CRISTO CHIAVE DI VOLTA DELL’ANTICO TESTAMENTO

di Alessandro Conti Puorger

E vidi nella mano destra di Colui che era assiso sul trono un libro a forma di rotolo, scritto sul lato interno e su quello esterno, sigillato con sette sigilli. Vidi un angelo forte che proclamava a gran voce: Chi è degno di aprire il libro e scioglierne i sigilli? Ma nessuno né in cielo, né in terra, né sotto terra era in grado di aprire il libro e di leggerlo… Uno dei vegliardi mi disse… ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide; egli dunque aprirà il libro e i suoi sette sigilli… l’Agnello giunse e prese il libro dalla destra di Colui che era seduto sul trono… cantavano un canto nuovo: Tu sei degno di prendere il libro e di aprirne i sigilli… L’Agnello che fu immolato è degno di ricevere potenza, ricchezza, sapienza, forza, onore, gloria e benedizione.” (Apocalisse 5,1-13)
 
L’Antico Testamento è l’alveo in cui scorre la storia del Messia eppure non è così palese nel testo esterno tradotto dall’ebraico in greco e in latino e da questi nelle varie lingue del mondo.
 
Gesù dice nei Vangeli delle frase sibilline su quelle scritture.
“In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto.” (Mt. 5,18)
 
Anche ogni lettera è importante!
Pare come se vi siano profezie da leggere in un certo modo.
“Allora aprì loro la mente all’intelligenza delle Scritture e disse: Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno” (Lc. 24,45-47)
“Ogni giorno ero in mezzo a voi a insegnare nel tempio, e non mi avete arrestato. Si adempiano dunque le Scritture!” (Mc. 14,49)
 
Ogni pagina delle Scritture parla di Lui.
“Voi scrutate le Scritture credendo di avere in esse la vita eterna; ebbene, sono proprio esse che mi rendono testimonianza. ” (Gv. 5,39)
“Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto…” (Gv. 5,46)
 
I suoi discepoli: “… si dissero l’un l’altro: Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?” (Lc. 24,32) “Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura, che egli cioè doveva risuscitare dai morti.” (Giovanni 20,9)
 
Anche San Paolo richiama le Scritture che non sempre però sono così esplicite: “Nulla altro io affermo se non quello che i profeti e Mosè dichiararono che doveva accadere, che cioè il Cristo sarebbe morto, e che, primo tra i risorti da morte, avrebbe annunziato la luce al popolo e ai pagani.” (Atti 26,22s) “Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto: che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture” (1Cor. 15,3s)
 
L’Antico Testamento nel testo canonico ebraico può avere più facce, lati nascosti, parti sigillate, testi da decriptare.
“… il Signore… gli diede… le due tavole della Testimonianza, tavole di pietra, scritte dal dito di Dio…” (Es. 31,18)
“Mosè… scese dalla montagna con in mano le due tavole della Testimonianza, tavole scritte sui due lati, da una parte e dall’altra. Le tavole erano opera di Dio, la scrittura era scrittura di Dio, scolpita sulle tavole.” (Es. 32,15s)
“Scriverai su quelle pietre tutte le parole di questa legge con scrittura ben chiara.” (Deut. 27,8)
 
Dice infatti il profeta Isaia che vi sono due livelli di lettura.
“Per voi ogni visione sarà come le parole di un libro sigillato: si dà a uno che sappia leggere dicendogli: Leggilo, ma quegli risponde: Non posso, perché è sigillato. Oppure si dà il libro a chi non sa leggere dicendogli: Leggilo, ma quegli risponde: Non so leggere.” (Isaia 29,11s)
…il culto che mi rendono è imparaticcio di usi umani…” (Isaia 29,13)
“Udranno in quel giorno i sordi le parole di un libro… gli occhi dei ciechi vedranno.” (Isaia 29,18)
 
L’Agnello aprirà al mondo il testo nascosto in quei libri.
Questa è la prima regola per decriptare, riferire a Lui tutta la faccia nascosta in quei testi.
L’Antico Testamento nasconde il libro dell’Agnello.
La mia ricerca segue questi pensieri!
CRISTO CHIAVE DI VOLTA DELL’ANTICO TESTAMENTOultima modifica: 2018-06-25T19:46:30+02:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.