L’ASTRO STRANIERO NEL SISTEMA (solare) PAGANO

1512864_1122489834444568_728996904425396142_n

Siamo all’interno di un MECCANISMO ASTRALE oppresso da un campo GEN (Forza gravitazionale, Forza Elletromagnetica, Forza Nucleare), la misteriosa GENNA dei Vangeli, e circondato da orbitali planetari e dalle Forze dello Zodiaco.In sostanza il MONDO ESTERNO è tiranneggiato da POTENZE che determinano rigidamente le nostre esistenze. Come dobbiamo nascere, come dobbiamo vivere, cosa dobbiamo pensare e come e quando morire..In questo gioco di ORBITALI ASTRALI e di oppressoine heimarmenica, solo l’ASTRO STRANIERO può aiutarci…ZECHARIA SITCHIN non ha capito un tubo di NIBIRU, che egli ha definito PIANETA RETROGRADO, nè poteva comprendere. Lo ha preso per un pianeta reale, dotato di un’orbita assolutamente indipendente dal Sole, capace di entrare nel SISTEMA SOLARE E CREARE SCONVOGIMENTI PLANETARICosa poteva capire quest’uomo? Quando non si ha l’informazione dentro, la VERITA’ te la possono sbattere in faccia ma tu non la vedrai…. In realtà Nibirù è il LOGOS ULTRASISTEMA (SOLARE) che, TOTALMENTE SUPERIORE ALLE MECCANICHE CELESTI (di questo immenso orologio astrale che marca il tempo e le ere) è CAPACE DI ENTRARE NEL SISTEMA E SCONVOLGERE LE POTENZE PLANETARIE Matteo 24,29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. ORA, FINALMENTE, AVETE CAPITO COSA è NIBIRU??????????? Clemente Alessandrino scrisse: UN ASTRO STRANIERO SI è LEVATO, UN ASTRO NUOVO…CHE SPEZZA IL VECCHIO POTERE DELLE COSTELLAZIONI Perchè qualcuno , in antico, aveva capito cosa IL LOGOS aveva fatto in senso astrale. Basta leggere la PISTIS SOPHIA TOLKIEN, questa OPPRESSIONE HEIMARMENICA, VE LA CANTO’ IN VERSI: Un anello per domarli, un anello per trovarli,: Un anello per ghermirli e nel buio incatenarli. GLI ANELLI SONO GLI ORBITALI PLANETARI, IL BUIO è LO SPAZIO…..SATURNO è IL SIGNORE DEGLI ANELLI, SIMBOLO-SINTESI DELL’INTERO POTERE PLANETARIO-ARCONTICO. Si è inclini a pensare che la NATURA sia boschi, alberi, fiumi, colline, laghi, mari… E’ FALSO, LA NATURA è L’INTERO COSMO, l’ESTERIORE… E IL 99% adora la natura, festeggia solstizi ed equinozi, le primavere e gli autunni… IN SOSTANZA IDOLATRA IL TEMPO, ED è SOTTOMESSA A SATURNO 1024px-Michelangelo's_Pieta_5450_cut_out_black
 QUESTO è IL MANIFESTO DI COLEI CHE CHIAMATE MADRE TERRA o MADRE NATURA, CHE ALLA FINE è la MATER-MATERIA

NELLA PIETAS michelangiolesca NON è DESCRITTA SEMPLICEMENTE LA MADRE DI GESU’ CHE RACCOGLIE IL CORPO DEL FIGLIO, MA MADRE NATURA CHE RACCOGLIE LA YLE NEL SUO GREMBO…COSA CHE FA CON TUTTI I CORPI E TUTTI GLI UOMINI MATERIALISTI DA QUANDO è NATO IL MONDO

NON è UN CASO CHE GESU’ RIPUDIERA’ LA MADRE BIOLOGIOCA. IN SENSO LATO, IN QUEL RIFIUTO è SOTTESO IL RIPUDIO DI MADRE NATURA

MADRE TERRA è la MADRE DEI MATERIALISTI…

LA NOSTRA MADRE AL CONTRARIO E’ SALEM.

PER CHI SI IDENTIFICA IN CORPO E PSICHE, LA MADRE è LA NATURA e MADRE è L’ASTRALE

NOI ABBIAMO TUTT’ALTRA MADRE.

NON C’è UNA RIGA SULLA NATURA NE’ NELL’ANTICO NE’ NEL NUOVO TESTAMENTO….UN DISINTERESSE TOTALE PER MADRE TERRA…. ECCO PERCHE LA BIBBIA NON è ADATTA ALLA CULTURA INTRINSECAMENTE PAGANA DELLA NOSTRA CIVILTA’.

CERTE VOLTE PENSO CHE IL VERO CRISTIANESIMO, CHE INDISCUTIBILMENTE PARTE DALL’EBRAISMO, NON SIA AFFATTO ADATTO ALL’OCCIDENTE, E RISULTA ESTRANEO A QUESTI POPOLI COME LO è L’EBRAISMO….

IN EFFETTI, A SCORGERE CON ATTENZIONE, NOTASI CHE LA VERA RELIGIONE OCCIDENTALE, E NON PARLO SOLO DI ITALIA MA OVUNQUE, è IL PAGANESIMO PANTEISTA….

QUEL CHE VOGLIO DIRE CON ESATTEZZA è CHE QUESTO CRISTIANESIMO NON è ALTRO CHE UN ADATTAMENTO PLURISECOLARE AD UN IMPIANTO CULTUALE PAGANO…

OVVERO CHE IL PAGANESIMO CONNATURATO AGLI EUROPEI SI è AMMANTATO A FORZA DI UN CRISTIANESIMO SNATURATO….

PROVA NE SIA IL FATTO CHE TUTTI QUELLI CHE SI DEFINISCONO CRISTIANI E AMMIRANO IL CRISTO…SONO TUTTI FONDAMENTALMENTE PAGANI NEL LORO DNA…..

ADORANO IL MONDO, ADORANO LA NATURA, AMANO METTERE RADICI NEL MONDO (LADDOVE CRISTO ERA ANTIMONDANO E ANTICOSMICO, E SRADICATORE DI RADICI), NON RINUNCIANO ALL’EGO (ANZI LO ESALTANO E NE SODDISFANO TUTTI I DESIDERI MONDANI LEGATI ALLA CARNE), SONO PER LA CARNE, SONO PER FIGLIARE….

IN BUONA SOSTANZA, IL FALSO CRISTIANESIMO EUROPEO è SOLO IL TAPPETO SOTTO IL QUALE PULSA ED è SEMPRE PULSATO UN CUORE PAGANO…..Talmente pagano che i nostri SANTI PATRONI (il culto dei santi non è nè ebraico nè cristico) hanno sostituito gli DEI e il culto del GENIUS LOCI, che era tipicamente romano. Integrazione di Speranza de Santis

.E ridusse il monontologismo, per mutuare un termine da te, in monismo mischiato alle caste zodiacali….un’operazione disastrosa che fece coincidere l’essenza con le determinazioni dell’esistenza…monismo e panteismo cozzarono per ibridarsi in un sistema di adoratori del famigerato “spirito di natura immanente” separato dall’Immanifesto trascendente….la Natura diventa Madre, addirittura confusa con Anima Mundi….i piani ontologici diventano esistenti di per sè…l’effusione MENO santa del piano naturale, diviene il Creato “benedetto”….Natura PRINCIPIANTE, nientemeno….basti pensare questo: nel periodo di sua conversione al cristianesimo, Costantino mantenne CONVENIENTEMENTE le immagini monoteizzanti della religione di Helios (menomandola nel suo più profondo simbolismo) nonchè rapporti con personalità dedite al culto solare scalzando, invece, gruppi minoritari cristiani a favore dei un cristianesimo ufficiale retto da personalità che rappresentavano la “chiesa” di facciata: i vescovi. Costantino FINANZIAVA i chierici cattolici che si attenevano a “quella” versione – un dio da corte reale, in sostanza, che facesse da raccordo tra il culto del sole e il culto imperiale – confezionato su misura. Sovvenzioni in denaro e privilegi erano assicurati a chi aderiva al nuovo feticcio. Insomma, null’altro che una “monoteizzazione” del pantheon del paganesimo vigente, che sacrificò certa ritualità esteriore bollandola come ‘superstitio’ ma che, paradossalmente, non mancò anche di additare come eretici e scismatici i cristiani che non fossero “cattolici”, impedendo loro di riunirsi e di crearsi luoghi di culto dove avrebbero potuto contagiare nuovi seguaci con le loro idee “settarie”. Pena, la confisca dei loro beni con successiva donazione alla chiesa. In sostanza egli distrusse templi e idoli per crearne uno solo…un solo gigantesco idolo, che la cristianità porterà avanti…..ma ecco l’equivoco di fondo: le emanazioni del creato erano divenute “parti” di Dio anzichè sue caratterizzazioni dispiegate nel molteplice e, in quanto tali, eterne come Lui. I pianeti, gli astri ecc…vennero incastonati in una nuova teologia su Helios che, a dispetto di un neoplatonismo coevo, ad indirizzo più ermetico, poneva l’impetatore come il vicario in terra dello stesso sole-demiurgo plasmatore di ogni cosa. L’aspetto trascendente contava solo nella misura in cui l’imperatore era considerato un’estensione del Sole stesso: alla sua morte, Helios in persona lo avrebbe scortato tra gli dèi….Helios affida al Sole le cure materiali, l’imperatore, per diretta intercessione, se ne fa carico. Il mondo diventa lo strumento, e NON L’EFFETTO, della creazione. Solo nominalmente un ente intelligibile muove il tutto, (come ignorare Giamblico e Plotino, ad esempio? Eppure, furono bypassati) ma all’idolatra ambizioso interessa piantare le radici di un una sorta di assemblaggio tra tradizione romana, orientale e cristiana che apportasse vantaggi sul versante politico: gli amici della romanitas erano ancora tanti da un lato, gli amici del vero Cristo “anarchico” andavano stroncati sul nascere dall’altro. Basandosi sulle concezioni astrologiche del tempo, il Sole, da simbolo divenne reale PADRONE DELLA FORTUNA DI TUTTI I RE. Helios donava ad essi tutte le virtù e li chiamava al comando, come degli eletti……insomma una “heliotizzazione” dell’antico culto, frammisto al nuovo per LEGITTIMARE L’ASSOLUTISMO DEL NUOVO IMPERO DELLA ROMA “CRISTIANA”….già nel III secolo Gallieno imperatore, AMICO DI PLOTINO, si fece erigere in Roma una statua colossale con l’aspetto del Sole….come a dire: avere la dottrina dell’unità nelle mani e adattarla a più infime mire egemoniche…. Il Sol Invictus, consacrato ufficialmente dagli imperatori illirici, diventerà un astro cortigiano…….Con Costantino si configura possentemente la figura di princeps unificatore di tutti i popoli nella “fede” cristiana così come “testimoniata” dalla Chiesa cattolica: tasso di cristianesimo autentico presente in tutto ciò? Sotto lo zero…… Costantino era il funambolo che cercava il difficile equilibrio tra due mondi divisi, la cui cerniera avrebbe favorito un’omogenizzazione culturale indispensabile per garantirsi stabilità nel comando. Egli, sostanzialmente SCELSE tra i diversi aspetti del paganesimo un corredo ristretto di precetti con cui si ingraziò i suoi dignitari (naturalmente conservatori) per amalgamarlo al Cristo-Logos, Salvatore del mondo (a immagine di chi se lo crea, naturalmente). Costantino si reputava egli stesso vescovo al di sopra di tutti gli altri e prescelto dalla divinità. Insomma Egli VANTAVA UN RAPPORTO DIRETTO COL DIO DEI CRISTIANI…..UNA SORTA DI PATTO ESCLUSIVO, propagandato dalle immagini della luce e dello splendor solis….immagini che ai SUDDITI cristiani dovevano sembrare familiari e accettabili….: nientemeno, al pari di Helios, Costantino GUIDAVA LA QUADRIGA DEI SUOI CESARI PERCORRENDO, COME UN NOVELLO APOLLO, TUTTO L’ARCO DEL SOLE ORDINANDO TUTTO CON “EQUITÀ” …..in tutto questo, lo Splendor di Cristo DOVEVA IRRADIARE SU DI LUI E CIRCONDARLO DELLA SUA BENEVOLENZA (!). Ora….non è che un personaggio di spicco come Costantino mi si confonde sulle varie dottrine……si trattò piuttosto di un machiavellico sincretismo….del resto, un Cristo Elioteista fa comodo alle Potenze, mette il catenaccio al Femminino…..E da Nicea in poi fu tutto in discesa….Buona adorazione degli elementi a tutti….in hoc signo…moreris!!

L’ASTRO STRANIERO NEL SISTEMA (solare) PAGANOultima modifica: 2015-07-09T12:51:50+02:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.