IL TERMINE SEGNATO SUL DEVASTATORE

img964.jpg
img965.jpg

QUESTE TAVOLE LE HO TRATTE DA UNA DELLE MIGLIORI OPERE FUMETTISTICHE DEGLI ULTIMI 20 ANNI: AKIRA di KATZUIRO OTOMO.

IN QUESTI GIORNI TERRIBILI, CON TUTTE LE IMMAGINI DI DEVASTAZIONE BIBLICA CHE VENGONO DAL PAESE DI YAMATO, QUESTE STUPENDE TAVOLE MI SONO VENUTE ALLA MENTE COME UNA TERRIBILE PROFEZIA, NON SOLO PER IL GIAPPONE MA PER IL MONDO INTERO.

RITENGO CHE IL MESSAGGIO PROFETICO CONCESSOMI DUE SETTIMANE FA IN SOGNO DALLA PRESENZA “E’ INIZIATO IL REGNO DEL TERRORE”, E’ MOLTO PIU’ CONCRETO DI QUANTO IO STESSO PENSASSI PRIMA DELLA CATASTROFE NIPPONICA.

LA VERITA’ E’ CHE LA REALTA’ ILLUSORIA, IL SOGNO IN CUI SIAMO INCASTRATI, SI STA SGRETOLANDO. LE PARETI ILLUSORIE DEL SOGNO SI SFALDANO OGNI GIORNO DI PIU’

IL TERMINE SEGNATO SUL DEVASTATOREultima modifica: 2011-03-16T20:40:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

19 Responses

  1. am0npke
    at |
  2. Nick
    at |

    Anch’io ho avuto la stessa sensazione.

  3. rosa
    at |

    Ciao Mike,
    come al solito la tua connessione col tuo spirito interiore è ai massimi livelli, se avessimo la capacità e la costanza di ascoltare anche noi il nostro spirito, come fai tu, costantemente, con una grande fede, con tenacia, riusciremmo a condividere pienamente ogni alito divino che si manifesta attraverso gli esseri e le cose.

    Chi sa ascoltare con molta umiltà ( perchè è di questo che si tratta…) riceve quegli insegnamenti interiori che forgiano l’essere.

    Il mondo che si sgretola e il concetto di realtà e finzione mi ha fatto pensare al film INCEPTION

    Un grande abbraccio

  4. Andrea
    at |

    Sì va bene… Continuo con la logica…

    Se vado in un canile di cani rabbiosi e vedo un cagnolino docile e tenero, prendo il cagnolino e me ne vado. Non brucio il canile.
    Quanta teatralità nella devastazione!

    Vorrei vedere, se di fronte alle macerie della vostra casa e ai resti dei vostri cari, osannate ancora il Devastatore senza versare una lacrima.

    Questo universo illusorio continuerà, cambiato ( forse migliore ), ma continuerà.

    Vedi Mike, c’è un piccolo teatro in cui mi ritrovo con la persona che amo. In quei momenti non c’è nulla di cui ho bisogno. Sono completo. Sono colmato. Sento che tutto alla fine si è compiuto correttamente. Comprendo i miei errori e i suoi. E sono felice. E’ il mio paradiso. Quel luogo è pieno di eggregori positivi.

    Mi dispiace per coloro che lo stanno ancora cercando o aspettando il Paradiso ultrattereno senza aver mai provato quello terreno.

    E quando, se accadrà, mi ritroverò al cospetto di DIO gli leggerò Foglie d’Erba di Walt Whitman .

    Ciao.
    Andrea

  5. mike plato
    at |

    Rosa…è un piacere ritrovarti.

    La mia metafora l’ho usata proprio nell’attesa che qualcuno mi citase INCEPTION, film assolutamente sopra le righe.

    Brava e un bacio

  6. mike plato
    at |

    STOLTO…NON ESISTE ALCUN PARADISO TERRESTRE…

    QUESTA SI’ CHE E’ VERO BESTEMMIARE CONTRO LA GLORIA DIVINA…

    TIENTELO PURE QUESTO PARADISO…FARAI LA STESSA FINE DI QUEGLI EBREI CHE CREDEVANO CHE LA TERRA PROMESSA FOSSE QUELLA DESOLATA STRISCIA DI TERRA…

    IL RISVEGLIO SARA’ TERRIFICANTE…ANDREA

  7. Andrea
    at |

    Non essere estremista Mike! Non urlarmi in faccia le tue convizioni.

    Per te non esiste alcun paradiso terrestre. Per me SI’!
    E infatti questo paradiso me lo tengo per me. Non mi piacciono le ammucchiate.

    Cataloghi i miei pensieri, “gettandomi” addirittura nella categoria dei bestemmiatori.

    Io non scelgo dove o con chi essere felice. Accade e basta. E se accade non penso sia una bestemmia. Nè penso sia una colpa. Anzi!

    La Gloria Divina ha voluto l’uomo e l’ha voluto sulla terra, perchè giosse ANCHE della terra.

    Mio caro, io mi sono già risvegliato. Indovina un po’ con cosa? Con il terremoto di L’Aquila.
    Mentre quel 6 aprile tu facevi congetture sulla fine del mondo io la vivevo! Ed è stato proprio allora che ho capito che l’unica cosa che importa sono le persone che ami. E me le tengo strette fino alla fine.
    Come tu terrai strette le tue convinzioni. Fino alla fine.

    Ciao.
    Andrea

  8. lestat
    at |

    Andrea, forse è solo una questione di terminologia e di semantica. Se tu sei felice, allora lì non sei sulla terra…i fenomeni di questo mondo possono funzionare come base d’appoggio, ma non danno la felicità. Quindi, se c’è qualcosa qui, che riesce ad operare una traslazione, ben venga. Ma si parla della stessa faccenda.

  9. mike plato
    at |

    CHI E’ FELICE QUI, NON PUO’ ESSERLO LI’.
    QUESTO MONDO…L’ALTRO MONDO…IL VISIBILE…L’INVISIBILE…

    DUE MONDI ANTITETICI. SE CERCHI E TROVI LA FELICITA’ QUI, ALLORA SEI COME GLI EBREI. POI QUESTA EFFIMERA FELICITA’ VI SFUGGIRA’ DI MANO COME UNA SAPONETTA, PERCHE’ ESSA DIPENDE DA TEMPI E LUOGHI E PERSONE CONTINGENTI….

    SE VUOI LA GIOIA ETERNA RINUNZIA ALLA EFFIMERA GIOIA TERRENA.

    DIO SU QUESTO E’ INESORABILE

  10. Plotino
    at |

    Perché disprezzate questo mondo, in cui voi stessi siete venuti di vostra volontà? Esso vi permette di andarvene se “non vi ci trovate bene”?

  11. mike plato
    at |

    Cos’è? Ci mancavano i Neo-Platonici ora? E Porfirio, Giamblico e Proclo dove son finiti?
    NOI SIAMO GNOSTICI, ANCHE SE VI SON MOLTE VERITA’ NEL NEO-PLATONISMO.

    Potresti aver ragione se davvero le anime fossero libere di scegliere. Ma in realtà non lo sono

  12. salvator rosa
    at |

    ” COME IN ALTO COSI’ IN BASSO”, ALLA FINE DELL’OPERA TRIONFERA’ LA NUOVA GERUSALEMME – E NON SI DISCUTE.

  13. rosa
    at |

    Ciao Mike, grazie.

    Ho alcune riflessioni da proporti :
    1 – lo stretto legame con tutti i corpi celesti ( come in alto, così in basso, grazie salvator rosa) in questo disastro…
    2 -la coscienza collettiva e i disastri planetari…

    1 – E’ da parecchi anni che resto incantata a guardare l’attività del SOLE visto dalla sonda soho sul sito della nasa e in questi ultimi tempi, ho notato un’attività incredibilmente potente, da mettermi i brividi: espulsioni di massa coronale mai viste fino adesso, sembra il dio Giove che scaglia fulmini dal cielo! Forse anticamente l’attività solare era decisamente più visibile, come adesso e i popoli antichi hanno pensato a un dio che lancia fulmini.
    Ho notato che ogni volta che avviene un brillamento del genere, la TERRA risponde con eruzioni e terremoti. Anzi, nel caso del terremoto in Giappone, terra di santi, angeli e maestri, lo tsunami è stato potenziato dalla presenza della LUNA in transito, proprio sul Giappone l’11 marzo. L’astrologia da quattro lire qui non c’entra, ma si tratta di influenze planetarie ben precise, collegate le une alle altre: gli allineamenti planetari possono essere negativi o positivi in base ai pianeti coinvolti. Infatti il 15 marzo c’è stato un altro allineamento, che ha determinato scosse di assestamento.

    2 – I giapponesi hanno richiesto l’aiuto di tutto il mondo, disponendosi umilmente ad accettare, anche se le loro costruzioni antisismiche hanno dimostrato che possono contenere certi disastri e non ampliarli, come invece è successo ad Haiti e in Cile. L’imperatore ha detto che avrebbe pregato insieme a tutti i giapponesi. Non voglio fare nessun commento di tipo politico, etico o religioso, ma penso che certe cose scuotano davvero tutti fin dalle fondamenta.

    Nonostante la grande moralità del Giappone e i loro insegnamenti non ho potuto fare a meno di pensare alla mattanza dei delfini e delle balene, gli unici esseri sulla terra che emettono vibrazioni che possono essere registrati anche nel cosmo…

    Abbiamo molto da imparare dai giapponesi: la dignità, la coerenza, l’onestà, la concentrazione, lo spirito collettivo.

    Forse è tempo che leviamo davvero i nostri sguardi al cielo e cominciamo a vedere le COSE CELATE che possono indicarci la via giusta.

    Un abbraccio

  14. mike plato
    at |

    Rosa carissima

    1. Tu sai bene come la penso sul punto. La realtà esterna non esiste, è pura Maya, a livello sub-atomico la materia sparisce. Ergo, dobbiamo chiederci cosa rappresentano i pianeti e il Sole, perchè essi di fatto sono una configurazione mayanica. Poichè è fuori ciò che è dentro, cos’è il SOLE? rappresenta il nucleo infuocato dell’essere, il LOGOS. E questo logos inizia a ridestarsi. Il Sole esterno che si ridesta ti dice che il LOGOS interno inizia a risorgere. Ti rammento FILIPPO 44: LA VERITA’ NON E’ COME PER L’UOMO NEL MONDO. EGLI VEDE IL SOLE, MA NON E’ IL SOLE, E VEDE IL CIELO E LA TERRA E TUTTE LE ALTRE COSE, MA NON SONO PER NULLA QUELLI AUTENTICI…Versetto formidabile che mostra come i paleocristiani sapessero che l’ESTERNO è MAYA e simbolo di realtà celesti che sono custodite nella coscienza umana, nell’ANIMA. Ergo, ripeto, se il CENTRO INFUOCATO DELL’ESTERNO INIZIA A INFERVORARSI E’ PERCHE’ E’ IL CENTRO DEL NOSTRO ESSERE CHE INIZIA A RIDESTARSI. E avrai anche compreso l’IRA a cosa serve. Se non vi fosse IRA DIVINA, non vi sarebbe RESURREZIONE. E’ con l’IRA che DIO entra in azione nei sistemi schiavisti.

    2. I Giapponesi sono caratterizzati da una fierezza di popolo sconosciuta a qualunque altro popolo (forse tranne i Nativi Americani). Se noi ITALIANI avessimo 1/10 di questa fierezza, non avremmo un BERLUSCONI a governare da 15 anni. E non avremmo i guai che abbiamo. Ma sull’ITALIA in quanto unità, avrei molte cose da dire ed è meglio che stia zitto.

  15. Antonlogos
    at |

    Già, sull’Italia in quanto unità è meglio star zitti, ci sarebbero tante cose da dire…

  16. ceghevara
    at |

    ” Se noi ITALIANI avessimo 1/10 di questa fierezza, non avremmo un BERLUSCONI a governare da 15 anni”.

    Il Logos è contro bbberlscòni !!!
    Compagno logos !!!

  17. ceghevara
    at |

    ” Se noi ITALIANI avessimo 1/10 di questa fierezza, non avremmo un BERLUSCONI a governare da 15 anni”.

    La sapienza gnostica è contro bbberluscòni !!!
    Compagni,contro tutti gli arcontesimi bbberlusconiani !!!

    (Dal Manifesto valentiniano).

  18. Antonlogos
    at |

    Non so, dove postarlo, lo faccio qui.

    Tutti questi eventi di dimensioni catastrofiche che si stanno verificando in questo periodo, tsunami e esplosioni di centrali nucleari in Giappone, ribellioni alle dittature, una spaventosa guerra in atto in Libia, sono la conferma della svolta epocale del 2012.

    Non manca molto e non può essere una semplice coincidenza. Tutto accade per una ragione. Il tipo di scenario che si sta delineando è caratteristico della fine di un’Era, proprio come avevano previsto i Maya.

    Non so se in quella data avverrà un salto di coscienza collettivo dell’umanità, se ci sarà la manifestazione di un nuovo Logos incarnato, se scadrà quella famosa proroga di 2000 anni che Cristo ha concesso all’umanità per salvarsi, non so cosa accadrà, ma ho l’impressione che anche un cambiamento di questo tipo avrà delle serie ripercussioni sul piano fisico, come se lo stesso pianeta si preparasse a vivere una sua alchimia, del resto “come in alto così in basso”, lo sappiamo bene.

    Credo proprio che sarà così. Del resto, la realtà esterna è solo una proiezione della nostra psiche ed è la nostra ignoranza ad alimentarla, proprio come diceva Eraclito:

    “Coloro che dormono sono artefici e complici delle cose che sorgono nel cosmo”

    Per cui quando ci saremo risvegliati, con la reintegrazione finale nel Pleroma, tutto il mondo fisico cesserà di esistere.

  19. am0npke
    at |

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.