MAIL DA UN PASSATO NON VICINISSIMO

Queste sono mail pervenute tempo fa. E’ passato qualche anno, ma ringrazio sentitamente coloro che me le inviarono, in particolare Luciana e Paolo. Anzi, spero che Luciana sia ancora viva e in salute. E  la invito sul blog per salutarla, poichè ne ho perse le tracce

img809.jpg

LUCIANA SI CHIEDEVA E CI CHIEDEVA: I VIGILANTI SIETE VOI? LA MIA RISPOSTA, DOPO ANNI, AMABILE LUCIANA, E’ SI’. NOI SIAMO I VIGILANTI. O MEGLIO, NOI SIAMO VIGILANTI
img811.jpg
img812.jpg

img813.jpg
img814.jpg

MAIL DA UN PASSATO NON VICINISSIMOultima modifica: 2009-12-07T22:59:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

3 Responses

  1. Paolo
    at |

    Carissimo Mike….grazie di cuore a te per ricordarti sempre, sei sempre pieno di attenzioni, grazie un “vero Cavaliere”. Ti seguo sempre quì e su Fenix, purtroppo come sai sono passato attraverso una “prova” non proprio facile e ne sto uscendo con molta difficoltà anche perchè ho “scoperto” che la donna che mi è stata accanto per tutti questi anni ha tirato poi fuori il “peggio” di sè ed a parte le scontate problematiche legate ad una separazione, è stato tuttavia un shock accorgersi di una parte “arcontica” così prominente dell’anima di quella che credevo aver “scelto” tra le anime “miti che erediterrano la terra”..non è stato così…chissà..forse una “trappola”…più semplicemente una ulteriore prova…the race is long my dear friend…you are still in poll position…e grazie per esserci sempre a darci spunti inauditi e mai visti in questa massa di banalità pseudo new age…..a presto….spero di salutarti per Natale. HugsXXXXOOOO

  2. mirvena
    at |

    saluto tutte le api che si nutrono del nettare dei fiori di questo giardino straordinario che ospita ogni specie conosciuta di piante e scrivo per ringraziare dal profondo lo stimato giardiniere che ricerca, cura, raccoglie e fa crescere questo intricato Albero della Conoscenza; dal suo giardino ci invita a cogliere i frutti dalla dura scorza e a trarre le debite conseguenze di questo nostro atto , ricordandoci che è questa Scelta l’unico vero momento di libertà e di ribellione contro le forze che dominano questa realtà.

  3. mirvena
    at |

    E’ infatti scritto che “quando è apparso il Verbo che è nel cuore di coloro che lo hanno scelto (…) tutti i luoghi furono scossi. (…). L’Errore [nato dall’ignoranza a proposito del Padre e creatore con artificio di questo qualcosa che sostituisce la Verità], ne è turbato e non sa cosa dovrà fare. Dopo che la Conoscenza che è la rovina sua e delle sue emanazioni gli si è avvicinata, esso è vuoto. D’altronde nell’Errore non c’è nulla.”
    Come in alto, così in basso, è detto. Mike ci guida attraverso tradizioni millenarie e straordinari testi per indicarci la strada verso la conoscenza liberatoria di ciò che eravamo e farci comprendere ciò che invece siamo diventati: non più api sollecite ma fastidiosi mosconi; ci indica dove eravamo e dove invece siamo stati gettati, cos’è la nascita e cosa la nostra personale rinascita.
    Ci indica col suo esempio la via coraggiosa, ascetica, che cerca il minimo contatto con questo mondo corrotto e insieme ci mette in guardia da una possibile via facile che Jonas definirebbe ‘libertina’ che ci potrebbe condurre ad uno sterile nihilismo.
    Mike, il mestiere di giardiniere è fatto di pazienza , tenacia, saggezza. La sua è una missione, faticosa e spesso apparentemente ingrata. Ogni seme ha un diverso di germinazione che dipende dalla sua specie di appartenenza e dal terreno in cui è posto. Ma per qualche seme che non dà risultato, ve ne sono molti altri che produrranno fiori e frutti. Difficilmente il seme germina repentino, ma giorno dopo giorno, grazie all’apporto di acque vive, le sue resistenze si sfaldano lasciando uscire il nuovo germoglio.
    Così siamo noi, che ogni giorno leggendo i tuoi scritti, vediamo scardinate le nostre certezze mondane e appena faticosamente e timidamente il germoglio fuoriesce alla Luce, vediamo improvvisi, celestiali orizzonti.
    Per tutto questo ti ringrazio dal profondo, mio cherubico Fratello.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.