IL NOME ETERNO DI DIO

IN ESODO 3:6 YHWH DISSE A MOSE’:”IO SONO IL DIO DI TUO PADRE, DI ABRAMO, DI ISACCO E DI GIACOBBE”…

IN SOSTANZA DICE: “IO SONO SHADDAI, CHE SI MOSTRO’ IN QUESTO NOME DI SHADDAI AD ABRAMO, ISACCO E GIACOBBE”…

POI, IN ESODO 3:14, ALLA GIUSTA DOMANDA DI MOSE’ “MI CHIEDERANNO COME SI CHIAMA CHI MI E’ APPARSO, E COSA RISPONDERO LORO?”…YHWH DICE: “EYEH ASHER EYEH-IO SONO CIO’ CHE SONO…DIRAI LORO: EYEH -IO SONO MI HA MANDATO A VOI…QUESTO E’ IL MIO NOME ETERNO”…

DOPO QUESTE PAROLE VORREI CHE A TUTTI VOI SIA CHIARA UNA COSA. C’E’ UN EQUIVOCO DA MILLENNI SUL NOME SACRO DI DIO. SE LEGGETE BENE QUESTI VERSI, IL NOME-ESSENZA DI DIO, IL PRIMO DEI NOMI, E NOME ETERNO, NON E’ YHWH, MA PER STESSA AMMISSIONE DI YHWH, E’:

IO SONO COLUI CHE E’

EHIEH ASHER EHIEH

אֶֽהְיֶ֖ה אֲשֶׁ֣ר אֶֽהְיֶ֑ה

QUESTO E’ IL NOME ETERNO DI DIO: IO SONO. IN FRANCESE E’ “JE SUIS”, OVVERO JESUS, CHE NON A CASO PER TRE VOLTE DIRA’ “IO SONO” NEL VANGELO DI GIOVANNI. QUELLO E’ IL VANGELO DEL LOGOS, ED E’ IL LOGOS A DIRE IO SONO IN GESU’.

E’ UN NOME, QUESTO, TALMENTE SACRO DA POTER ESSER SCOMPOSTO IN TRE NOMI, TUTTI EGUALMENTE SACRI. E’ SACRO ANCHE ASHER-COLUI-QUELLO, A TAL PUNTO DA RITROVARE IL “QUELLO” ANCHE NELL’INDUISMO. ASHER E’ RESO IN EBRAICO CON ASHER LO-COLUI IL QUALE. QUESTO NOME E’ DIVENUTO POI “SILO o SILOE”. E’ PRESENTE NELLA FONDAMENTALE PROFEZIA MESSIANICA DI GIACOBBE:

Genesi 49,10 Non sarà tolto lo scettro da Giuda né il bastone del comando tra i suoi piedi, finché verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l’obbedienza dei popoli.

…FINCHE’ VERRA’ COLUI AL QUALE…COLUI AL QUALE E’ RESO CON SILOH, CHE E’ UNO DEI NOMI SEGRETI DEL LOGOS MESSIANICO. NON e’ UN CASO CHE GLI OCCHI DEL CIECO NATO SARANNO GUARITI DAL LOGOS NELLA PISCINA DI SILOH…

MA C’E’ UN ALTRO SEGRETO IMPRESSIONANTE CHE LA MIA COSCIENZA DIVINA MI SUGGERISCE…MI SI LEGGA CON ATTENZIONE MASSIMA, PERCHE’ QUI FARO’ UN PO’ DI CABALA INTERLINGUISTICA, COSA CHE AI PURISTI FAREBBE RIVOLTARE LO STOMACO, MA IO NON MI FERMERO’ MAI ALLE LEGGI DELL’UOMO, E SO CHE DIO PARLA MILIONI DI LINGUE EPPURE UNA SOLA.

MI SON SEMPRE CHIESTO PERCHE’ OGGI SI PARLI L’INGLESE COME LINGUA-PONTE. CONSIDERO L’INGLESE UNA LINGUA POTENTEMENTE CABALISTICA. LA PROVA STA NEL NOME SACRO….

IO SONO E’ TRASLITTERATO “AHEIHE”…CABALISTICAMENTE QUESTO NOME PUO’ ESSERE SCOMPOSTO IN A-EYE, OVVERO “ALFA-OCCHIO”. A PRESCINDERE DAL FATTO CHE “EYE ASHER EYE” MOSTRA DUE OCCHI (SE NON PERSINO IL CELEBRE “OCCHIO X OCCHIO), ALFA-OCCHIO MI CONDUCE A DUE SOLUZIONI, DI CUI LA SECONDA SPIEGA DAVVERO TUTTO:

1) ALEF, IN EBRAICO, E’ DETTA IL TORO….DI QUI “OCCHIO DEL TORO”. ALDEBARAN, DELLA COSTELLAZIONE DEL TORO, E’ L’OCCHIO SINISTRO DEL TORO (LEGATO ALL’ EMISFERO DESTRO), NON CASUALMENTE CHIAMATO “ALFA TAURI”. ORA, IN ARABO “AL DEBARAN” SIGNIFICA “COLUI CHE SEGUE”…MI SOVVIENE QUEL CELEBRE PROCLAMA DEL BATTISTA CHE DICE DEL CRISTO: “VERRA’ UNO DOPO DI ME”. INOLTRE, IL TORO, IN EGITTO, ERA HORUS, DETTO “TORO DI SUA MADRE”, IN QUANTO LO SPIRITO INGRAVIDA L’ANIMA, SI ANNUNCIA AD ESSA (ARCANGELO GABRIEL), E SI FA RI-GENERARE DA ESSA. L’ANIMA E’ SUA MADRE, SUA COMPAGNA, SUA FIGLIA. QUESTA E’ LA PARADOXA, OVVERO LA TRADIZIONE. SE L’OCCHIO DEL TORO E’ L’OCCHIO DI HORUS, NE CONSEGUE CHE L’UDJAT, L’OCCHIO DI HORUS O TERZO OCCHIO E’ LA COSCIENZA DI “IO SONO”, OVVERO PER NOI “L’OCCHIO”. E’ NOTO CHE IL TETRAGRAMMATON, NELL’ICONOGRAFIA CRISTIANA, E’ COME UN OCCHIO INSCRITTO IN UN TRIANGOLO. SE HORUS E’ UN FALCO, L’ESPRESSIONE “OCCHIO DI FALCO” INDICA QUALCUNO CHE CI VEDE BENISSIMO DA LONTANO, CHE HA UNA VISTA SUPERIORE. DA INTENDERSI, OVVIAMENTE, IN SENSO SPIRITUALE

 

alfa tauri.gif

 

2) L’ALFA GRECA, IN REALTA’, E’ UN PESCE STILIZZATO. DI QUI “ALFA-EYE” DIVIENE “OCCHIO DI PESCE”. COS’E’ L’OCCHIO DI PESCE? IN OTTICA, UN OCCHIO DI PESCE E’ UN GRANDANGOLARE SPINTO, UN OBIETTIVO CHE CONSENTE DI AVERE UNA “PERCEZIONE ALLARGATA”, SE VOGLIAMO VEDERNE IL SIMBOLISMO SPIRITUALE

 

sony-16mm-fisheye-SAL16F28.jpg
eyeh escher.jpg

ESCHER SI DIVERTIVA AD IMMAGINARE VISIONI ASSURDE E PARADOSSALI, E IN QUELLA CHE E’ LA SUA OPERA PIU’ CELEBRATA, MOSTRA UNA VISIONE AD OCCHIO DI PESCE (GRANDANGOLARE). CREDETE SIA UN CASO CHE IL SUO NOME E’ IL SECONDO TERMINE DEL NOME ETERNO DI DIO (ASHER-ESCHER)? ALFA EYE E’ QUINDI UGUALE A FISH EYE. TRA I PRIMI CRISTIANI, L’OCCHIO DI HORUS DIVENNE UN PESCE STILIZZATO, IN QUANTO SOMIGLIANTE ALLA FORMA DELL’OCCHIO UMANO

 

alfa.jpg
alfa.gif
fish_tr2.gif

wedjat occhio di horus.jpg

CRISTO-LOGOS DISSE:

IO SONO L’ALFA E L’OMEGA

L’ALFA E’ IL PESCE, L’OMEGA E’ L’UTERO…IO SONO L’ANDROGINO.

E NON E’ FINITA QUI. L’INIZIO DEVE ENTRARE NELLA FINE PER RICOMPORRE L’ETERNITA’. INOLTRE L’ERA DEI PESCI DEVE ESSERE ASSORBITA (ENTRARE) NELL’ERA DELL’ACQUARIO. CAPOVOLGIAMO L’OMEGA

 

omega-symbol-character-greek.gif
Pesce rosso.jpg

I PISCICULI ENTRERANNO NELL’ACQUARIO…SOLO LORO…..

LO STESSO PESCE, OVVERO CRISTO, E’ UN OCCHIO. QUINDI E’ LUI EYE-IO SONO, E NON LO MANDA A DIRE NEL VANGELO GIOVANNEO…

 

IL NOME ETERNO DI DIOultima modifica: 2010-02-20T14:55:00+01:00da mikeplato
Reposta per primo quest’articolo

35 Responses

  1. anthonlogos
    at |

    Mike, hai notato l’immagine del Toro nella Costellazione?
    Se il Toro è l’Alef, le sue corna sono l’Omega. Guarda la forma. Mi sembra evidente che il Toro indichi Cristo, per cui l’Occhio del Toro, l’Occhio di Horus, altro non è che l’Occhio di Cristo. Anche da qui possiamo vedere che Cristo è la Coscienza dell’Io Sono.
    Ciao
    Antonio

  2. Lightentity
    at |

    L’omega è anche la fine di Tutto. La fine di Tutto potrebbe essere identificata come una sommità, come un capo, la cima della montagna è il punto di arrivo della scalata o della ricerca.

    L’omega in corsivo

    ω

    Un omino stilizzato che indica il suo capo, la sua testa, la sommità di se stesso, la cima della montagna.

    L’uomo realizzato è un Tutto, la cima del Tutto, il suo capo.

    In Tommaso:

    “Colui che conosce il Tutto, se perde se stesso perde il Tutto”
    “Io sono la luce che si diffonde su tutti. Io sono il Tutto, il Tutto esce da Me, il Tutto ritorna in Me”

    Il principio, l’alfa, la radice che genera nuova vita, nuovo principio, la parte sessuale/riproduttiva.

    Alfa e omega appaiono invertibili, così come nella realtà del tao yin e yang possono essere invertiti. Così omega può sembrare un utero e allo stesso tempo anche una sommità, un capo.
    Occhio alla radice riproduttiva Alfa dunque, alfa diviene radice riproduttiva, il principio della vita, una mandorla mistica, un simbolo femminile.
    Il simbolo ‘Vesica Pisces’ (vescica del pesce) o “Mandorla Mistica” era adorato dai primi cristiani. Era simbolo di fertilità e di femminilità.

    Alfa, principio, o inizio della vita.
    Omega, fine della vita, Realizzazione.

    La fine diviene anche IL fine della vita, o meglio l’obiettivo. Il fine della vita dunque è la realizzazione, raggiungere la vetta della montagna, ritrovare Se stessi, la liberazione o Illuminazione alla realtà di Se stessi.

  3. mauriziox
    at |

    L’acqua col pesce mi fa pensare – l’acqua di fuoco, ovvero….col pesce o pischis !!!!

  4. Chiara Rovigatti
    at |

    Ho bisogno di aiuto e lo chiedo a tutti perché questo splendido post di Mike mi lascia ancora dei punti oscuri nel sogno che ho fatto alcuni giorni fa. Ve lo espongo per punti per fare più in fretta:

     Qualcuno mi regala (per il mio compleanno?) una boccia di vetro contenente degli arowana rossi e altri 3 pesci bianchi. L’arowana è un pesce che assomiglia ad una spada ed è particolarmente ambito in quanto propiziatore di buona fortuna secondo la dottrina Feng Shui che risale a 4.000 anni fa.

     La boccia che contiene i pesci è troppo piccola ed i pesci si muovono con difficoltà: soprattutto gli arowana (in inglese dragonfish) che tentano sempre di uscire. Così mi si consiglia di coprire l’entrata del vaso con una rete.

     Io sono molto agitata perché ho una casa piccola ed i gatti per cui non so come gestire questo dono che preferirei ritornare a chi me lo ha regalato.

     Una volta a casa mi accorgo che i miei gatti sono riusciti a mangiarsi gli arowana e ad estrarre gli altri 3 pesci bianchi che ora agonizzano.

     Mi rivolgo ad un cuoco che mi dice che per gli arowana non c’è più niente da fare: i gatti ormai sazi hanno lasciato soltanto un filetto e, se voglio, il cuoco mi dice che posso mangiarlo. Per gli altri 3 pesci dice che non può fare niente perché respirano ancora. Io li guardo e, benché impietosita, vorrei che morissero.

    Premetto che per lungo tempo ho approfondito la dottrina Feng Shui che posso dire di conoscere abbastanza a fondo. Ultimamente l’ho un po’ abbandonata in quanto, basandosi su calcoli e presupposti zodiacali, ho avvertito che tale “filosofia” fosse più di tipo psichico che spirituale. Tra l’altro, è davvero curioso il fatto che in inglese arowana si traduca dragon fish e, un drago rosso che si muove nell’acqua, lascio a voi che natura possa avere (anche se il mercurio filosofale può comunque considerarsi un dragone che si muove nell’acqua alchemica); comunque, secondo il Feng Shui, l’arowana viene considerato particolarmente apportatore di benessere economico e, il Feng Shi stesso, viene impiegato unicamente per attirare buoni auspici ma unicamente a livello psichico e fisico: non si prende cura insomma del benessere spirituale, il suo legame con lo Zodiaco è fondamentale.
    Per finire, desidero dire che l’arowana è un pesce descritto come a “forma di spada” in quanto tale forma, si dice, è adatta a “tagliare” ogni ostacolo.
    E’ tutto. Vi chiedo di darmi una mano e vi ringrazio.

  5. Chiara Rovigatti
    at |

    Un’altra domanda per favore. Come mai l’Occhio di Horus quasi sempre raffigurato è quello destro che corrisponde all’emisfero sx? Come si lega questo fatto con l’occhio sinistro del Toro/Aldebaran collegato con l’emisfero dx del cervello? Mi chiedo questo in virtù della differenza di significato data dall’attivazione di un emisfero o dell’altro.
    Grazie infinite.
    Un saluto, Chiara

  6. anthonlogos
    at |

    Cara Chiara,
    provo a darti la mia interpretazione.
    Come sai il pesce è il simbolo del Cristo. In particolare, l’arowana di colore rosso credo possa indicare il Cristo trionfante nell’ultimo stadio dell’Opera Alchemica, la Rubedo. Inoltre, anche la “forma di spada” dell’arowana è un ulteriore indizio del simbolismo cristico, se intendiamo spada nel senso di Verbo. La spada indica il Verbo, il Logos, come sai. In molte cattedrali gotiche francesi si vede una spada fuoriuscire dalla bocca di Cristo, e anche cabalisticamente c’è affinità tra il termine l’inglese Sword (Spada) e Word (Parola).
    Il gatto che divora gli arowana, poi, indica secondo me l’archetipo dell’iniziato perfetto, che divora alchemicamente il Cristo che porta dentro. Non a caso i gatti mangiano sia pesci che topi (Mouse-Messia), entrambi simboli cristici, tra l’altro vedono bene nell’oscurità e non sono succubi delle paure notturne. In tutti questi elementi ci vedo l’archetipo di un essere pienamente risvegliato, che si è fatto ricettacolo dello Spirito..
    In particolare, nel tuo sogno, siamo in presenza di gatti che divorano pesci rossi. L’inghiottimento del pesce rosso nel ventre del gatto potremmo vederlo come l’assimilazione della carne e del sangue di Cristo da parte dell’iniziato che lavora alchemicamente su di sè.
    E per finire, il tuo sogno mi sa molto di fine dell’Era dei Pesci. I pesci rossi VOGLIONO uscire dalla vasca e vengono mangiati dai gatti, e ciò tra l’altro potrebbe dirci anche come si presenterà l’Era successiva dell’Acquario. Probabilmente saranno i “gatti”, i divoratori del Cristo, a rappresentare il Messia della Nuova Era, che quindi si manifesterà sottoforma della Coscienza Collettiva di tutti i Figli della Luce che avranno estratto la Luce purificata dalla miscela.
    Forse alcune mie interpretazioni sono un tantino forzate, per questo credo che ci sia bisogno di tutti per fare luce sul tuo sogno. Ogni contributo può essere prezioso.
    Un abbraccio
    Antonio

  7. lestat
    at |

    un post di grande respiro, caro mike. mi ci vorrà tempo per metabolizzarlo. ma che bello però vedere come lo spirito soffi su mike e da lui su di noi cari fratelli! che bellezza! è la migliore risposta disinteressata ed acritica contro la volgarità e la stupidità di cui abbiamo fatto esperienza. uniti a mike: fuori, è solo digrignare di denti…

  8. lestat
    at |

    grazie del suggerimento ereticognostico: ho scaricato firefox, ed è tutta un’altra cosa!

  9. anthonlogos
    at |

    Lestat e tutti voi,
    potete anche usare Google Chrome, se volete. Oltre a visualizzare il blog correttamente, andate ancora più veloce. Chiusa parentesi. Torniamo alle nostre cose.
    Ciao, Antonio

  10. Laura
    at |

    Nella simbologia dell’alfa e dell’omega secondo me si nasconde anche qualcos’altro.
    Questi due segni spesso citati e associati all’inizio e alla fine nascondo il segreto della via. Se osserviamo i due simboli l’alfa rappresenta un cerchio chiuso e l’omega è un cerchio aperto ma girato di quarantacinque gradi rispetto al segno dell’alfa. Un tale spostamento del segno ci indica che per poter proseguire verso ottave superiori e, sfuggire alla continua ridiscesa nell’oscurità se seguiamo “la dritta via”, dobbiamo con un’atto di forza cambiare rotta e “virare” di 45 gradi per seguire la vera via verso un’ottava superiore perchè le ottave subiscono l’infuenza della materia e distorcono tendendo verso il basso in un circolo vizioso, un loop senza uscita. Ecco che il segno omega altro non è che un segno alfa che ha subito il movimento corretto per procedere verso l’apertura e la liberazione dell’essere. Ciò che può far cambiar rotta alle ottave che tendono, a causa della materia, verso il basso è solo la nostra volontà di apporvi un cambiamento ai loops viziosi. La frase del Cristo “io sono l’alfa e l’omega” sotto questa ottica acquista una valenza in più dove l’alfa è la discesa della grazia divina nella materia (alfa, come ha già detto Mike equivale al simbolo del pesce, il Cristo) e l’omega è l’aperura del terzo occhio avvenuto con un”atto di forza” dell’essere dopo aver ricevuto la grazia.

  11. Laura
    at |

    Ritorno sul significato dell’alfa e l’omega scritto prima aggiungendo che l’udjiat, l’alfa, è la mandorla mistica, segno della discesa del Logos nella materia.

  12. ereticognostico
    at |

    DI NIENTE LESTAT….NON DI SOLO PANE VIVE L’UOMO…………

    PER IL RESTO ,ANCORA DEVO MEDITARE E STUDIARE BENE IL POST DI MIKE(ESTREMAMENTE AMPIO COME IMPLICAZIONI)

    VOLEVO SOLO FARE UNA DOMANDA A CHI NE SA PIU’ DI ME DI GRECO :MA L’ALFA GRECA POSTA AD INIZIO DI PAROLA NON HA VALORE PRIVATIVO ?…..COME A-NALFABETA CHE SIGNIFICA SENZA -LETTERE? E’ SOLO UN DUBBIO…PERCHE’ IN TAL CASO VERREBBE TOTALMENTE SCON VOLTO IL SENSO DI ALFA-EYE CHE SIGNIFICHEREBBE PRIVO DI OCCHIO NEL SENSO DI ONNISCENTE SENZA BISOGNO DI VEDERE…..

    VOI CHE DITE ? HO TOPPATO COMPLETAMENTE ?

    MIKE CHE NE PENSI…. A PRESTO RAGAZZI ..UN ABBRACCIO

  13. ereticognostico
    at |

    RIFLETTEVO SUL FATTO CHE IN EGITTO SONO STATI SCOPERTI LUOGHI( SERAPEUM DI SAQQARA ) DOVE VENIVANO SEPPELLITI IN 24 IMMENSI SARCOFAGI LE CARCASSE DEI TORI SACRI API,SACRI PERCHE’ OGNUNO ERA COLLEGATO AD UN FARAONE-HORUS-DIO……..POTREBBE QUESTO ESSERE RICOLLEGATO A CIO’ CHE HA SCOPERTO MIKE RIGUARDO IL TORO-HORUS?……….

  14. Laura
    at |

    Per ereticognostico

    Credo, con quel po’ che so di aver in parte risposto al tuo quesito prima che tu lo ponessi, ma forse non hai letto il mio ultimo commento a riguardo.
    L’alfa-eye è la vescica pisces e, in quanto tale, rappresenta la dicesa del Logos in un circolo chiuso, la materia, quindi alla lettera significherebbe proprio privazione dell’occhio a causa della caduta nella materia. Quando il Cristo dice io sono l’alfa e l’omega ci indica che ha il potere di poter darci o togliere l’apertura (l’omega) del terzo occhio o meglio dell’occhio.

  15. teresa
    at |

    Premetto sempre di essere molto ignorante, ma nel sogno di Chiara vedo molto più banalmente degli ostacoli ke dovrà superare e delle persone molto false che dovrà cercare di evitare… credo ke il sogno la inviti a vigilare… attenzione.( chiara
    è solo quello ke sento, niente di scientifico…),
    Circa la c.d. quadratura del cerchio ha spiegato molto bene Mike su Fenix, quando parla di Shamballa, dell’eden ecc..Ergo l’alfa è privativa se ed in quanto non ha un contenitore ke è l’omega ke la racchiude in toto ( anke se banalmente è ovvio ke l’alfa ossia la a iniziale è quella di cui eterognostico parla es nella parola “amorale” ecc..,),ma nel caso dell’occhio è risolto perkè l’occhio può avere la forma dell’ omega… è ciò ke dalla profonda mia ignoranza credodi aver capito. Grazie Mike e a tutti.Ciao Teresa

  16. ereticognostico
    at |

    GRAZIE LAURA…COSI’ IL SENSO E’ CHIARISSIMO………….

    A PRESTO

  17. maxmerlino
    at |

    Ciao Chiara, ti fornisco la mia interpretazione del tuo sogno.
    L’acqua rappresenta archetipicamente la mente, cioè il tuo inconscio ti parla della tua mente. I pesci che nuotano sono tuoi pensieri e il fatto che vogliano uscire denota forse il tuo desiderio inconscio di comunicarli ad altri. La boccia è infatti troppo piccola per contenerli. Più difficile mi sembra decifrare la figura del gatto, che può essere un’entità che si ciba dei tuoi pensieri e quindi ha accesso alla tua mente. Può essere un’entità aliena: ho studiato i lavori di Corrado Malanga nei quali è presente un alieno con gli occhi a forma di gatto, che interferisce nella mente della sua vittima.
    Un abbarccio

  18. ereticognostico
    at |

    L’ALFA E L’OMEGA,OSSERVANDO L’ALFABETO GRECO, APRONO E CHIUDONO IL TUTTO….QUINDI ACQUISTA GRANDE FORZA L’OSSERVAZIONE DI LAURA IN UN RAGIONAMENTO DI CHIUSURA E SUCCESSIVA APERTURA VERSO OTTAVE SUPERIORI……….

    COMPLIMETI ANCORA X L’INTUIZIONE LAURA.

    UN ABBRACCIO A TUTTI………

  19. chiara rovigatti
    at |

    Grazie infinite ad Antonio, Teresa e Maxmerlino per l’interpretazione del mio sogno. Devo tuttavia dire che mi trovo più in sintonia con la visione di Antonio della quale avevo già colto l’essenza ancor prima di leggere la sua. Purtuttavia, mi rendo conto che mi sfugge qualcosa di molto importante essendo il sogno alquanto articolato: per esempio il ruolo del cuoco e quello dei 3 pesci bianchi boccheggianti. Per dirla in breve, mi sfugge ancora il link fra la visione cosmica e quella mia individuale: perchè questo mex è arrivato proprio a me per esempio? Francamente, io lascerei perdere qualsiasi interpretazione di tipo psicologico.
    Per caso qualcuno ha pensato anche alla mia domanda sull’udjat destro?
    Un caro saluto a tutti, Chiara

  20. Laura
    at |

    Per Chiara

    Credo che l’occhio della costellazione del toro in realtà corrisponda all’occhio destro di Horus per il semplice fatto che le costellazioni sono speculari rispetto a noi, quindi invertite. Per quanto riguarda l’occhio di Horus è il destro, e corrisponde al cervello sinistro, perche è proprio nel cevello sinistro che giacciono latenti le nostre facoltà medianiche e sempre per specularità del cervello rispetto agli arti il cervello sinistro corrisponde poi alla destra citata nei Vangeli.
    Sembra un giro di parole ma credo sia così. Spero di esserti stata utile come lo sei stata tu con i tuoi ultimi consigli.
    Un abbraccio.

  21. mirvena
    at |

    per chi ha chiesto dell’a greco… non è solo privativo, anche se spesso lo si associa a questo significato…cito dal buon vecchio Rocci:
    ‘1- privativa: es. ateo:senza Dio, ateo ; a-telestos: incompiuto
    2- copulativa : a-talantos: di egual valore; a-pas : tutti insieme
    3- intensiva : a-tenes: molto teso, saldo
    4- eufonica: a-blechros: debole

  22. mirvena
    at |

    il post di Mike è molto intrigante… ci sono molte implicazioni… ieri sera pensavo ad un passo del Sepher Yetzirah: ‘Egli ha formato la sostanza dal caos e ha tratto l’essere dal non-essere. Ha intagliato grandi colonne dall’aria inafferrabile (ricordate anche Proverbi 9:1 : Saggezza ha costruito la sua casa , ne ha intagliato 7 colonne…) Ecco un segno: Alef con tutte e tutte con Alef…’
    Alef è una delle tre lettere madri (da cui derivano quelle del nome di Dio), ed è il perno centrale che equilibra merito e dovere…
    Qui entro nel ‘territorio’ di Mike ma alef scritto alla rovescia : pela, radice di mistico, meraviglioso…
    inoltre Ehyeh:21 , quindi ripetuto :42: il nome divino più potente, attraverso cui furono creati cieli e terra, inciso anche sul bastone di Mosè… e 42 sono gli angeli destinati a servire Shekinah…
    42 è anche il nome YHWH scritto in espansione : YVD HVVH
    e infine 21X21: 441 emeth, la Verità

  23. mirvena
    at |

    se alfa e omega contengono la totalità della conoscenza, essere , spazio e Tempo, si comprende perchè Cristo è Alfa e Omega: Egli è, Egli era, Egli sarà…
    se ‘relativizziamo’ al livello del microcosmo: se Alfa è l’identità divina e Omega quella individuale, di nuovo arriviamo all’alleanza che è stata creata tra divino e umano e che dobbiamo sforzarci di ricostituire… La salvezza dunque dopo gli sforzi di ascesi individuale avviene anche attraverso il sacrificio del Cristo…
    buona giornata a tutti, fratelli

  24. sante
    at |

    guarda che tutto dipende dalle parole scelte dalle persone(dell’epoca, come col greco), e l’idea che si voleva associare ad esse, o comunque creare delle parole per esprimere un idea!

    jesus e il francese je suis dipende dal fatto che il francese viene anche dal latino e il latino è più antico del francesce, ed in latino era iesus.

    visto quanto detto sopra, non significa affatto che l’originale-vero o originario senso di quei passi biblici sia come l’hai “spiegato”.

  25. mike plato
    at |

    CON QUESTO TIPO DI PERSONE NON C’è SPERANZA, NESSUNA SPERANZA DI EVOLUZIONE IN DIO…

    SOLO UN PROFANO PUO’ DIRE: “LE PAROLE SCELTE DALLE PERSONE NELL’EPOCA…”

    LE PAROLE NON SONO SCELTE DALLE PERSONE; MA SGORGANO DALLA MENTE DI DIO; DAL VERBO DI DIO, CHE NON CONOSCE NE’ PASSATO NE’ FUTURO, MA UN ETERNO PRESENTE. NELLA MENTE DI DIO NON ESISTE UNA LINGUA CHE VIENE PRIMA E UNA CHE VIENE DOPO. ERGO, SE ESISTE UN’AFFINITA’ FONETICO-VIBRATORIA FRA DUE PAROLE APPARTENENTI A LINGUE DIVERSE; SEPPUR DI EPOCHE DIVERSE, SIGNIFICA CHE DIO VUOL DARCI UN BARLUME DI LUCE PER COMPRENDERE ENTRAMBE. OGNUNA PUNTELLA L’ALTRA….

    IL MIO APPROCCIO è FORTEMENTE CABALISTICO, MA A DIFFERENZA DEI CABALISTI I GIOCHI LI FACCIO CON TUTTE LE LINGUE DI TUTE LE EPOCHE. SE MI AGGANCIO SOLO ALL’EBRAICO O AL GRECO FACCIO COME QUEGLI OTTUSI CHE SI LIMITANO AD UNA RELIGIONE ANZICHE’ AD UN’ALTRA…

    CORTESEMENTE…SE SIETE COSI’ RIGIDI, CAMBIATE ARIA; E NON MI FATE PERDER TEMPO; CHE DI TEMPO CE N’è POCO

  26. sante
    at |

    sono d’accordo, ma per parole scelte intendo proprio il fatto che tu metti l’origine delle parole, ma il loro senso e uso cambia a seconda del contresto storico, e quindi di uomni, in cui viene a trovarsi: se uso una parola, oggi, non vuol dire che il senso che intendo sia quello da cui la parola è nata.E Dio, c’entra ben poco rispetto a come viene mostrato

  27. sante
    at |

    “LE PAROLE NON SONO SCELTE DALLE PERSONE; MA SGORGANO DALLA MENTE DI DIO”

    Questo vale nel caso in cui considerassimo Dio come il Tutto.

  28. mike plato
    at |

    SEI IN GRAVE ERRORE. LEGGI E CONTEMPLA GENESI 2:19-20…SE LO COMPRENDI, QUEL VERSETTO TI FARA’ AVANZARE DI UNA TACCA IL TUO LIVELLO DI CONOSCENZA

  29. sante
    at |

    No. Quello che l’autore che lo scrisse e cosa egli voleva intendere non è da sottovalutare.

    Tali montagne russe cabalistico-“linguistiche”, porterebbero anche a ridefinire ogni cosa, anche ciò che ora stiamo scrivendo noi due, ribaltandone il senso originario. Quindi…

  30. sante
    at |

    Quel passo è u’altra presunta conferma di quanto dico: è l’uomo che ha deciso mica dio(come dici), a meno che di vedere loro 2 un solo e unico soggetto.

  31. mike plato
    at |

    SANTE…SENTA,
    ADAMO, QUELLO CHE DA I NOMI GIUSTI ALLE COSE; E’ L’ADAM KADMON, CREATO AD IMMAGINE E SOMIGLIANZA. E’ L’UOMO INTERIORE DI PAOLO. OGNI CREAZIONE DEL PICCOLO UOMO ESTERIORE E’ ISPIRATA DAL GRANDE UOMO INTERIORE.

    L’UOMO ESTERIORE E’ ILLUSIONE, NON ESISTE, E’ GUSCIO…

    PERCHE’ FARMI RIPETERE LE STESSE COSE FINO ALLA NOIA?

  32. sante
    at |

    Concordo ma in contesto che non è quello biblico, in quanto ciò non è una visione della bibbia e cioè non è il senso che questa voleva dare al momento in cui fu scritta.
    Arrivederci

  33. sante
    at |

    Errata corrige: Concordo, ma in un’ottica che è al di fuori di quello biblico…

  34. Mikhail
    at |

    Che i pisciuli allora entrino non nell’acqua di un aquario, ma in un oceano di beatitudine e conoscenza!

  35. AURORA
    at |

    Mi viene da pensare al nome di Gesù in ebraico, non era Joshua?
    qualcuno sa se ha un significato speciale anche in questa lingua?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.