Ankh, la Chiave della Vita

9967660_TTjCq-L.jpg

di Mike Plato

L’Antico Egitto è stato senza dubbio una civiltà poggiata sul simbolismo, indice sicuro del suo fondamento iniziatico. Tra i tanti simboli che corredavano l’impianto rituale dei templi egizi, uno in particolare godeva del requisito dell’onnipresenza: l’Ankh o Chiave della Vita. Esso si trova sulle pareti dei sarcofagi, sulle bende delle mummie, sugli arredi, sugli specchi. Di norma, il Dio lo poneva alla bocca o al naso del faraone nel senso di infondergli Vita, o attraverso il respiro o, come credo, ridonandogli il Verbo divino: la parola perduta. Ogni volta che si vede una dèa o un dio mettere la chiave in bocca è un simbolo del sacrificio di sé stessi, un assassinio mistico. Si tratta di una chiave cruciforme sormontata da un’ansa. È facile capire che, essendo il tau fallico e l’ansa uterina, l’Ankh, come il Sigillo di Salomone, è uno dei tanti simboli che identificano l’unione del maschile con il femminile. Solo da questa unione può emergere la vita, sia intesa in senso carnale sia in senso spirituale. Ed è quest’ultima la reale valenza dell’Ankh: la vita eterna, la vita nell’eterno presente. Solo le nozze mistiche dello spirito e dell’anima in noi, del maschio e della femmina, possono donare la vita eterna all’iniziato. Per quel che mi riguarda, l’Ankh è anche un perfetto simbolo dell’uomo, ove l’ansa è la testa-utero e il tau è la spina dorsale, la cui energia deve penetrare, come un fallo, la testa-graal e ridestare i sensi superiori celati negli ultimi due chakra: il chakra pinealico e quello coronarico. Questo è il senso celato nel simbolo della Rosa Croce, in cui la rosa è una dolce allusione al terzo occhio che deve aprirsi come un fiore e la croce è il simbolo del potere kundalini della spina dorsale che deve fluire nella testa per attualizzare il risveglio del Dio in noi. Certamente, la croce cristiana deriva dall’Ankh egizio e ciò può significare una cosa sola: il cristianesimo puro e primitivo, ossia il cristianesimo gnostico, è erede in un certo modo della migliore religione iniziatica egizia, anch’essa tributaria della Tradizione Primordiale. Chi è a digiuno dei concetti di fondamento del simbolismo iniziatico potrebbe obiettare che, se da una parte la croce cristiana è un simbolo di morte, l’Ankh dall’altra è associato alla vita. Ora, se questa obiezione può risultare valida per la croce intesa come strumento di tortura, non è altrettanto per la croce apportatrice della morte mistica, la croce a cui è crocifisso non il Dio in noi, ma l’uomo con il suo ego e la sua animalità, scorza del divino. Non bisogna dimenticare che l’Ankh è la “Chiave della Vita” e che la chiave della vita eterna è la morte a sé stessi. La Tradizione, in tutti gli esoterismi, ci insegna che l’uomo spirituale deve “assassinare e sacrificare” sé stesso per ritrovare la dimensione di coscienza perduta alle origini. I doni degli arconti, che sono sozzura materiale per il Dio nell’uomo e tanto preziosi agli occhi dell’ego, devono essere abbandonati, il che equivale a un morire che deriva dal fatto che parti di noi se ne vanno per sempre e la coscienza si libera di forme-pensiero strutturate da migliaia di anni di condizionamenti di ogni genere. Ecco perché, nelle raffigurazioni dei templi egizi, è un Dio a ridare la Vita al faraone (iniziato), ponendo in bocca la Chiave Ansata. Il Dio uccide l’uomo e gli ridà la vita, ovvero si ridà la vita, perché l’uomo è una proiezione residua della coscienza superiore del Dio, il suo guscio, la sua erronea considerazione di sé. Il Dio si crocifigge nel suo aspetto umano e muore per rinascere. I Vangeli non sono altro che la manifestazione degli antichi misteri egizi, finalmente in parte svelati: insegnavano che la Vita eterna trionfa sulla morte eterna e che la morte è sempre il fondamento della vita che verrà, che sia la morte in vita o la morte comune, la prima condicio sine qua non della resurrezione definitiva e della conquista dell’eternità e la seconda della successiva eventuale incarnazione. L’Ankh rientra nel più ampio simbolismo della Chiave. Per “chiave” intendiamo uno strumento, una leva, necessari per aprire una porta, ossia per iniziarsi. L’apertura della porta è la metafora dell’ingresso in una visione dell’esistenza che porta a evolvere la propria anima e a renderla consapevole di sé stessa, donde viene, dove va e perché. Nella Bibbia è il Cherubim di Genesi a custodire la porta dell’iniziazione ed è molto severo e rigoroso nell’accettare o rifiutare il passaggio (vedi pag. 84). Gli egizi, nelle iniziazioni lo chiamavano Sfinge, i cabalisti Metatron o Michele, la Tradizione essena Melkisedeq e nelle iniziazioni egizie Mercurio alato. Ora la fiamma della spada roteante del Cherubim altro non è, come già riferito, che il caduceo di Mercurio con l’energia a doppio vortice che, impugnato alla rovescia, è proprio l’arma metafisica del Cherubim, dimorante in noi. Ora, sotto un certo aspetto, l’Ankh si riferisce a quel potere perché se lo intendiamo nel senso iniziatico di “apertura della bocca”, si riferisce naturalmente al Verbo, al Logos cristico che viene espresso, alla fine dell’iter, attraverso la bocca. Ma per giungere a quello stadio occorre aprire la bocca per ingerire un alimento alchemico che, come suggerisce la chiave, è androgino, ossia presenta in sé un elemento femminile (acqua) e un elemento maschile (fuoco). Di qui la cosa doppia, il Cherubim che non a caso è un plurale in ebraico, il Rebis che non è altri che il Rebus: la Sfinge, il grande mistero. L’acqua di fuoco, l’anima-spirito, è il Fuoco liquido, la prima materia dell’alchimia, cifrata nella Bibbia sotto la dizione “in principio”. Quest’espressione è presente in Genesi 1 e in Giovanni 1: «Nel principio Dio creò… nel principio era il Logos e il Logos era Dio». Questo input che va trasmutato in output, questa pietra grezza e caotica che va trasmutata in pietra filosofale o angolare, è la nostra anima. Non è casuale che il sigillo di Mercurio, la Pietra Filosofale, ricordi molto da vicino l’Ankh, così come il sigillo di Venere, la pietra grezza. È noto nella Tradizione del Melkisedeq, come pervenutaci attraverso gli Esseni e gli Gnostici, che il Padre Fuoco si manifesta attraverso il Figlio Acqua, ossia acqua bruciante, acqua che riduce la fenice-anima in cenere e la fa risorgere, che uccide l’animale umano e fa risorgere il Dio, cuocendo nel suo stesso brodo. Quest’acqua corrosiva proviene dalle Anche umane (di qui Ankh), ossia dai Lombi e la Bibbia ci insegna che essa contiene il Logos (nel principio è il Logos, che si autocrea nel suo stesso principio, come insegna Genesi 1, la vibrazione divina, il fuoco spirituale segreto. Gli gnostici cristiani alludevano a questo principio descrivendo il Logos nella Vesica Piscis, una chiave solo per coloro che possono intenderla. La Chiave della Vita è quell’Acqua della Vita che consente l’ingresso nelle energie-coscienze dell’Albero della Vita. Non deve quindi apparire astruso il fatto che il termine italiano “chiave”, che peraltro origina dal latino clavis, sia cabalisticamente affine a Yahvé, il Tetragrammaton che in noi è dato dai quattro elementi, sintetizzati nei due elementi base: acqua e fuoco. E come si presenta Yahvé a Mosè se non come un Fuoco quintessenziale che non brucia (Esodo, 3:3)? E soprattutto, Yahvé non si presenta come Angelo di Yahvé in una fiamma di fuoco (Esodo 3:2)? E chi è quest’angelo in noi, chiave a sé stesso, che cuoce nella sua stessa fiamma liquida, se non il Cherubim (ebr. Krvim), che cabalisticamente si associa al “corvo alchemico” (vedi pag. 72), ossia alla Nigredo (morte mistico-alchemica)? Perché Luca parla di una spada che trafigge l’anima (Luca, 2:35)? Che cos’è il tetramorfo-Tetragrammaton se non la Sfinge, ossia i quattro elementi cosmici presenti nell’uomo? Colui-Colei che conferisce la Chiave, nei misteri egizi, è anche la stessa Chiave, così come il Cherubim e la Fiamma in rotazione sono uno. Ho usato il termine “rotazione” perchè l’iter alchemico che si basa sul fuoco acqueo è una ruota, un circolo, come indica l’Uroboros (vedi pag. 80). Per questo i Templari scrivevano: Sator Arepo Tenet Opera Rotas, ossia Soter (il Salvatore) Arpocrate (Horus-Cristo) custodisce la chiave dell’Opera Rotante (Grande Opera). Proprio il Cherubim custodisce l’accesso all’Albero della Vita e sempre lui può aprire la porta da sé stesso con la sua chiave come può tenerla chiusa. Quando Yahvé, in Isaia 22:22, afferma: «Gli porrò sulla spalla la chiave della casa di Davide; se egli apre, nessuno chiuderà; se egli chiude, nessuno potrà aprire», si riferisce al Logos cherubinico (Angelo del Signore, teofania del Dio Uno e Trino) nel suo ruolo di custode della porta e di conferitore di chiavi. Proprio Gesù – colui che afferma essere Vita, oltre che Via e Verità e che porta la spada della separazione alchemica – offre la doppia chiave della vita a Pietro, affermando che questa serve per sciogliere e legare (Matteo 16:19), chiara allusione al solve et coagula dell’iter rotatorio. E sempre Gesù, con grande veemenza, dice ai sacerdoti dell’epoca: «Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza. Voi non siete entrati e a quelli che volevano entrare l’avete impedito» (Luca 11:52). Scienza intesa qui nella sua accezione di Scienza Sacra.  •

Ankh, la Chiave della Vitaultima modifica: 2009-03-04T00:06:33+00:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

5 Responses

  1. GidanTKA
    at |

    Ma come si può contaminare l’antica religione Egiziana con il cristianesimo…

  2. JURM Ben ISman
    at |

    Ciò che è stato sarà di Nuovo, al Tramonto dei nostri Tempi, al Sorgere di una Nuova Terra e di un Nuovo Cielo per una Nuova Umanità Ri – Voluzio – Nata.
    L’Umanità è pronta nella sua ulteriore Ciclica Ri – genera – azione, si perpetui la Nuova Umanità Purificata e proiettata a Nuova VITA in un Nuovo Cielo e in una Nuova Terra. Benedico ogni Singola Anima e tutti i Popoli della Terra.
    Ri – Appaia il ritorno della Croce nei Cieli, ciò che è stato sarà di Nuovo, resti in noi la Consapevolezza di Essere LA CREAZIONE DI DIO L’UNICO IL SUPREMO L’ONNIPOTENTE in Spirito Universo quale Vero DIO nostro UNICO CREATORE.
    JESUS CRISTUS sia su tutti noi, anticipa il tuo Ritorno, GESU’ ti imploriamo, mea culpa mea culpa mea grandissima culpa. Facciamo tutti Ritorno in DIO.
    SI INVOCHI, LO SPIRITO UNIVERSALE CRISTICO INFINITO SUGLI UOMINI.
    La Battaglia Finale degli Spiriti è già in Atto, IL REGNO DI DIO TRIONFERA’sul regno dei demoni, Fratelli in DIO non abbiate paura, con GESU’ SIGNORE nei nostri cuori non abbiamo motivo di avere paura, JESUS CRISTUS SIGNORE E SALVATORE NOSTRO UNICO CREATORE ci tiene a sua Cura e Protezione.
    IL Pianeta dell’attraversamento chiamato anche SECONDO SOLE formerà con l’orbita sua e della Terra una Croce simbolo nei cieli causando sconvolgimenti e spostamento dell’asse Terrestre. Sia L’Ascensione nei Cieli per i Figli di DIO.
    Prepariamoci ad accogliere gli Eventi, inizino i Canti e le Danze di Liberazione dalle paure e dalle angosce Umane, Un Nuovo RI – Inizio dell’Umanità che dalla Jèrusalem nei cieli Purificata e in Terris Reinserita, sta, per porsi in essere.
    Gloria alla Jèrusalem Celeste nei Cieli e alla Nuova Umana esperienza in Terris.
    DIO IN NOI, DIO TRA DI NOI IN DIO UNIVERSO. http://www.unionereligionijurm.com
    Scenda sulla Terra lo Spirito Cristico Cosmico di Pace e Amore Infinito in noi.
    L’UMANITA’ IN JESUS CRISTUS E’ LA VERA SPOSA DEL SIGNORE. VENGA IL REGNO DI DIO IN TERRA VENGA IL SUO REGNO. Ciò che dovrà essere sarà.
    JURM Ben ISman ( ROMA provincia li 11 – 11- 2009 – 22.11 )
    JURM Ben ISman, CATALIZZATORE DEL NUOVO UMANESIMO NASCENTE.
    DALLA SANTA CASA INTERIORE DELLO SPIRITO DIVINO NEL PONTE AUREO DI CONGIUNZIONE UNITARIA DELLE FEDI E DELLE RELIGIONI, AUSPICA, LA CREAZIONE DEL NUOVO MONDO CHE SARA’. DIO IN NOI, DIO TRA DI NOI IN DIO UNI – VERSO. Per il bene della Santa ricomposizione dell’umanità L’IDDIO UNO L’UNICO L’ASSOLUTO, VOGLIA, che le Altezze Celesti e Terrene prendano in dovuta considerazione quanto segue e ponga il tutto in essere, CHE L’IDDIO UNO LO VOGLIA e che le Forze Celesti Veglino sulla Umanità e sulla Terra.
    E’ il momento dell’Umana Ascensione in Corpo Mente Anima e Spirito alla Jèrusalem Celeste nei Cieli, essa, ci appartiene come il Cielo ci appartiene.
    IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO GENERATORE DI MARIA MADRE DI DIO, COSI SIA. ps NEL NOSTRO PASSAGGIO PROSSIMO TRASCENDENTALE, amati Fratelli è tutto molto chiaro, vedete, è andata come andata e non possiamo farci niente. Gustiamoci i restanti sprazzi di vita terrena conosciuta avendo cura di non farci ulteriore male tra di noi, amiamoci l’un l’altro tenendo a mente, che, NOI SIAMO UNO IN DIO PADRE NOSTRO ONNIPOTENTE CHE CI TIENE A SUA CURA E PROTEZIONE. Auguriamoci Migliore Sorte nel nostro passaggio prossimo Trascendentale in Corpo, Mente, Anima e Spirito. L’ Ascensione nei Cieli in Corpo, Mente, Anima e Spirito ci Salverà dall’annientamento per poi essere Reinseriti sulla Terra. Una volta Purificati e Rigenerati, noi saremo tramite la Divina Discensione di nuovo SOPRA la SUPERFICE della Nostra Meravigliosa Nuova Terra Rigenerata e in un Nuovo Cielo Inseriti. Si Preghi con Fervida Fede in DIO UNO ONNIPOTENTE, in attesa della Venuta del Signore Jesus Cristus nostro Salvatore. Spiritualmente, Johannes il Catalizzatore

  3. JURM Ben ISman
    at |

    http://www.unionereligionijurm.com

    IL sito è posto sotto il profilo Filosofico – Spirituale – Religioso e sarà attivo fino a metà Marzo 2011 dato gli eventi che ritengo pressochè sicuro siano in arrivo, a tale motivo ho ritenuto in conseguenza darne disdetta almeno momentaneamente fino a nuova visione dell’Umanità dei Figli di DIO e del Mondo Rigenerati, per il dopo, chi vivrà vedrà.
    Prima che il caos sopraggiunga, metto da parte il ragiona-mento e la costruzione intellettuale per ritrovare e riconoscere definitivamente casa esteriore e interiore nel Tempio Tabernacolo del mio cuore, dove ritrovo pace, dove ritrovo silenzio, dove ritrovo Amore Infinito Avvolgente, dove ritrovo DIO UNO IN SPIRITO, QUALE UNICO NOSTRO CREATORE.
    Mi con-cedo e abban-dono a DIO UNO, QUALE NOSTRO UNICO CREATORE, che possa essere eternamente suo strumento Terreno e Celeste.

    AMATI FIGLI DI DIO, SI PRENDA ATTO…
    Dell’Imminente Ascensione nei Cieli in Corpo, Mente, Anima e Spirito per i Figli di DIO ad opera di Gesù Cristo, ci Salverà dall’annientamento per poi essere Reinseriti sulla Terra una volta Purificati e Rigenerati, noi saremo tramite la Divina Discensione di nuovo posti SOPRA la SUPERFICE della Nostra Meravigliosa Nuova Terra Rigenerata e in un Nuovo Cielo Inseriti sempre ad opera di Jesus Cristus nostro Signore.
    Si Preghi con Fervida Fede in DIO UNO ONNIPOTENTE in attesa del Ritorno della Venuta del Signore Jesus Cristus nostro Salvatore.
    IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO GENERATORE DI MARIA MADRE DI DIO, COSI’ SIA, ( dove nella Tradizione più antica implica che lo Spirito Santo possa coincidere con il principio Generatore Femminile. )
    ABBIATE FEDE !

    ===========================================================================================
    Brevissima Riflessione di Monsignor Antonio Riboldi : DIO è davvero un grande Oceano di Amore che a parole è impossibile conoscere. Ma a noi Lui chiede di avere Fiducia nel suo Amore e di Amarlo con tutte le forze. Ed è quello che conta più che le nostre parole sempre tanto povere.
    ===========================================================================================================================================================================
    Benedetto e felice è colui che si leva a promuovere i migliori interessi dei popoli e delle tribù della terra, ancora: Ci si deve gloriare di amare il Mondo intero quale unico Paese e L’Umanità quale suoi cittadini”. Bahà’ù’llàh
    ==================================================================================

  4. JURM Ben ISman
    at |

    Alle ANIME Figli di DIO cui noi siamo, è data la capacità tramite il Libero Arbitrio concessoci da DIO PADRE NOSTRO UNICO CREATORE, di fare Uso della libera scelta, nel rigettare gli spiriti immondi con tutti i loro demoni , demiurghi e dei.

    GESU’ CRISTO ci porterà alla nostra RI-APPARTENENZA, ALL’ANIMA FIGLI DI DIO CUI NOI SIAMO.

    La Battaglia Finale degli Spiriti Figli di DIO contro gli spiriti immondi è oramai già in atto, essa è posta contro gli spiriti immondi che verranno rigettati nello sprofondo degli abissi del mare dei cieli.

    I demiurghi e gli dei esistono e in senso figurato sono magistralmente rappresentati nell’albero della vita della tradizione Ebraica, SIAMO SICURI CHE LA CONVERSIONE DEGLI EBREI NON SIA GIA’ AVVENUTA ?
    Quando parlo di DIO UNO CREATORE UNI-VERSO, non mi riferisco a demiurghi e dei, loro si sono macchiati di manipolazioni genetiche improprie sacrileghe agli occhi di DIO CREATORE e della umanità.

    Essi i demiurghi e gli dei non sono ne saranno mai accreditati quali creatori dell’umanità, anche se vorrebbero passare per tali, dove le manipolazioni di ingegnerie genetiche sull’umanità restano cose sacrileghe mentre LA
    CREAZIONE DI DIO UNO CREATORE DELL’UMANITA’ E’ LA CREAZIONE DELLA UMANITA’ E NE RESTA LA CREAZIONE IN ASSOLUTO VERA UNICA CREAZIONE.

    La questione, penso possa essere disvelata e chiarita alle menti Umane non dalla nostra incompleta momentanea risibile ragione bensì dal pieno svelamento che sta per compiersi con la Battaglia Finale degli Spiriti Figli di DIO contro gli spiriti immondi già in atto, intenta proprio allo svelamento stesso su ogni cosa. FIGLI DI DIO ABBIATE FEDE non rabbattiamoci a voler capire per forza ogni cosa ciò che al momento non è umanamente possibile, presto lo sarà e tutto capiremo sempre DIO Volendo.

    Non affliggiamoci, Affidiamoci con Fede Assoluta al SIGNORE DEUS PATER NOSTER.

    IL nostro Cuore pulsa d’ Amore e la commozione pervade L’ANIMA FIGLI DI DIO CUI NOI SIAMO.

    NON ABBIATE PAURA, LA SANTISSIMA VERGINE MARIA MADRE DI DIO E GESU’ CRISTO, SONO POSTI, A NOSTRA PROTEZIONE A PROTEZIONE DEI FIGLI DI DIO.

    =======================================================================

    ====================================================================
    ====================================================================

    ALL’ALBA DEL GIORNO PIU BELLO PER I FIGLI DI DIO.

    DIO UNO NOSTRO UNICO SIGNORE CREATORE, all’alba del giorno più bello Apporterà il Profetico Rapimento in Estasi nei Cieli dei suoi Figli in Avvenimento Soprannaturale.

    Ciò che dal Creatore viene al Creatore Torna, i figli di DIO facciano ritorno al PADRE.

    La via dell’Ascensione in corpo, mente, Anima e Spirito per L’Umanità in DIO ad opera del Messia Divinità JESUS CRISTUS, sia.

    Ciò che è stato sarà di Nuovo, al Tramonto dei nostri Tempi, al Sorgere di una Nuova Terra in un Nuovo Cielo per una Nuova Umanità Ri – Voluzio – Nata.

    SI FACCIA RITORNO ALL’IDDIO UNO IN SPIRITO DI AMORE E VERITA’.

    L’Umanità è pronta nella sua ulteriore Ciclica Ri – genera – azione, si perpetui la Nuova Umanità Purificata e proiettata a Nuova VITA in un Nuovo Cielo e nella Nuova Terra purificata.

    Benedico ogni Singola Anima in DIO e tutti i suoi Popoli della Terra, IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO.

    LO SPIRITO SANTO scenda su di noi e vi resti per sempre.

    IL MESSIA DIVINITA’ sia su tutti noi, anticipa il tuo Ritorno, SIGNORE ti imploriamo, mea culpa mea culpa mea grandissima culpa, SIA BENEDETTO IL SUO NOME IN ETERNO, VENGA IL REGNO DI DIO IN TERRA VENGA IL SUO REGNO.

    La Battaglia Finale degli Spiriti è già in Atto, IL REGNO DI DIO TRIONFERA’ sul regno dei demoni, Fratelli in DIO non abbiate paura, CON IL MESSIA DIVINITA’ GESU’ CRISTO SIGNORE nei nostri cuori non abbiamo motivo di avere paura, JESUS CRISTUS SIGNORE SALVATORE E NOSTRO UNICO CREATORE ci tiene a sua Cura e Protezione.

    Ad opera del SIGNORE sia L’Ascensione nei Cieli per i Figli di DIO.

    Prepariamoci ad accogliere gli Eventi, inizino i Canti e le Danze di Liberazione dalle paure e dalle angosce Umane, Un Nuovo RI – Inizio dell’Umanità che dalla Jèrusalem Celeste nei cieli Purificata e in Terris Reinserita, sta, per porsi in essere.

    Gloria alla Jèrusalem Celeste nei Cieli e alla Nuova Umana esperienza in Terris.
    IL Signore porta in salvo i suoi Figli.

    DIO IN NOI, DIO TRA DI NOI IN DIO UNIVERSO.
    L’umanità in JESUS CRISTUS E’ LA VERA SPOSA DEL SIGNORE.
    Venga IL REGNO DI DIO in Terra, venga IL SUO REGNO.

    JURM Ben ISman – Giovanni Ioannoni

    PS

    La Santissima Vergine Maria Madre di DIO e Gesù Cristo sono a nostra protezione dal male.

    E’ il momento dell’Umana Ascensione in Corpo Mente Anima e Spirito alla Jèrusalem Celeste nei Cieli.

    L’ IDDIO CELESTE UNICO DIO NOSTRO CREATORE ONNIPOTENTE, CI HA A SUA CURA E PROTEZIONE.

    GESU’ CRISTO CI PROTEGGA E LIBERI DAL MALE.

    L’ Ascensione nella Jèrusalem Celeste nei Cieli in Corpo, Mente, Anima e Spirito ad opera del SIGNORE ci Salverà dall’annientamento per poi essere Una volta Purificati e Rigenerati, posti di nuovo per mezzo della Discensione ad opera di CRISTO sulla SUPERFICIE della Nostra Amata Nuova Terra Rigenerata in un Nuovo Cielo Inseriti.

    SI INVOCHI CON FERVIDA FEDE L’IDDIO UNO ONNIPOTENTE NOSTRO SIGNORE SALVATORE DELL’UMANITA’.

    LO SPIRITO SANTO scenda su di noi e vi resti per sempre.

    IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO.

    VENGA il Regno di DIO in Terra venga il suo Regno.

    Con Infinito Amore e Umiltà si faccia nostro il presente Messaggio.

    SIA FATTA LA VOLONTA’ DEL SIGNORE !

    Siamo alla espressione della completata esperienza Compiuta.

    Seguirà l’Ascensione nella Jerusalemm Celeste nei Cieli dei Figli di DIO ad opera di Gesù Cristo dove avverrà la Purificazione e Rigenerazione dei suoi Figli, dei Figli di DIO.

    A Purificazione e Rinnovamento Raggiunti della Terra, avverrà il Re-inserimento dei Figli di DIO nella Nuova Terra e Nuovo Cielo.

    JURM Ben ISman – Giovanni Ioannoni

    Roma provincia 2011

    =======================================================================
    Brevissima Riflessione di Monsignor Antonio Riboldi : DIO è davvero un grande Oceano di Amore che a parole è impossibile conoscere. Ma a noi Lui chiede di avere Fiducia nel suo Amore e di Amarlo con tutte le forze. Ed è quello che conta, più che le nostre parole sempre tanto povere.
    =======================================================================

    ==================================================================================================

    Alcuni stralci tratti da scritti di Don Elkin ( Hidden Hand ) da: Una finestra di opportunità in ABOVE TOP SECRET, presentati in anticorpi.info

    Al termine di questo ciclo, in letteratura araldica, avviene la nascita di una nuova Era del mondo, e di una nuova creazione “ Un nuovo cielo e una nuova terra “, e giunge il tempo del grande raccolto.

    Cicli brevi producono piccoli raccolti, dopo i quali la vita procede normalmente sul pianeta.

    Grandi cicli producono grandi raccolti unitamente alla fine della vita nella terza densità.

    Consideratelo come una sorta di profondo “ lavaggio cosmico “, dopo il quale il pianeta si riposa e rigenera sè stesso.

    Alla scadenza del ciclo, “Tutte le cose passeranno, e tutte le cose saranno ricreate.

    Collettivamente, l’umanità in questo momento si trova in una fase di crescita e sviluppo in Esseri che sono stati lungamente in ‘gestazione’.

    Eppure, come per qualsiasi lavoro, non si tratta di un rapporto madre – figlio, ma di un processo di nascita primaria da sè stessi.

    Sì, a mezzogiorno del solstizio invernale del 21 dicembre 2012 il padrone della messe sarà di ritorno, molti di voi lo conoscono con il nome di ‘Nibiru.’

    Così, il 21 Dicembre 2012 non sarà il giorno in cui allo improvviso tutte le luci si spegneranno e tutto improvvisamente cambierà.

    Già oggi ci troviamo allo interno di questa transizione da una Era alla successiva.

    I cambiamenti sono in corso e proseguiranno in costante accelerazione mentre ci dirigiamo verso la data culminante.

    =================================================

    =======================================================================
    =======================================================================
    Siamo messi di fronte a noi stessi, affrontiamo la porta dello spavento supremo dove tutto si dissolverà e ci porterà alla nuova RI-NASCITA, facciamolo senza paura tenendoci idealmente tutti mano nella mano DALLA PRIMA ALLA ULTIMA ANIMA FIGLI DI DIO SULLA TERRA.

    Non affanniamoci per il domani, non abbiate paura.

    Chi più ne ha più ne metta, basta che non si dimentichi ricchi libagioni annaffiati da buono e abbondante vino, inizino anzi proseguano canti e balli con le migliori inebrianti Celestiali musiche, e che l’allegria contagi e accompagni alla nuova destinazione TERRA, gente gioiamone, non abbiate paura.

    GESU’ CRISTO CI SORREGGE E ACCOMPAGNA ALLA NUOVA TERRA RI- GENERATA PREDISPOSTA DA NOSTRO PATER DEUS.

    = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =

    Ogni potere, ogni forza è una manifestazione di DIO questa consapevolezza è il primo passo importante verso la coscienza di DIO e la presenza costante di DIO in ogni cosa.
    ( tratto da insegnamenti di Edgar cayce .
    = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =====
    Benedetto e felice è colui che si leva a promuovere i migliori interessi dei popoli e delle tribù della terra, ancora: Ci si deve gloriare di amare il Mondo intero quale unico Paese e L’Umanità quale suoi cittadini”.
    ( tratto da scritti di Bahà’ù’llàh )

    = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =

    ===============================================================
    ===============================================================
    Argomento da sgomento, scomodo, spiacevole, infelice ma rivelatore e liberatorio, il dragone ossia satana, viene dallo sprofondo del mare del cielo esso va inquadrato nel pianeta X, marduk, nibiru e nello spirito degli annunaki o anunnaki che dir si voglia, nonché, negli inferi del pianeta Terra al centro stesso della Terra dove sono condannati e relegati ” gli spiriti dell’inferno “.

    Pare, come se bruciasse la terra sotto i piedi, dentro la terra e sopra la nostra testa…
    ( oltre tutto, pare che la Terra stessa si stia in più parti letteralmente spaccando anche visivamente a cominciare dal suo esterno. )

    Alcune verità fino a ieri ci sono state poste per necessità temporali di difficoltà di comprensione solo in simboli e parabole e che solo da adesso, ci sarà dato, tolto il velo dei Tempi e del Tempo conoscere e comprendere ogni cosa APERTAMENTE.

    Non abbiate paura, con la Santissima Vergine Maria Madre di DIO e Gesù Cristo nostro Signore, noi siamo posti a loro cura e protezione dal male, noi Figli di DIO, non abbiamo motivo di avere paura.

    Intuizione o altro, si vedrà…

    Per me, la vedo come intuizione e deduzione.

    Che L’IDDIO UNO, L’UNICO CREATORE, LO VOGLIA.
    ==============================================================================================================================

    ==============================================================================================================================================

    I CRIMINALI, merito e lode ai due additati nelle loro differenti epoche come ” I CRIMINALI “,

    essi hanno risvegliato spiritualmente l’umanità e portato salvezza donando cosciente

    consapevolezza di UNI – VERSALISMO NELL’IDDIO UNI – UNIVERSO,

    e mi riferisco ad AKEHNATON e a JESUS CRISTUS, ciò, sia chiaro a tutti.

    Non credete a chiacchiere fasulle, Akehnaton è stato calunniato da delatori del suo e dei nostri tempi.

    Lui è stato perseguitato da brutali delazioni e martoriato in tutti i modi fino all’estrema condanna,

    delapidato nell’anima e nello Spirito per poi essere assassinato proprio come fecero con JESUS CRISTUS,

    simbolicamente e realmente si può crocifiggere in diversi modi.

    Le loro colpe erano di essere giunti l’uno alla verità suprema e l’altro di essere la verità suprema stessa, questo, l’uomo di ieri, di oggi e di domani carico di potere malsano e a motivo di detto potere, non voleva, ne vorrà mai ammettere, riconoscere, concedere e perdonare ai due “criminali” ne ad altri eventuali “criminali” della stessa sorte uomini figli di DIO che si dovessero rivelare quali portatori di verità suprema e di libertà Universali.

    ==============================================================================================================================================

  5. JURM Ben ISman - Giovanni Ioannoni
    at |

    Da Cattolico, presento quanto segue, il cammino del mio risveglio al GESU’ CRISTO in me.

    SIGNORE PERDONA LORO PERCHE NON SANNO QUELLO CHE FANNO.

    ( frase di Gesù Cristo nostro Signore sulla Croce mentre veniva ucciso. )

    ( Signore, perdona loro, ( gli uomini ) perche non sanno quello che fanno.

    I demiurghi e gli dei, sono i veri responsabili delle male azioni su gli uomini, che vengono
    indotti inconsapevolmente a male agire di riflesso sia col pensiero che con le azioni sui propri simili, da qui, “ Signore, perdona loro, perche non sanno quello che fanno. “

    I Figli di DIO, sono coloro che hanno ricevuto GESU’ CRISTO come loro SIGNORE !

    Coloro che benedicono Israele saranno Benedetti, loro volta, perche nella Fede in GESU’ CRISTO SIGNORE.

    Benedetto sia Israele, in nome del Padre, della Madre, del Figlio e dello Spirito Santo, Amen.

    NEL TEMPIO DI DIO IN CIELO, IN SENSO CELESTE SPIRITUALE MISTICO IN AZIONE SOPRANATURALE, NOI FIGLI DI DIO, SAREMO ASSUNTI ALLA JERUSALEMME CELESTE NEI CIELI AD OPERA DI JESUS CRISTUS.

    IN NOMEN PATRIS, ET MATER, ET FILIUS ET SPIRITUS SANCTI, AMEN.

    JURM Ben ISman – Giovanni Ioannoni

    “Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo.

    Venne all’improvviso un rombo dal cielo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano gli Apostoli.

    Apparvero loro lingue di fuoco che si dividevano e si posavano su ciascuno di loro ed essi furono pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito Santo dava loro di potere esprimersi.

    Si trovavano allora in Gerusalemme Giudei osservanti di ogni nazione che è sotto il cielo.

    Venuto quel fragore, la folla si radunò e rimase sbigottita perché ciascuno li sentiva parlare la propria lingua.

    Erano stupefatti e fuori di sé per lo stupore e dicevano: ‘Costoro che parlano non sono forse tutti Galilei?

    E come mai li sentiamo ciascuno parlare la nostra lingua nativa?

    Siamo Parti, Medi, Elamiti e abitanti della Mesopotamia, della Giudea, della Cappadocia, del Ponto e dell’Asia, della Frigia e della Panfilia, dell’Egitto e della Libia, vicino a Curne, stranieri di Roma, Ebrei e proseliti Cretesi e Arabi e li udiamo annunziare nelle nostre lingue le grandi opere di Dio”.

    (At. 2, 1-11) Fratelli, nessuno può dire: ‘Gesù è il Signore’, se non sotto l’azione dello Spirito Santo.

    Vi sono diversità di carismi, ma uno solo è lo Spirito.

    Vi sono diversità di ministeri, ma uno solo è il Signore; vi sono diversità di operazioni, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti.

    E a ciascuno è data una manifestazione particolare dello Spirito per l’utilità di tutti.

    Come infatti il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un solo corpo, così anche Cristo.

    E in realtà tutti siamo stati battezzati in un solo Spirito, per formare un solo corpo, Giudei o Greci, schiavi o liberi, e tutti siamo abbeverati a un solo Spirito”.

    (Cor. 12,3-13) “Vieni Santo Spirito, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce.

    Vieni Padre dei poveri, vieni Datore dei doni, vieni Luce dei cuori.

    Consolatore perfetto, Ospite dolce dell’anima, dolcissimo Sollievo.

    Nella fatica riposo, nella calura riparo, nel pianto conforto.

    O Luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli.

    Senza la tua forza nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.

    Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato.

    Dona ai tuoi fedeli, che sono in te confidano, i tuoi santi doni. Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna”.

    SIGNORE PERDONA LORO PERCHE NON SANNO QUELLO CHE FANNO.

    ( frase di Gesù Cristo nostro Signore sulla Croce mentre veniva ucciso. )

    ( Signore, perdona loro, ( gli uomini ) perche non sanno quello che fanno.

    I demiurghi e gli dei, sono i veri responsabili delle male azioni su gli uomini, che vengono
    indotti inconsapevolmente a male agire di riflesso sia col pensiero che con le azioni sui propri simili, da qui, “ Signore, perdona loro, perche non sanno quello che fanno. “

    I Figli di DIO, sono coloro che hanno ricevuto GESU’ CRISTO come loro SIGNORE !

    Coloro che benedicono Israele saranno Benedetti, loro volta, perche nella Fede in GESU’ CRISTO SIGNORE.

    Benedetto sia Israele, in nome del Padre, della Madre, del Figlio e dello Spirito Santo, Amen.

    NEL TEMPIO DI DIO IN CIELO, IN SENSO CELESTE SPIRITUALE MISTICO IN AZIONE SOPRANATURALE, NOI FIGLI DI DIO, SAREMO ASSUNTI, ALLA JERUSALEMME CELESTE NEI CIELI AD OPERA DI JESUS CRISTUS.

    IN NOMEN PATRIS, ET MATER, ET FILIUS ET SPIRITUS SANCTI, AMEN.

    JURM Ben ISman – Giovanni Ioannoni

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.