PROSTRATO INNANZI A SIMONE WEIL

simone_weil.jpg
Simone Weil

Tempo fa ho accennato a Simone Weil. Presto dedicherò a lei una retrosopettiva. Credo sia stata una grande grandissima anima. Posso definirla un’esoterista? No, di più, una spirituale. Credo che esoterismo e spiritualità siano meri sinonimi. Esoterismo significa afferrare ciò che è dentro, il senso nascosto delle cose. Ma cos’è questo senso intimo e nascosto se non lo spirito? Sono gli esoteristi attuali, ottusi più di una capra, a vedere spirito ed esoterico come cose separate. E lo stesso errore è commesso da quegli ottusi  maestri attuali dell’esoterismo, che degradano il misticismo ed esaltano la via iniziatica dell’esoterismo, come fossero cose diverse, e comunque fraintendendo il senso profondodella via. Essi dicono che la via mistica è via passiva, in cui si lascia agire Dio in sè annullando la propria volontà. L’uomo non deve far nulla, questo è il segreto, e Dio diventa uomo. Ma la vera via, secondo questi agenti inconsapevoli del Thli, è la via dal basso verso l’alto, in cui l’uomo si divinizza e impone la sua volontà. Assolutamente risibile, come se l’uomo, di per sè, avesse potere, capacità e volontà. E’ la discesa di Dio e dell’uomo la vera via, e chi scende sale. La via luciferina promossa da quei sedicenti maestri è una via di salita che in realtà è una discesa.

La Weil non era legata ad una scuola esoterica, nè alla Chiesa. Essa aveva compreso una verità basilare ed elementare per chi abbia quel famoso sale in zucca e abbia meditato sulle scritture: il mondo che conosciamo è in pieno controllo del PRINCIPE DI QUESTO MONDO. Lo si evince dalle parole del Princeps durante la tentazione di Cristo nel deserto. Simone Weil comprese, avendo un’anima pneumatica, che tutto ciò che è sociale e aggregante è dominio del Princeps. In un rapporto epistolare con un clericale che insisteva, vedendone la vocazione, affinchè la Weil prendesse i sacramenti ed entrasse nel grande alveo di Santa Madre Chiesa, la Weil risponde con un no deciso, affermando senza paura che avendo la Chiesa un ruolo sociale,è inevitabile che essa sia un feudo dell’Arconte di questo mondo. E come dargli torto? Personalmente, insegnamenti dall’intimo e intuizioni folgoranti mi hanno persuaso che tutto ciò che è mondano è arcontico. Ma la Weil non aveva il mio retroterra esoterico, non aveva accesso ai testi gnostici, eppure è giunta ad una verità di natura porofondamente gnostica.

Perchè insisto sulla Weil? Per due motivi:

1) Simone Weil è il classico esempio di una santa secondo Dio ma sconosciuta, sotto questa veste, agli uomini. Il suo intento di rinunciare a se stessa e allo stesso intento la connota invariabilmente come santa, perchè questa è la vera santità: il sacrificio della propria volontà egoistica. Come si può definire istituzione santa una Chiesa formata da uomini dediti alla crapula, a deviazioni sessuali abnormi, al denaro, alla finanza sporca, al possesso, al potere, al controllo? Io mi chiedo: CAPISCO CHE IN QUESTO MONDO NON SIAMO TUTTI UGUALI, CAPISCO CHE LA MAGGIORANZA DELEGA AD ALTRI FUNZIONI CHE POTREBBERO ESSERE ESERCITATE IN PROPRIO, CHE E’ CREDULONA, CHE E’ ONDIVAGA E FACILMENTE PLASMABILE. MA E’ POSSIBILE CHE LE MASSE SIANO RIDOTTE IN QUESTO STATO PIETOSO DA NON VEDERE O NON VOLER VEDERE CIO’ CHE ORMAI E’ COSI’ PALESE? CHE LA RELIGIONE E’ AMMINISTRATA DA VERI E PROPRI DEMONI E ANIME VENDUTE AI POTERI IMMONDI? COME E’ POSSIBILE CHE NON VEDANO? COSA CI FANNO QUELLE PERSONE IN PIAZZA SAN PIETRO? COSA VANNO A VEDERE? CHI VENERANO SE NON IL MAMMONA DI QUESTO MONDO? SOLO I MORTI NELLA COSCIENZA POSSONO NON ACCORGERSI CHE CIO’ CHE CRISTO DICE DEI FARISEI CALZA A PENNELLO SULLE TESTE DELLE GERARCHIE VATICANE….

Io ricordo un messaggio, anni fa, in Francia, durante un viaggio spirituale per cattedrali insieme ad Antonlogos e ad un ragazzo che poi decise di tornare indietro. Quel messaggio fu terribile:

IO, LA CHIESA E IL POTERE NERO CHE VI E’ DIETRO…HANNO FINITO DI NUTRIRLI, LO HANNO FATTO PER SECOLI, ORA BASTA, SARA’ UNA CROCIATA COSMICA…

Lo dico da tempo che i Circlemakers, con i crop circles, la cui nuova e promettente stagione è ormai  prossima, non solo hanno tentato di avvisare i Figli di Dio e risvegliarli, ma soprattutto hanno lanciato una dichiarazione di guerra all’intero universo del THLI. Ed è proprio per questo che il THLI, che controlla tutti i gangli vitali dell’economia, colpito dal timore dell’avvento dei Figli di Dio e del ritorno di Melkizedek, l’agente della vendetta finale (rotolo esseno 11QMelch), sta scatenando caos e desolazione ovunque, e ha decretato l’avvento della più grave crisi economica di ogni tempo. Sono stato avvisato tre anni fa su ciò, prima che accadesse. Il Re di Giustizia mi disse:

STANNO RICOMPATTANDO LE LORO FILA PERCHE’ SANNO CHE IL MOSTRO SI STA RIDESTANDO.

Detto fatto. Egli dall’alto li vede, vede il loro mondo. Ad Adriano, mio fratello, durante uno stato alterato di coscienza in una cerimonia ajauaskera, AION MELKIZEDEK gli apparve con volto di leone e gli disse:

GLI ARCONTI…LAGGIU’…IL LORO TEMPO ORMAI VOLGE AL TERMINE

Quindi prepariamoci al peggio. Voi sapete che proprio nel momento in cui la Germania capì di aver perso la guerra, con gli americani e i ruissi che si avvicinavano, i gerarchi nazisti, invece di arrestare i loro orrori, li incrementarono, e accelerarono lo sterminio. E così faranno i veri NAZISTI ASTRALI. Stanno cercando di divorarci in modo brutale, incrementando caos e paura.

 

sfondo3.jpg

2) Per l’intanto qualcuno di noi, nel punto più basso di questa creazione, va a fare la corte a Simone Weil 5 o 6 volte in libreria, sempre allo stesso libro “ATTESA DI DIO”, ma non lo acquista mai. Poi all’ottava occasione si ridesta dal sonno e comprende che ogni volta, dico ogni volta, che doveva prendere questo libro, era costretto letteralmente a inginocchiarsi se non a prostrarsi, in quanto la Weil, a causa della “W” del suo cognome, era sempre nello scaffale in basso a terra. L’altro ieri, ho dovuto mettere le ginocchia a terra, e prendendo il libro di questa “SORELLA” in mano, mi sono risvegliato dal sonno e ho capito che era lo Spirito che mi faceva inginocchiare per onorare questa grandissima anima che fu una santa sconosciuta. Stavolta non ho avuto esitazioni e ho portato a casa quel capolavoro che è ATTESA DI DIO. Questa è la seconda motivazione che mi spinge a ritenerla una santa. Troppe volte l’intimo mi ha spinto a inginocchiarsi innanzi a lei.

Appunto, ATTESA DI DIO, DEL DIO DI GIUSTIZIA, per fare piazza pulita di questo mondo purulento infestato dai demoni. Era vero, avevano ragione questi a dire al Cristo: NOI SIAMO LEGIONE.

Ma io rispondo a questi demoni dicendo che anche i Figli di Melkizedek sono una legione. E la gran parte di essi verranno da quel reame superiore, da cui AION MELKIZEDEK ha detto:

GLI ARCONTI…LAGGIU’…IL LORO TEMPO ORMAI VOLGE AL TERMINE

Per questo è chiamata universalmente LA FINE DEL TEMPO. Il Tempo cesserà, Maja cesserà, la realtà fittizia della Sinistra sarà cancellata, e sarà solo GNENWED, il Regno delle Anime Radianti.

Buona resurrezione

PROSTRATO INNANZI A SIMONE WEILultima modifica: 2010-04-04T22:21:00+02:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

12 Responses

  1. ANGELO CICCARELLA
    at |

    Innanzitutto auguri Mike. Sulla Weil, caro Mike dovresti andarci cauto, già perché non è pane per tutti e non è necessariamente buono. Ci troviamo di fronte ad una donna – non faccio differenza tra pensiero e vita – ambigua, problematica, anarcoide comunista, sofferente di emicranie persistenti per buona parte della sua vita. E questo non è da sottovalutare. La sua visione spirituale rispetto al cristianesimo era pericolosa. Pericolosa per una concezione folle della salvezza: bisogna partire dal male per giungere ad un bene superiore. Questa è la sintesi del suo pensiero. E non lo dice un bacchettone cattolico, né un Messori dei poveri. Te lo dico io, un eretico ortodosso, che vive e lavora con lo spirito (considerando le mie condizioni di salute a dir poco precarie). Dal male solo Dio può trarne un bene e la francesina, poco o punto ha capito della equazione della vita. Non ti rubo altro spazio. Fai come credi, per carità, ma se fossi in te, starei molto attento a propagandare filosofie dissolutive e abissali come questa weilliana.

  2. teresa
    at |

    Non conosco bene la weil, ma da quello ke scrivi Mike ho sentore ke tu sia nel giusto, credo ke come tutti prima di arrivare a Dio sia passata per la c.d via stretta.
    Alcuni giorni fa ho fatto un sogno, ho sognato un terremoto, vedendo le immagini stamane del tg sul terremoto tra il messico e la california mi sono ricordata anche di ciò ke ho pensato al mio risveglio; sono sicura che tutti i terremoti ke avvengono da un anno a questa parte sono provocati dagli arconti e dai loro servi per distruggere l’umanità.
    Siamo nella terza guerra mondiale ke si sta svolgendo in segreto.
    Non è una guerra combattuta kome le altre, ma con questi esperimenti sotterranei costoro cercano di distruggere interi continenti facendo credere ke sia opera della terra ke si ribella o di Dio. Quindi nessuno mai penserà ke è qualcosa organizzato e loro poi kissa cosa vorrano stabilire, credo il regno dell’anticristo…..si vestiranno di angeli di luce tanto da ingannare se potessero anke gli eletti.
    Finisco con matteo 23,8,9 “e non chiamate nessuno sulla terra padre vostro xkè uno solo è il vostro Padre….
    l’attacco solo ora alla chiesa, da quanti anni i preti fanno di tutto e da quanto tempo tutto ciò è noto….allora credo ke vogliano cacciare l’attuale papa addìtandolo come anticristo e sostituirlo con un altro ke sarà il vero anticristo, non a caso il card Sodano rivolgendosi ieri al papa lo ha chiamato ” Padre Santo..(.ricordiamo matteo 23,8), dolce Cristo in terra “…..è una bestemmia in quanto mai nessuno neanche il Papa può essere chiamato Cristo perkè solo uno è il Cristo… questo l’ho imparato da loro ciò, detto da uno di loro…..mi lascia riflettere, come anke le immediate scuse di cantalamessa alla comunità ebraica…..Ke il vaticano tema istraele e i sionisti?……Non so altro, scusate, ma queste sono elucubrazioni mentali di di una povera mente malata e se pensiamo ke la mente mente…Ciao a tutti Teresa

  3. walter
    at |

    Perchè negli ultimi mesi ho una gran voglia di acquistare lame? Dalle katana a quelle a due mani, ai coltelli ai pugnali ed una gran voglia di addestrarmi a combattere? Ci sono armi modernissime ed esotiche che superano le spade….allora perchè proprio le lame?

  4. mike plato
    at |

    Per Walter,se hai il desiderio di lame, acquistane una.Ma sappi che la vera lama è la croce, ovveroi il sacrificio al modo di Melkizedek…

    Per Teresa, viviamo in Maja, e questo è un mondo simbolico, una sorta di realtà onirica ad alto grado di simbolismo. Il vero terremoto è quello suggerito da Giovanni Battista e da Isaia, allorchè i due profeti parlano di spianare i sentieri nella nostra coscienza, di abbattere tutto, di convertirsi, di divenire uomini nuovi, di abbandonare i pesi del passato senza osservare rancore, di abbandonare se stessi. Più procedo sulla via e più mi rendo conto che siamo una formica che combatte un gigante (Dio). La volontà di Dio è schiacciante, noi non possiamo decidere nulla, ma non bisogna adeguarsi a questa volontà con rassegnazione dolore, quanto con gioia, anche quando ci schiaccia. E Lui ci schiaccia per farci risalire la corrente…Un maestro severissimo, ma proprio in questa severità si cela l’amore, poerchè se non ci amasse Gli risulteremmo indifferenti. Preferisco che mi schiacci il cranio, piuttosto che mi lasci vivere come coloro che hanno scelto la morte. Se mi vuole schiacciare il cranio, vuol dire che mi vuole cambiare. E questa è VERA VITA….

    Per ANGELO: Angelo, ti prego, non cadere anche tu nella sindrome alla Icke, per cui vedi il male e solo il male. Tu sai meglio di me che questo mondo è mescolanza, che comunque questo mondo è pervaso dal male. MA LA LUCE BRILLA NELLE TENEBRE. Per cui non commettere l’irrimediabile errore di non vedere proprio il massimo bene nel massimo male. La Weil era un un essere umano come me e te. Se tu leggi i suoi quaderni, questa donna aveva il coraggio di raccontarsi, di sentirsi inadeguata innanzi a Dio. Diceva di voler fare la volontà di Dio, ma che spesso la sua umanità cospirava opponendole resistenza. Ma molte delle sue parole erano quelle di un vero GIUSTO. Sono arrivato al punto da poterle riconoscere senza tema di smentita. Ricorda che è morta giovane, e aveva ulteriori margini di miglioramento. Ma era un’anima sulla Via, incontestabilmente. Se mi guardo indietro, se vedo il me stesso di 12 anni fa, vedo un uomo completamente incosciente, totalmente morto allo spirito, cieco in ogni senso possibile, completamente dominato da HEIMARMENE. Quello credeva di poter indirizzare la sua vita ove la sua volontà assecondava il suo desiderio. Poi la mia vita fu spazzata via, solo macerie. Andava in un sentiero e Lui lo portò in un altro. E adesso sento che sarà di nuovo così. Mi schiaccierà di nuovo, e forse ancora di nuovo. E così sia, se è la sua volontà. D’altronde tutto ciò che accadrà accadde molto tempo fa. TUTTO CIO’ CHE E’ STATO DA LUI DECISO FIN DALL’INIZIO DEL TEMPO AVVERRA’ SENZA ALCUN MUTAMENTO. Ergo, caro Angelo, sappi riconoscere le stigmate di un GIUSTO oltre le sue scorze umane. La Weil era un’anarcoide? E qual’è il vero male in ciò? Comunistoide? Se avesse avuto il tempo, certamente sarebbe andata oltre i dualismi di questo mondo. Ho impiegato anni per comprendere questa verità, poichè meriti di altre esistenze mi hanno donato una via accelerata. Ma quando leggo la Weil non leggo un Arconte, leggo piuttosto un fratello su una via di perfezionamento.

    NON SONO E NON SARO’ MAI COSI’ IDIOTA E INCOSCIENTE DA SPINGERVI VERSO FILOSOFIE DRACONIANE. ME NE GUARDI IDDIO. Ma tu Angelo carissimo, sappi scorgere la vera luce, che brilla sempre e comunque nelle tenebre. Credi che io e te siamo esenti dal morbo della mescolanza? Nessuno di noi è giunto al pyramidion, ragion per cui cerchiamo di fare lo stesso lavoro che fanno i minatori:ESTRAI L’ORO DALLA GANGA, E SOLO L’ORO. E nella Weil c’è molto oro, moltissimo….Non era un draconiano, mettiti pur comodo.

    Per il gentilissimo PAOLO GALIANO: You are right, d’ora in poi citerò non solo l’autore ma anche il sito da cui traggo materiale interessante. Complimenti per la tua mente e per la tua ricerca, cui non mancherò di offrire questo palcoscenico.

  5. anthonlogos
    at |

    Bah, davvero triste vedere in che stato di torpore versa l’umanità.
    Non capisco proprio l’atteggiamento di certa gente che si ritrova a Piazza San Pietro con lo spirito di chi va a fare una gita, va allo stadio o al mercato. Vanno lì a vedere lo spettacolo, applaudono e se tornano a casa con la coscienza a posto. Non posso dimenticare quando si inneggiava a Giovanni Paolo II come si fa allo stadio: “Giovanni Paolo olè oh oh”. Non vedo niente di sacro in tutto ciò, solo schiavi che venerano idoli, io al posto di certa gente mi vergognerei di me stesso. Anche un cieco vedrebbe che il Vaticano e i suoi accoliti è una FOGNA. Spero che il Grande di Guerra ritorni al più presto e spazzi via tutta questa schifezza.
    Scusate la durezza, ma i cattolici sono i più ipocriti di tutti quanti, perché oltre a essere schiavi di un dogma da “buoni” ortodossi, non conoscono nemmeno le Scritture in cui dicono di credere. Certamente ci sono anche gli ebrei, gli islamici, gli induisti e i buddisti ortodossi, ma almeno conoscono il testo sacro, seppur alla lettera, e comunque hanno conservato una tradizione quantomeno devota e rispettosa verso Dio. I cattolici invece se ne fregano di Dio, servono solo MAMMONA, non leggono la Bibbia, non sanno nulla dell’insegnamento autentico di Cristo, sono solamente schiavi del Vaticano di cui accettano ogni forma di dogma. E poi si vantano di essere cristiani.
    E questo atteggiamento meschino lo ritroviamo anche nel modo di vivere le festività religiose. Nelle altre tradizioni si prega, qua si pensa solo ad abbuffarsi come maiali e basta.
    Preghiamo che Melkizedek arrivi al più presto e distrugga questo mondo infame.
    Ciao a tutti
    Antonio

  6. lestat
    at |

    scusa, cosa vuol dire che compri lame?? sono sinceramente curioso. tu come te lo spieghi, se vuoi dirlo? grazie ciao.

  7. maxmerlino
    at |

    Ciao Walter.
    Secondo me il tuo inconscio ti sta parlando per archetipi. Archetipicamente la lama rappresenta il segno Acqua che nell’uomo è Mente cosciente. Ritengo che la Guerra finale, della quale scrive Mike fra i figli della Luce e la progenie arcontica (già iniziata e abbastanza avanti), si giocherà principalmente nelle menti umane, per cui la mia interpretazione è che la tua esperienza è un avvetimento perché tu affili la tua lama, cioè perfezioni la tua Mente cosciente, cioè apra gli occhi e osservi coscientemente per non farti “fregare”.

    x Mike
    In Rivelazione si legge che “l’Avversario, precipitato sulla terra, è furioso perché gli resta poco tempo”. Penso che vi sarà un crescendo di abominio.

  8. lestat
    at |

    la battaglia “è” nella mente…qui ne vediamo al massimo dei riverberi, dei “precipitati” in senso chimico…quindi la vicenda si svolge nella “durata” e non nel “tempo”; come facciamo per andare in prima linea mike?

  9. mike plato
    at |

    NON POTETE DECUIDERLO VOI. VI DOVRESTE ESSERE PREDESTINATI…

  10. maxmerlino
    at |

    Ciao Lestat.
    Secondo me l’importante è COMUNQUE ADDESTRARSI ED ESSERE PRONTI, domando la PROPRIA bestia. Questo è un lavoro difficilissimo e fondamentale per la propria evoluzione.
    Poi, se càpita l’occasione, si vedrà la trave nell’occhio altrui e si aiuterà chi chiede.
    Sei in prima linea quando combatti DAVVERO la tua Bestia vivendo il confronto e sfruttandola per i TUOI scopi.
    Se non si è pronti, COMUNQUE non si può far nulla.
    Cercando la pagliuzza nell’occhio altrui mentre si ha una trave nel proprio, apre due fronti di guerra che, come sanno gli strateghi militari, porta alla disfatta.

  11. lestat
    at |

    certo maxmerlino. è così.

  12. Laura
    at |

    Avete notato che nelle raffigurazioni di Michele che combatte il diavolo Michele non lo

    uccide mai ma lo domina solamente?….Questo mi ha fatto riflettere sulla natura dei

    due e la risposta è semplice…Melkisedek non può uccidere il diavolo semplicemente

    perchè è l’altra parte di se stesso che può solo dominare. Nella leggenda del Graal è

    nascosta una parte di verità.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.