene dal cuore ,,dal profondo di noi stessi sennò diventa una accettata sulla capoccia.Che altro possiamo fare se i Guardiani della Soglia ci terrorizzano se solo cerchiamo di alzare la testa e allora “accettiamoili”pure a loro praticando misericordia austerità veridicità nella vita di tutti i giorni non c’è bisogno di andare nel deserto basta vivere il Presente

  63. gan867
    at |

    ma la maddalena non si univa a gesù?……scusate ma non mi sembra fosse l’ultimo pischello di una qualunque tradizione esoterica…

  64. milena
    at |

    Sono inorridita dalle tesi sostenute…vivete, sperimentate e crescete!!! La sessualità la maternità e l’amore sono cio che piu’ ci avvicinano a Dio. Amare qualcuno che ancora non conosci, dargli la possibilità di vivere e crescere dentro di te è l’esperienza che in assoluto ci fa essere simili a DIO, attraverso il sesso noi siamo creatori e attraverso la maternità-paternità sperimentiamo l’amore piu puro, quello che Dio prova verso le sue creature… Certo ogni esperienza puo essere vissuta scevra di significato, cosi come ogni vita puo’ essere sprecata in cose futili, ma ricordate bene nessuna strada è sbagliata o giusta, ogni strada che ci fa comprendere Dio è necessaria!!!

  65. arunadidi
    at |

    Qui non si nega la bellezza dell’amore coniugale,si parla di come fanno sesso gli iniziati che o sene astengono o certo non lo fanno come noi.Gesù e Maddalena erano alti iniziati esseni e lo facevano sottostando a rigide regole una volta l’anno fino al concepimento che doveva garantire la successione della stirpe Davidica a cui appartenevano.Leggetevi un pò La linea di sangue del Sacro Graal che è una ricerca storica interessante di Gardner -Newton & Compton editori

  66. milena
    at |

    Accidenti quanti testimoni nella camera da letto di Gesu e della Maddalena…!!! A parte la battuta…una volta diventati “CRISTO”, consolidato il potere di agire sulla materia che importanza ha continuare la stirpe di Davide o la linea di sangue del Sacro Graal? L’unico riscontro razionale è che solo le Anime che si incarnano in quella Potente linea di materia hanno possibilità di risveglio…questo annichilisce ogni nostra speranza…

  67. arunadidi
    at |

    Ho citato il libro perchè penso sia interessante la ricostruzione storica della vita degli esseni.Facevo un distinguo tra iniziati e non iniziati di qualsiasi scuola.Lo scambio tra energia maschile e femminile può avvenire in molti modi non solo con il rapporto sessuale.Il femminile è importante- Shiv Shakti- anche tra i mistici cristiani c’è stato uno scambio energetico pensiamo a Chiara e Francesco Benedetto e Scolastica.Personalmente penso che seguire una pratica implichi il controllo, ma non la repressione ,dell’energia sessuale.è la trasformazione di questa che ci rende Divini.Poi ogni scuola ha le sue tecniche.Chi non segue alcuna pratica fa quello che vuole e il rapporto sessuale è una cosa meravigliosa certamente.Nella tradizione indù ci sono 4 ashrama Bramchari(si vive in convento per apprendere le tecniche della specifica scuola eci si astiene dai rapporti sessuali)Griastha( ci si sposa e si continua a praticare sotto la guida del Guruji),Vanaprastha (quando i figli sono sistemati e i propri doveri sono conclusi ci si allontana gradualmente dalla vita familiare e dai rapporti sessuali )Sannyasi vita di rinuncia e ascesi consigliata dopo i 50 anni.A seconda del livello di coscienza ci sono vari modi di fare all’amore!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.